ACCORDO CONFCOMMERCIO- OO.SS. SU FORMAZIONE AZIENDALE PER APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

L’Accordo di cui al titolo risulta sottoscritto in attuazione dell’ art.23 comma 2 della legge n.133/09 di conversione del dec.legge n.112/09 ,che ha aggiunto il comma 5 ter all’art.49 del dec.legislativo n.276/03 ,stabilendo che “in caso i formazione esclusivamente aziendale ,i profili formativi dell’apprendistato professionalizzante sono rimessi integralmente ai contratti collettivi di lavoro stipulati a livello nazionale ,territoriale o aziendale da associazioni dei datori e dei prestatori comparativamente piu’ rappresentative a livello nazionale ovvero agli nti bilaterali.I contratti collettivi e gli enti bilaterali definiscono la nozione di formazione aziendale e determinano ,per ciascun profilo formativo ,la durata e le modalità di erogazione della formazione,le modaltà di riconoscimento della qualifica professionale ai fini contrattuali e la registrazione nl libretto formativo”.
Di seguito si riassumono gli aspetti rilevanti trattati dal documento sottoscritto tra le parti sociali,il cui testo integrale è consultabile sul sito della Confcommercio .
In primo luogo si fa riferimento alla definizione di “formazione esclusivamente aziendale”,intesa come quella gestita integralmente dall’azienda ,all’interno e/o all’esterno della stessa ,senza ricorso a finanziamenti pubblici corrisposti a tale titolo,salvo specifiche disponibilità regionali in tal senso.
Il secondo aspetto da evidenziare concerne la durata ed i contenuti formativi,prevedendosi tra l’altro che il percorso formativo dell’apprendista va definito in relazione alla qualifia professionale ed al livello d’inquadramento previsto dal CCNL Terziario che l’apprenista dovrà raggiungere entro i limiti di durata massima del contratto e i tal senso i requisiti minimi di tale formazione in termini quantitativi e di suddivisione tra formazione di base e professionalizzante sono quelli indicati nell’allegato 1 Tabella A.
Il terzo aspetto da evidenziare riguarda le modalita’ di erogazione della formazione ed il referente per l’apprenistato.
In ordine alle prime si evidenzia che si prevedono molteplicità di forme e tipologie (in aula,sul lavoro, a distanza,con strumenti e-learning),fermo restando che nel caso di formazione realizzata in azienda ,la stessa deve esere idonea a fornire formazione e disporre di risorse materiali idonee ed umane capaci di trasferire conoscenze e competenze.
Sul referente per l’apprendistato ,che potrebbe essere lo stesso titolare dell’impresa,un socio ovvero un familiare coadiuvante , l’accordo stabilisce che se risulta essere un soggetto diverso ,comunque dovrà possedere competenze adeguate ed un livello d’inquadramento pari o superiore a quello che l’apprendista conseguirà.
Nella parte conclusiva il documento in esame s’interessa del riconoscimento della qualifica , della registrazione nel libretto formativo attraverso la comunicazione al Centro Impiego competente entro 5 giorni dell’intervenuta ovvero mancata qualificazione dell’apprendista ed infine dell’abrogazione per effetto di quanto stabilito nell’Accordo di alcuni articoli del vigente CCNL Terziaio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: