INCERTA OPERATIVITA’ DIRITTO INTERPELLO DOPO SOPPRESSIONE DIREZIONE GENERALE ATTIVITA’ ISPETTIVA MLPS

Come è noto, il diritto di interpell0 è previsto     dall’art.9 del dec.legvo 104/2004 , che  recita:

“1. Le associazioni di categoria e gli ordini professionali, di
propria iniziativa o su segnalazione dei propri iscritti, e gli enti
pubblici possono inoltrare alle Direzioni provinciali del lavoro che
provvedono a trasmetterli alla direzione generale, quesiti di ordine
generale sull’applicazione delle normative di competenza del
Ministero del lavoro e delle politiche sociali. L’inoltro dei quesiti
e le comunicazioni di cui al presente articolo avvengono
esclusivamente per via telematica. Nelle materie previdenziali i
quesiti possono essere inoltrati, esclusivamente per via telematica,
alle sedi degli enti stessi che li trasmettono alla citata direzione
generale.”

E’  risaputo  ,altresì ,  che  alla  definizione degli interpelli  sino al 31 dicembre 2016 è stata deputata      la Direzione Generale Attivita’ Ispettiva del  Mlps,che ,pero’, ,dal 1 gennaio 2017, in attuazione delle disposizione previste dal dec.legvo n.149/15    e’ soppressa  ,mentre le relative competenze sono  state trasferite all’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL).

Quest’ultimo, tuttavia, non ha copetenza in materia di interpello , poiché  che il decreto del 23.4.2016 istitutivoi dell’I.N.L. ,ha  stabilisce che   la medesima  continua spettare al MLPS, rispetto alla cui organizzazione e’ venuta meno dall’1.1.2017 la Direzione Generale Attivita’ Ispettiva  e del relativo personale

Pertanto ,dall’inizio dell’anno corrente ,si registra la seguente   discutibile situazione, per cui ,mentreb  il Ministero del Lavoro  ha competenza legislativa a rispondere ai agli interpelli  sull’applicazione delle normative in materia di lavoro, pero’ non dispone di   professionalità  idonee  in riferimento alla   parte ispettiva  , invece all’ Ispettorato ,che   dispone delle necessarie  professionalita’ per dar riscontro agli interpelli  sul lavoro, fa  difetto  la competenza normativa  in merito agli interpelli.

La mancanza di una valida e rapida  soluzione ,mediante un apposito  intervento normativo,alla situazione  descritta,rischia     senza meno di  determinare      in concreto  quanto meno  la dilatazioneb   dei tempi tecnici  necessari   a conseguire       chiarezza   sulle     disposizioni  ,con conseguente danno per la indispensabile  speditezza dell’azione amministrativa.

 .

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: