INPS:DATI OSSERVATORIO PRECARIATO PRIMO SEMESTRE 2015

11/08/2015

Nel primo semestre del 2015 aumenta, rispetto al corrispondente periodo del 2014, il numero di nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato nel settore privato (+252.177), rimangono sostanzialmente stabili i contratti a termine mentre si riducono le assunzioni in apprendistato (-11.500).
Nel primo semestre del 2015 la variazione netta tra i nuovi rapporti di lavoro e le cessazioni, pari rispettivamente a 2.815.242 e 2.177.002, è di 638.240; nello stesso periodo dell’anno precedente è invece stata di 393.658.

Sono i nuovi dati dell’”Osservatorio sul precariato” Inps, pubblicati sul sito istituzionale.

Nei primi sei mesi del 2015 le nuove assunzioni a tempo indeterminato stipulate in Italia, rilevate da Inps, sono state 952.359, il 36% in più rispetto all’analogo periodo del 2014. Le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine, comprese le “trasformazioni” degli apprendisti, sono state 331.917 (l’incremento rispetto allo stesso periodo del 2014 è del 30,6%.

il Report gennaio-giugno 2015 icona_pdf2

Fonte: Inps

Annunci

SOGGETTI ABILITATI VERIFICHE PERIODICHE ATTREZZATURE

22/09/2017

E’ stato emanato il Decreto Interdirettoriale (Lavoro – Sviluppo Economico – Salute) n. 78 del 20 settembre 2017, con il quale è stato adottato il Quattordicesimo elenco, di cui al punto 3.7 dell’Allegato III del Decreto interministeriale 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, ai sensi dell’articolo 71, comma 11, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.

Il Decreto si compone di cinque articoli:

– all’articolo 1 (Rinnovo delle iscrizioni nell’elenco dei soggetti abilitati) è rinnovata l’iscrizione per i soggetti che hanno tempestivamente e regolarmente trasmesso la documentazione richiesta e per i quali la Commissione di cui al D.I. 11.04.2011 ha potuto tempestivamente concludere la propria istruttoria;

– all’articolo 2 (Variazione delle abilitazioni) sono apportate le variazioni alle iscrizioni già in possesso, sulla base delle richieste pervenute nei mesi precedenti;

– all’articolo 3 (Proroga delle iscrizioni nell’elenco dei soggetti abilitati) è disposta un’ulteriore proroga di 60 giorni per i soggetti in scadenza al 18 settembre 2017, la cui istruttoria è tuttora in corso e in vista della prossima riunione della Commissione già fissata per il 25 e 26 settembre 2017;

– all’articolo 4 (Elenco dei soggetti abilitati) è specificato che con il Decreto si adotta l’elenco aggiornato, in sostituzione di quello adottato con il Decreto del 9 settembre 2016;

– all’articolo 5 (Obblighi dei soggetti abilitati) sono riportati, come di consueto, gli obblighi cui sono tenuti i soggetti abilitati.

L’elenco adottato in allegato al Decreto – “Elenco dei soggetti abilitati all’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, di cui all’Allegato VII del Decreto legislativo n. 81/2008” – sostituisce integralmente il precedente elenco adottato con il decreto del 9 settembre 2016.

 

Fonte: Ministero del Lavoro

CASSAZIONE :PILLOLE GIURISPRUDENZA LAVORO

21/09/2017

Ordinanza 19 settembre 2017, n. 21668

 Pensione di anzianità – Opzione per rimanere in servizio ex art. 1, co. 12, L. n. 243/2004 – Bonus relativo al posticipo del pensionamento – Retribuzione pensionabile – Inclusione ratei tredicesima mensilità relativa all’anno di esercizio dell’opzione – Sussiste

  Ordinanza 19 settembre 2017, n. 21669

 Contributi previdenziali Inps – Gestione commercianti – Omissione – Socio amministratore di srl – Presupposti richiesti ai fini dell’iscrizione – Esercizio di un’attività di natura amministrativa – Irrilevante – Partecipazione non rilevante, in termini di tempo e di reddito, all’attività operativa aziendale

  Sentenza 19 settembre 2017, n. 21667

 Licenziamento – Periodo di assenza dal lavoro per malattia – Svolgimento concomitante di attività lavorativa – Attività incompatibile con l’infermità riportata – Condotte espressione di simulazione di malattia – Non sussiste – Recesso ingiustificato del datore di lavoro – Attività esterna da valutare in relazione alla natura della patologia e delle mansioni svolte – Irrilevanza titolo oneroso – Suscettibilità a pregiudicare o ritardare la guarigione e il rientro in servizio del lavoratore

INPS:DECORRENZA ABROGAZIONE TRATTAMENTO SPECIALE DS

21/09/2017

L’INPS ha emanato il messaggio n. 3616 del 20 settembre 2017, con il quale fornisce alcuni chiarimenti circa la decorrenza dell’abrogazione del trattamento di disoccupazione speciale per l’edilizia (di cui all’articolo 11 della legge n. 223 del 1991).

MISE:CONTRIBUTI FONDO PERDUTO PMI

21/09/2017

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 218 del 18 settembre 2017, il Decreto 17 luglio 2017 con la concessione di contributi a fondo perduto, in forma di voucher, a favore delle PMI.

Le risorse finanziarie all’attuazione dell’intervento ammontano a euro 20.000.000,00.

Il decreto disciplina la concessione di contributi a fondo perduto in forma di voucher per l’acquisizione, a seguito della sottoscrizione di un apposito contratto di servizio, di prestazioni consulenziali, erogate esclusivamente dalle societa’ di temporary export management attraverso la messa a disposizione di uno o più TEM e finalizzate a sostenere i processi di internazionalizzazione dei soggetti beneficiari, attraverso attività di analisi e ricerche di mercato, di individuazione e acquisizione di nuovi clienti, di assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale e di trasferimento di competenze specialistiche in materia di internazionalizzazione d’impresa.

Possono beneficiare delle agevolazioni le PMI che, alla data di presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere in stato di attività e risultare iscritte al registro delle imprese;

b) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria;

c) risultare in regola con il versamento dei contributi previdenziali;

d) avere conseguito un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a euro 500.000, con riferimento all’ultimo esercizio contabile chiuso; il possesso di tale requisito non è richiesto per le start-up innovative;

e) non aver beneficiato di un importo complessivo di aiuti «de minimis» che, unitamente all’importo delle agevolazioni concesse a valere sul presente decreto, determini il superamento del massimale di cui all’art. 3, paragrafo 2 del Regolamento de minimis;

f) non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi all’art. 1 del Regolamento de minimis;

g) non aver ricevuto, per le spese oggetto delle agevolazioni concesse a valere sul presente decreto, altri contributi pubblici che si configurino come aiuti di Stato notificati ai sensi dell’art. 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea o comunicati ai sensi dei regolamenti della Commissione che dichiarano alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno, concessi per le medesime spese, inclusi quelli attribuiti sulla base del Regolamento de minimis;

h) non essere destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231.

Possono inoltre beneficiare delle agevolazioni le PMI riunite attraverso la sottoscrizione di un contratto di rete; in tal caso il possesso del requisito previsto alla  lettera d), può essere accertato con riferimento alla somma dei ricavi delle vendite e delle prestazioni delle suddette PMI.

 

Fonte: MISE

 

 

INPS:OSSSERVATORIO SU CIG E DISOCCUPAZIONE AGOSTO 2017

21/09/2017

L’Inps ha pubblicato – in data 21 settembre 2017 – l’Osservatorio statistico sulla cassa integrazione guadagni e disoccupazione, con i dati del mese di agosto 2017 (vai al Report).

Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate ad agosto 2017 è pari a 19,6 milioni. Si registra una diminuzione del 36,6% rispetto alle ore autorizzare ad agosto 2016 (30,9 milioni).

Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

  • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono 6,2 milioni, in diminuzione del 19,4% rispetto ad agosto 2016 (7,7 milioni);
  • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria ( CIGS) sono 11,7 milioni, in diminuzione del 37,2% rispetto ad agosto 2016 (18,6 milioni);
  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono 1,7 milioni, in diminuzione del 63,0% rispetto ad agosto 2016 (4,6 milioni).

Le domande presentate per eventi di disoccupazione e mobilità a luglio 2017 sono 251.515, registrando un aumento rispetto a luglio 2016 (237.298).

Nel dettaglio:

  • 251.074 domande di NASpI;
  • 81 domande di mobilità;
  • 344 domande di disoccupazione;
  • 13 domande di ASpl;
  • 3 domande di mini ASpl.

In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è pubblicato l’aggiornamento del tasso di utilizzo del numero delle ore di CIG autorizzate (cosiddetto “tiraggio”).

 

Fonte: Inps

INPS:OSSERVATORIO PRECARIATO LUGLIO 2017

21/09/2017

L’Inps ha pubblicato, in data 21 settembre 2017, i dati del mese di luglio 2017.

Nei primi sette mesi del 2017, nel settore privato, si registra un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a +1.073.000, superiore a quello del corrispondente periodo sia del 2016 (+825.000) che del 2015 (+930.000).

Riportato su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato – vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi – a luglio 2017 risulta positivo, pari a +571.000 e in crescita continua da inizio anno.

Tale risultato cumula la crescita tendenziale dei contratti a tempo indeterminato (+18.000), dei contratti di apprendistato (+52.000) e, soprattutto, dei contratti a tempo determinato (+501.000, inclusi i contratti stagionali). Queste tendenze attestano il rafforzamento della fase di ripresa occupazionale.

 

il Report luglio 2017 icona_pdf2

Fonte: Inps

PrestO e libretto famiglia:disciplina nuove prestazioni occasionali con FAQ

21/09/2017

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               PREVISIONI NORMATIVE

Le novità introdotte dall’art. 54-bis del D.L. n. 50/2017, convertito in Legge n.

96/2017, consentono agli utilizzatori di acquisire prestazioni di lavoro occasionali

attraverso due nuovi strumenti, il libretto di famiglia (LF) e il contratto di

prestazione occasionale (Cpo)

In materia sono intervenute :la circolare  INAL    n. 5 /  2017 e la circolare Inps n.107/2017 ,contenenti indicazioni operative per il personale oispettivo e per l’utenza

 

LIMITI ECONOMICI

Occorre rispettare i seguenti limiti economici riferiti ad un anno civile ( gennaio – dicembre):

a) 5 mila  euro complessivi  per ciascun prestatore, con riferimento alla totalità degli utilizzatori;

 b)5 mila Euro complessivi   per ciascun utilizzatore, con riferimento alla totalità dei  prestatori;

c)2,500 euro  per le prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore in favore del

medesimo utilizzatore.

 

LIMITE DURATA PRESTAZIONE

 Al limite massimo di compenso previsto dalla lettera c) si aggiunge anche un limite

di durata della prestazione, pari a 280 ore nell’arco dello stesso anno civile.

DIVIETO PRESTAZIONI 

Non possono essere acquisite prestazioni di lavoro occasionali da soggetti

con i quali l’utilizzatore abbia in corso o abbia cessato, da meno di sei mesi, un

rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione coordinata e continuativa.

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro con la circolare n. 5 del 9 agosto 2017

 

REGIME SANZONATORIO   

   iI superamento da parte dell’utilizzatore per ogni singolo prestatore

del limite economico di 2.500 euro   o comunque il limite di

durata della prestazione  pari a 280 ore nell’arco di un anno civile, comporta la

trasformazione del relativo rapporto nella tipologia  di lavoro a tempo pieno e

 indeterminato a far data dal giorno del superamento del predetto limite, con

applicazione delle connesse sanzioni civili e amministrative.

Va però precisato che

l’applicazione delle suddette sanzioni e la trasformazione del rapporto non opera

nel caso in cui l’utilizzatore sia una pubblica amministrazione. 

 Inoltre le suddette sanzioni  sanzioni   non trovano applicazione in relazione al personale utilizzato attraverso lo strumento della somministrazione. 

TIPOLOGIA PRESTAZIONI 

Per ciò che concerne le diverse modalità di utilizzo, le prestazioni che possono

essere remunerate tramite il libretto di famiglia riguardano i lavori domestici

(lavori di giardinaggio, di pulizia o di manutenzione), l’assistenza domiciliare ai

bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità, nonché insegnamento

privato supplementare. Il ricorso a tali prestazioni è esclusivamente riservato alle

persone fisiche, non nell’esercizio dell’attività professionale o d’impresa.

Invece ,possono utilizzare  il contratto di prestazione occasionale i professionisti, i

lavoratori autonomi, imprenditori, associazioni, fondazioni ed altri enti di natura

privata, nonché le amministrazioni pubbliche e le imprese del settore agricolo (con

precise e specifiche regolamentazioni) purché non abbiano alle loro dipendenze più di cinque

lavoratori subordinati a tempo indeterminato. Il calcolo della forza aziendale deve

ricomprendere il semestre che va dall’ottavo al terzo mese antecedente la data

dello svolgimento della prestazione lavorativa.

 PIATTTAFORMA INFORMATICA INPS ATTUAZIONE  PRESTAZIONI OCCASIONALI

 

Con la circolare n.107/2017, l’Inps ha adottato la regolamentazione attuativa delle

prestazioni di lavoro occasionale (libretto di famiglia e contratto di prestazione

occasionale) disciplinate dall’art. 54-bis del D.L. 50/2017, convertito in L. 96/2017,

 indicando le procedure di registrazione e gestione delle prestazioni, nonché le

modalità di assolvimento degli adempimenti informativi verso l’Istituto stesso. 

Con il messaggio n. 2887 del 12 luglio 2017, l’Istituto previdenziale ha chiarito che

i lavoratori assunti con contratto di apprendistato non devono essere conteggiati

nella misura della forza aziendale a tempo indeterminato e che i lavoratori part

time e intermittenti sono conteggiati in proporzione al lavoro svolto 

 

ESTENSIONE OPERAZIONI REGISTAZIONE ED ADEMPIMENTI INTERMEDIARI ABILITATI

 

  Con il messaggio Inps n. 3177 del 31 luglio 2017, è stata comunicata

l’estensione delle operazioni di registrazione e di svolgimento degli adempimenti

agli intermediari abilitati di cui alla L. n. 12/1979 e agli enti di patronati

esclusivamente per i servizi erogati al prestatore e agli utilizzatori del libretto di

famiglia.

RISPOSTE A QUESITI

Di seguito pubblichiamo alcune  risposte a quesiti  della   Fondazione Studi  C.L.

 

 DOMANDA  N.1

 Il concetto di occasionalità è solo economico e relativo al numero di ore annue o la

prestazione deve essere anche temporalmente saltuaria? Posso ad esempio attivare

il contratto di prestazione occasionale (Cpo) per un mese (fatti salvi i riposi)?

 

RISPOSTA

La normativa introdotta con l’art. 54-bis della Legge n. 96/2017, di conversione del

Decreto Legge n. 50/2017, prevede la possibilità, da parte dell’utilizzatore, di

acquisire prestazioni di lavoro occasionali o saltuarie di ridotta entità nel corso di

un anno civile (1.1 – 31.12) entro i seguenti limiti: 

a) per ciascun prestatore, con riferimento alla totalità degli utilizzatori, a

compensi di importo complessivamente non superiore a 5.000 euro;

b) per ciascun utilizzatore, con riferimento alla totalità dei prestatori, a

compensi di importo complessivamente non superiore a 5.000 euro;

c) per le prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore in favore del

medesimo utilizzatore, a compensi di importo non superiore a 2.500 euro.

Al limite di compenso previsto dalla lettera c), si deve aggiungere anche quanto

disciplinato dal c. 20 dell’art. 54-bis, ovvero un limite di durata della prestazione,

pari a 280 ore nell’arco dello stesso anno civile.

  In merito ai riposi, si rammenta che il prestatore, essendo assimilato al lavoratore

subordinato ai fini della disciplina dell’orario di lavoro, ha diritto al riposo

giornaliero, alle pause e ai riposi settimanali secondo quanto previsto dagli articoli

7, 8 e 9 del D.Lgs. n. 66/2003.

Pertanto, nel rispetto dei limiti economici e temporali indicati dalla citata

normativa, si ritiene possibile fare ricorso al contratto di prestazione occasionale

per un mese, rispettando ovviamente le previsioni di cui al richiamato Decreto

Legislativo n.66/2003, in quanto non si riscontra una coincidenza tra il concetto di

occasionalità della prestazione e saltuarietà temporale della stessa.

 

____________________________________________________________________________

 

 

DOMANDA N.2

Per le prestazioni occasionali da parte di persone fisiche a favore dei condomini,

questi ultimi possono usare il libretto di famiglia oppure devono utilizzare la

procedura prevista per le imprese?

 

RISPOSTA

Mediante l’utilizzo del libretto di famiglia, le persone fisiche, al di fuori

dall’esercizio di attività professionali o d’impresa ed entro i limiti economici

previsti, possono remunerare esclusivamente le prestazioni di lavoro occasionali

rese in loro favore per:

 piccoli lavori domestici, compresi lavori di giardinaggio, pulizia o

manutenzione;

 assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con

disabilità;

  insegnamento privato supplementare.

I condomini, non avendo le caratteristiche di “comunità stabile e continuativa di

tetto e di mensa” come dal D.P.R. n. 1403/1971 e dalla circolare Inps n. 89/1989

che qualifica il lavoro domestico, non possono essere equiparati alle famiglie. 

Pertanto, come peraltro già chiarito dalla Cass. civ. n. 1235/1979, il rapporto di

lavoro prestato alle dipendenze del condominio segue le ordinarie regole del

rapporto di lavoro subordinato; da ciò ne consegue che, qualora si intendesse

utilizzare le prestazioni occasionali disciplinate dall’art. 54-bis L. n. 96/2017,

occorrerà riferirsi al contratto di prestazione occasionale ovvero a  quello riservato

ad imprese e professionisti.

 

__________________________________________________________________________

 

 

 

DOMANDA N.3

E’ consentito    attivare un contratto di prestazione occasionale (Cpo)per un lavoratore dello spettacolo (deejay). Se è possibile, c’è l’obbligo di richiedere l’agibilità?

 

RISPOSTA

 

Il Ministero del Lavoro, nella risposta all’interpello 21/2010, ha previsto la

possibilità di ricorrere all’utilizzo del lavoro accessorio nel caso in cui parte dei

dipendenti appartenga al settore dello spettacolo.

Tale precisazione è stata ribadita dall’Inps, con il parere n. 23 del 31 gennaio 2014

e il messaggio n. 311 del 26 gennaio 2016.

Nel citato parere n. 23/2014 l’Istituto ha chiarito che, in relazione allo svolgimento

di prestazioni di lavoro accessorio svolto nel settore dello spettacolo (anche nei

pubblici esercizi), “è escluso l’obbligo di fare richiesta del certificato di agibilità di

cui all’art. 10, del D. Lgs. C.P.S. n. 708/1947”.

Si ritiene che tale orientamento Inps riguardante il lavoro accessorio, sia

estendibile anche ai nuovi contratti di prestazione di lavoro occasionale. Pertanto,

nel rispetto della normativa introdotta con l’art. 54-bis della L. n.96/2017, di

conversione del decreto legge n. 50/2017, è possibile attivare il Cpo anche nel caso

in cui la prestazione sia svolta nel settore dello spettacolo.

Similmente si ritiene escluso l’obbligo di fare richiesta del certificato di agibilità di

cui all’art. 10 del d.lgs. C.P.S. n. 7

 

 

 

_______________________________________________________________________

 

 

 

 

DOMANDA N. 4  

Chi è in possesso dei vecchi voucher, cosa deve fare?

 

 

RISPOSTA

 

 

Il Decreto Legge n. 25 /2017, convertito in legge 20 aprile 2017 n. 49, ha abrogato

dal 17 marzo 2017 la disciplina del lavoro accessorio (voucher) contenuta nel D.

Lgs. 81/2015 (art. 48-19-50).

In particolare, il Decreto Legge 25/2017 all’art. 1 ha previsto un periodo transitorio

per i buoni acquistati in precedenza all’abrogazione, che potranno essere utilizzati,

in prestazioni di lavoro accessorio, entro il 31 dicembre 2017. Pertanto i “vecchi

voucher” potranno continuare ad essere utilizzati fino a tale data. 

L’art. 54-bis del Decreto Legge n. 50/2017, introdotto dalla Legge di conversione

n. 96, che ha introdotto il nuovo contratto di prestazione occasionale e il libretto

di famiglia, non ha modificato quanto previsto dall’art.1 del Decreto Legge

n.25/2017 e pertanto trattandosi di due normative ben distinte, fino al 31/12/2017,

questi differenti strumenti coesisteranno.

 

 

_________________________________________________________________________

 

 

 

 

 

 

DOMANDA N.5

 

Come ci si deve comportare nel caso in cui un professionista utilizzi lo stesso lavoratore per prestazioni rese sia in famiglia che in studio?

 

RISPOSTA

Il libretto di famiglia può essere utilizzato unicamente dalle persone fisiche, al di

fuori dall’esercizio di attività professionali o d’impresa (comma 6 lettera a) art. 54

bis del D.L. n. 50/2017 convertito in L. n. 96/2017, ed entro i limiti economici

previsti, per assicurare i soggetti che svolgono prestazioni di lavoro occasionale

esclusivamente per le seguenti attività: • piccoli lavori domestici, compresi lavori di giardinaggio, pulizia o

manutenzione;  • assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con

disabilità;  • insegnamento privato supplementare. 

In fase di registrazione l’utilizzatore privato sarà pertanto tenuto a dichiarare che

nell’ambito della propria attività professionale o di impresa non venga fatto

ricorso a prestazioni di lavoro occasionale. 

Nel caso in cui l’utilizzatore voglia utilizzare la prestazione lavorative del

medesimo prestatore sia in ambito privato familiare, che in ambito aziendale o

professionale, dovrà necessariamente attivare due differenti rapporti, il primo

tramite il libretto di famiglia, mentre il secondo attraverso il contratto di

prestazione occasionale.

 

 

_____________________________________________________________________________

 

 

 

 

 

 

IN VIGORE NUOVO MODELLO RLI PER REGISTRAZIONE CONTRATTI LOCAZIONE

20/09/2017

In vigore dal 19 settembre il nuovo modello RLI (Registrazione locazioni immobili) – che sostituisce quello  del  2014 – approvato con il provvedimento n. 112605/2017 dell’Agenzia delle Entrate, necessario per registrare contratti di locazione e affitto di beni immobili a uso abitativo, non abitativo, commerciale e i contratti di affitto dei terreni; comunicare eventuali proroghe/cessioni/risoluzioni/subentri; esercitare o revocare l’opzione per il regime della cedolare secca; trasmettere i dati catastali dell’immobile in affitto. Aggiornato anche il relativo software per l’invio telematico

 

Più in dettaglio, il modello può essere utilizzato per assolvere a tutti gli adempimenti fiscali legati alla registrazione dei contratti di locazione e affitto immobiliari, comprese:

  • la registrazione dei contratti di affitto dei terreni e degli annessi “titoli PAC” (sostituisce il precedente “Modello 69”);
  • le denunce relative ai contratti di locazione non registrati, ai contratti di locazione con canone superiore a quello registrato o ai comodati fittizi;
  • la registrazione dei contratti di locazione con previsione di canoni differenti per le diverse annualità;
  • la registrazione dei contratti di locazione a tempo indeterminato;
  • il ravvedimento operoso;
  • la gestione della comunicazione della risoluzione o proroga tardiva in caso di cedolare secca;
  • la registrazione dei contratti di locazione di pertinenze concesse con atto separato rispetto all’immobile principale.

Il modello RLI è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate insieme alle relative istruzioni.

CASSAZIONE PILLOLE GIURISPRUDENZA LAVORO

20/09/2017
  – Sentenza 15 settembre 2017, n. 21506

 

Licenziamento per giusta causa – Minacce ed ingiurie ad uno dei titolari – Danno per l’immagine aziendale – Proporzione della sanzione espulsiva

 – Sentenza 18 settembre 2017, n. 21560

 

Cartella esattoriale – Precedente ordinanza-ingiunzione – Fusione per incorporazione – Vincolo di solidarietà – Dichiarazione di cessazione della materia del contendere – Impugnare preliminarmente la declaratoria – Onere della parte

  – Sentenza 18 settembre 2017, n. 21561

 

Maxisanzione lavoro nero – Opposizione accolta – Lavoratore extracomunitario non risultante da scritture obbligatorie – Lavoratore sprovvisto di permesso di soggiorno – Rilevanza penale della condotta oggetto di denuncia – Sussiste

  – Sentenza 18 settembre 2017, n. 21564

 

Indennità di disoccupazione agricola – Lavoratore straniero agricolo a tempo determinato – Allontamento dal territorio dello Stato – Decurtazione dell’importo della prestazione – Non sussiste – Lavoratori extracomunitari equiparati ai cittadini italiani

 – Sentenza 18 settembre 2017, n. 21565

 

Sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato – Qualificazione del contratto come autonomo o subordinato – “Nomen iuris” attribuito dalle parti rilevante solo in concorso con altri validi elementi differenziali – Incarico professionale – Controllo tecnico-contabile ed amministrativo dell’esecuzione dell’intervento – Non rilevante

– Sentenza n. 21541 del 18 settembre 2017 delle Sezioni Unite della Cassazione

Ha  affermato che nelle cause di lavoro nei confronti degli Enti ecclesiastici di istruzione della Chiesa cattolica che operano in Italia, la giurisdizione è quelle italiana, in quanto tali Enti non sono classificabili come centrali ove, in base ai trattati lateranensi vige il principio della non ingerenza.

Le Sezioni Unite affermano, inoltre, che il principio di non ingerenza non si estende agli atti di gestione tra i quali rientrano sia la costituzione che la interruzione del rapporto di lavoro. Sulla base di tali assunti si è deliberato che, legittimamente, un lavoratore licenziato da una Pontificia Università può chiedere al giudice italiano la reintegrazione nel posto di lavoro.

SENTENZE CORTE GIUSTIZIA EUROPEA IN MATERIA DI LAVORO

20/09/2017

  Licenziamento collettivo e lavoratrice in gravidanza

Nel contesto di un licenziamento collettivo, il licenziamento di lavoratrici gestanti può avvenire solo in casi eccezionali non connessi alla gravidanza e qualora non esista alcuna possibilità plausibile di riassegnarle ad un altro posto di lavoro adeguato.

Nel contesto della direttiva sui licenziamenti collettivi esistono situazioni che sono effettivamente considerate eccezionali. Tuttavia, non ogni licenziamento collettivo è un «caso eccezionale» ai sensi della direttiva sulla maternità. Pertanto, spetta al giudice nazionale verificare se nel caso di specie il licenziamento collettivo si qualifichi come un «caso eccezionale», allo scopo di stabilire se si applichi l’eccezione al divieto di licenziamento.

L’avvocato generale considera inoltre che per potersi avvalere della deroga relativa ai «casi eccezionali» che consente il licenziamento di una lavoratrice gestante, non è sufficiente invocare motivi che incidono sul suo posto di lavoro nel caso di un licenziamento collettivo, o effettivamente al di fuori di detto contesto: non deve esistere inoltre alcuna possibilità plausibile di riassegnare la lavoratrice gestante ad un altro posto di lavoro adeguato.

 

Giurisdizione applicabile alle controversie dei dipendenti delle compagnie aeree

La Corte Europea di Giustizia, decidendo su un ricorso di dipendenti belgi di Ryanair, ha affermato che il personale dipendente da compagnia aerea non è automaticamente sottoposto alla giurisdizione del luogo ove insiste la sede principale della compagnia, ma può rivolgersi al giudice del Paese in cui viene svolta la maggior parte dell’attività.
Il giudice nazionale, secondo la Corte, a fronte di eventuali eccezioni datoriali, deve individuare quale sia il luogo “alla luce di tutte le circostanze rilevanti: la base di servizio del lavoratore costituisce un indizio significativo”.