TAR: FUSIONE AZIENDALE E RICORSO CIGO

Il TAR di Trento, con sentenza n. 135 del 13 aprile 2017, ha ritenuto non accoglibile una richiesta di CIGO per un’impresa che aveva operato una fusione con un’altra azienda (art. 2504 -bis c.c.) con l’obiettivo di una razionalizzazione dell’organizzazione sotto un unico soggetto imprenditoriale.

Tra l’altro la richiesta era stata presentata all’INPS quattro mesi dopo la fusione e motivata, per le due unità produttive interessate, presso le quali erano stati “spalmati” i 20 dipendenti dell’impresa incorporata, dalla causale “mancanza di commesse”.

Secondo i giudici amministrativi il potenziamento degli organici aziendali e la mancanza di ulteriori commesse, nei mesi immediatamente successivi alla fusione, rientra nel rischio d’impresa, soprattutto se il datore di lavoro non ha dimostrato che erano previste commesse e che queste sono, poi, venute meno.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: