A PROPOSITO INDENNITA’ DISOCCUPAZIONE PER LAVORATORI PARASUBORDINATI

Dopo che l’Inps aveva annunciato che, causa  mancanza di risorse ,nel 2017 non sarebbe stata erogata la  speciale  ‘indennita’ di disoccupazione  ai  lavoratori parasubordinati rimasti senza lavoro ,su  solecitazione  delle organizzazioni sindacali di categoria, e’ intervenuto il Ministro del Lavoro  ad assicurare  che saranno reperiti i fondi per erogare  la Dis-Coll  in modo strutturale  ,mediante l’inserimento  a tal fine di  specifica   disposizione di finanziamento provvisorio nel  provvedimento  di conversione  del  decreto-legge Milleproroghe  all’esame del Parlamento.

    Pertanto , l ‘indennita’ di disoccupazione in questione dovrebbe essere  recuperata in quanto sarebbe in preparazione “una disposizione, da inserire nel D.D.L. Milleproroghe, che garantisca uno stanziamento di circa 54 milioni di euro per quest’anno ,mentre  si prevede di collegare   la normativa della Dis-Coll n essere fino al 31 dicembre 2016 ad una specifica previsione strutturale, da definire all’interno della legge delega sul lavoro autonomo non imprenditoriale attualmente all’esame della Camera,posto che nel cosiddetto “Jobs Act del lavoro autonomo”sono previste le  norme   atte a garantire in via strutturale il welfare ai collaboratori.

Come prima  accennato ,l’Inps in un breve comunicato aveva spiegato che la norma che nel 2015 aveva istituito l’indennità Dis-Coll “non è stata oggetto di proroga” per “gli eventi di disoccupazione intervenuti dal primo gennaio 2017”, e che quindi i 24 milioni stanziati dalla legge di Stabilità 2016 sarebbero serviti solo a finire di pagare le indennità di disoccupazione già maturate nel 2016Il che ha indotto    il Ministro  del Lavoro  ad intervenire , considerato che all’ndennita’  in parola  risultano interessata migliaia di cococo e co co pro, rimasti privi di qualunque tipo di  assegno previdenziale ed assistenziale   alla  scadenza di un contratto a termine ,che non sia   momentaneamente prorogato.

Il trattamento di disoccupazione di cui si parla   e’ stato introdotto  in via sperimentale per i collaboratori continuativi  e coordinativi (anche a progetto) ,privi di partita Iva, ed iscritti alla gestione separata dell’Inps, purché avessero almeno tre mesi di contribuzione a partire dall’anno solare precedente l'”evento di perdita del lavoro”.

 Occorre    attendere  qualche giorno per  saperne di  piu’su  tale argomento  .

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: