CONTRIBUZIONE INPS FERIE NON GODUTE NEI TERMINI

 Come è noto, la normativa   in vigore in materia di ferie (D.Lgs. 66/2003) prevede che ogni lavoratore goda di almeno 4 settimane di ferie per ogni anno di servizio. Di queste settimane, almeno 2 devono essere fatte nell’anno di maturazione mentre le restanti possono essere godute nei 18 mesi successivi al medesimo anno.

Esempio  due settimane da fare obbligatoriamente nel 2014 e le restanti entro il 30.06.2016.

Queste 4 settimane, a differenza dei giorni ulteriori eventualmente previsti dalla contrattazione di riferimento,  possono essere monetizzate solo  all’atto  della  cessazione del rapporto di lavoro.

Ma l’Inps , all’obbligo di legge relativo al  godimento nei termini stabiliti , ha  ritenuto di disporre    l’obbligazione contributiva.,valutandoi che   il lavoratore dovrebbe aver esaurito le ferie del 2014 come previsto dalla normativa e, se non lo ha fatto, deve quantomeno pagare i contributi.

Tuttavia, le  maggiori trattenute per questa ragione, nel momento in cui il dipendente  godrà effettivamente del periodo feriale ,saranno compensate,poiche’  si vedrà restituire i contributi anticipati ottenendo così un netto in busta più alto del previsto  a compensazione ,appunto  ,delle    maggiori trattenute  operate in precedenza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: