INPS:RETRIBUZIONI MEDIE PROVINCIALI O.T.D. E O.T.I. IN VIGORE AL 30.10.2016

L’Inps, con la circolare n. 203 del 25 novembre 2016, fornisce la rilevazione delle retribuzioni medie provinciali degli operai a tempo determinato (O.T.D.) e degli operai a tempo indeterminato (O.T.I.) del settore agricolo, in vigore alla data del 30 ottobre 2016, determinate annualmente con decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sentita la Commissione Centrale di cui all’art. 9 sexies, comma 3, L. 608/96, operata dalle Sedi provinciali con la collaborazione delle Organizzazioni sindacali e datoriali firmatarie dei contratti provinciali e regionali, nonché dei rappresentanti delle Sedi Circoscrizionali e delle Sedi I.N.A.I.L.

 

Fonte: Inps

 


 

OPERAI AGRICOLI E FLOROVIVAISTI

MINIMI SALARIALI MENSILI DI AREA IN VIGORE DAL 1.11.2014

Operai Agricoli

AREE PROFESSIONALI    MINIMI

AREA 1a                                                                        1.250,00

AREA 2a                                                                        1.140,00

AREA 3a                                                                           850,00

 

 

MINIMI SALARIALI NAZIONALI DI AREA ORARI IN VIGORE DAL 1.11.2014

Operai Florovivaisti

AREE PROFESSIONALI                                                    MINIMI

AREA 1a                                                                           7,57

AREA 2a                                                                           6,94

AREA 3a                                                                           6,52

 

LIVELLO SCATTI DI ANZIANITA’

5 – ex SPEC. SUPER       12,78

4 – ex SPECIALIZZ.        12,50

3 – ex QUAL. SUPER       11,93

2 – ex QUALIFICATO      11,36

1 – ex COMUNE               9,89

 

OPERAI FORESTALI

CON RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO

Tabella delle retribuzioni orarie in vigore dal 1.12.2011

                                      MINIMO

                                      RETRIBUTIVO

                                      NAZIONALE

LIVELLO                                     CONGLOBATO              3°ELEMENTO 31,36%              TOTALE SALARIO NAZ.

 

5– SPEC.SUPER                               8,45                                  2,65                                        11,10

4 –SPECIALIZZ.                               7,96                                  2,50                                        10,46

3 –QUAL.SUPER                               7,61                                  2,39                                        10,00

2- QUALIFICATO                              7,43                                 2,33                                          9,76

1 – COMUNE                                    6,86                                   2,15                                           9,01

 

CON RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO

Tabella delle retribuzioni mensili in vigore dal 1.12.2011

 

LIVELLO                                   TOTALE NAZIONALE CONGLOBATO

5 – SPEC. SUPER                                   1.428,33

4 – SPECIALIZZATO                              1.344,57

3 – QUAL. SUPER                                   1.286,55

2 – QUALIFICATO                                   1.256,16

1 – COMUN E                                         1.159,07

 

COOPERATIVE E CONSORZI AGRICOLI

OPERAI CON RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO

Tabella delle retribuzioni giornaliere in vigore dal 01.8.2016

                                    MINIMO

                          RETRIBUTIVO

                          NAZIONALE

LIVELLO             CONGLOBATO              3°ELEMENTO 30,44%  TOTALE SALARIO NAZIONALE

 

3                           60,87                                    18,53                                      79,40

4                           56,60                                    17,23                                      73,83

5                           53,82                                    16,38                                      67,20

6                           52,26                                    15,91                                      68,17

7                           48,49                                    14,76                                      63,25

 

OPERAI CON RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO

Tabella delle retribuzioni mensili in vigore dal 01.08.2016

 

LIVELLO MINIMO CONTRATTUALE CONGLOBATO

3–                     1.582,61

4 –                    1.471,55

5 –                     1.399,38

6 –                     1.358,85

7 –                     1.260,73

 

LIVELLO SCATTI DI ANZIANITA’

3°                         12,20

4°                         11,93

5°                         11,39

6°                         10,85

7°                           9,44

 

 NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE

 

MOD. 1 R.M. SETTORE TRADIZIONALE

Retribuzioni medie O.T.D.

Col. 1 Nelle province dove sono stati rinnovati i C.P.L. indicare i parametri attribuiti ai profili professionali presenti nella provincia.

Col. 2 Indicare i valori economici dei parametri di Col.1. Nelle province dove non si è proceduto al rinnovo dei C.P.L. riportare gli importi dei “minimi salariali di area” con i seguenti criteri: minimi della prima area ai lavoratori ex specializzati super e ex specializzati; minimi della seconda area ai lavoratori ex qualificati super e ex qualificati; minimi della terza area ai lavoratori ex comuni.

Col. 3 Indicare gli importi giornalieri degli aumenti salariali provinciali desumendone l’ammontare dalla tabella salariale in vigore alla data del 30.10.16. Nelle province dove non siano stati rinnovati i C.P.L., indicare l’importo dell’integrazione provinciale.

Col. 4 Calcolare il valore del Terzo Elemento applicando agli importi delle Colonne 2 e 3 l’indice percentuale del 30,44%.

Col. 5 Sommare, per ciascuna qualifica o parametro, gli importi delle Col. 2, 3 e 4.

Col. 6 Indicare, per ogni parametro, l’incidenza nell’ambito della qualifica in cui è stato inserito. Il totale delle incidenze dei parametri appartenenti alla stessa qualifica deve essere pari a 100.

Col. 7 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col.5 gli indici percentuali di Col.6.

Col. 8 Determinare la retribuzione giornaliera per ogni singola qualifica sommando le retribuzioni giornaliere, relative ai parametri, indicate nella Col.7.

Col. 9 Indicare separatamente le percentuali di incidenza numerica degli ex “Qualificati” e degli ex “Qualificati Super” nonché degli ex “Specializzati” e degli ex “Specializzati Super” relativamente al complesso dei lavoratori che rivestono tali qualifiche (Incidenza numerica “%” degli ex “Qualificati” + Incidenza numerica “%” degli ex “Qualificati Super” = 100; Incidenza numerica “%” degli ex “Specializzati” + Incidenza numerica “%” degli ex “Specializzati Super” = 100).

Col.10 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col.8 gli indici percentuali di Col.9.

Col.11 Sono riportati i valori da attribuire alle retribuzioni corrispondenti alle tre qualifiche previste dalla L. n. 457/72 per gli Operai a Tempo Determinato (Peso 1 per gli ex Comuni; Peso 2 per gli ex Qualificati/ex Qualificati Super; Peso 3 per gli ex Specializzati/ex Specializzati Super).

Col.12 Moltiplicare gli importi di Col.8 per i Comuni ovvero di Col. 10 per i valori di Col.11; sommare detti importi e dividere il Totale per 6. Si ottiene la retribuzione media giornaliera.

– INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “TRADIZIONALE” SUL COMPLESSO DELL’ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

MOD. 2 R.M. SETTORE TRADIZIONALE

Retribuzioni medie O.T.I.

Col. 1 Nelle province dove sono stati rinnovati i CPL indicare i parametri attribuiti ai profili professionali presenti nella provincia.

Col. 2 Indicare i valori economici dei parametri di Col.1. Nelle province dove non si è proceduto al rinnovo dei C.P.L. riportare gli importi dei “minimi salariali di area” con i seguenti criteri: minimi della prima area ai lavoratori ex specializzati super e ex specializzati; minimi della seconda area ai lavoratori ex qualificati super e ex qualificati; minimi della terza area ai lavoratori ex comuni. I valori devono essere espressi in misura mensile.

Col. 3 Indicare gli importi mensili degli aumenti salariali provinciali desumendone l’ammontare dalla tabella salariale in vigore alla data del 30.10.16. Nelle province dove non siano stati rinnovati i C.P.L. indicare l’importo dell’integrazione provinciale.

Col. 4 Indicare, per ciascuna qualifica o parametro, il corrispettivo mensile in contanti, previsto dal C.P.L. per il caso in cui i generi in natura non vengano corrisposti.

Col. 5 Indicare, per ciascuna qualifica o parametro, il valore sostitutivo mensile dell’alloggio ed annessi per il caso di mancata concessione, sempre che il relativo elemento della retribuzione sia stabilito dal C.P.L.

Col. 6 Indicare il numero medio ponderato degli scatti di anzianità maturati dai lavoratori appartenenti a ciascuna qualifica o parametro; detto numero di scatti non può essere superiore a cinque.

Col. 7 Calcolare, per ciascuna qualifica o parametro, gli importi mensili relativi agli scatti di anzianità moltiplicando i dati di colonna 6 per le quote fisse mensili.

Col. 8 Sommare, per ciascuna qualifica o parametro, gli importi mensili delle Col. 2,3,4,5 e 7.

Col. 9 I ratei relativi alla 13a e 14a mensilità si ottengono dividendo i totali di Col. 8 per 12 e moltiplicando i risultati per 2.

Col. 10 Sommare gli importi mensili relativi a ciascun parametro o qualifica delle Col. 8 e 9.

Col. 11 Dividere gli importi mensili di Col.10 per 26 (numero convenzionale delle giornate di lavoro).

Col. 12 Indicare per ogni parametro l’incidenza nell’ambito della qualifica in cui è stato inserito. Il totale dei parametri appartenenti alla stessa qualifica deve essere pari a 100.

Col. 13 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col.11 gli indici percentuali di Col.12.

Col. 14 Determinare la retribuzione giornaliera per singola qualifica sommando le retribuzioni giornaliere, relative ai parametri, indicate nella Col. 13.

– INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “TRADIZIONALE” SUL COMPLESSO DELL’ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

MOD. 1 R.M. SETTORE FLOROVIVAISTICO

Retribuzioni medie O.T.D.

Col. 1 Nelle province dove sono stati rinnovati i C.P.L. indicare i parametri attribuiti ai profili professionali presenti nella provincia.

Col. 2 Indicare i valori economici dei parametri di Col.1. Nelle province dove non si è proceduto al rinnovo dei C.P.L. riportare gli importi dei “minimi salariali di area” con i seguenti criteri: minimi della prima area ai lavoratori ex specializzati super e ex specializzati; minimi della seconda area ai lavoratori ex qualificati super e ex qualificati; minimi della terza area ai lavoratori ex comuni.

Col. 3 Indicare gli importi giornalieri degli aumenti salariali provinciali desumendone l’ammontare dalla tabella salariale in vigore alla data del 30.10.16. Nelle province dove non siano stati rinnovati i C.P.L. indicare l’importo dell’integrazione provinciale.

Col. 4 Calcolare il valore del Terzo Elemento applicando alla somma degli importi delle Colonne 2 e 3 l’indice percentuale del 30,44%.

Col. 5 Sommare, per ciascuna qualifica o parametro, gli importi delle Col. 2, 3 e 4.

Col. 6 Indicare, per ogni parametro, l’incidenza nell’ambito della qualifica in cui è stato inserito. Il totale delle incidenze dei parametri appartenenti alla stessa qualifica deve essere pari a 100.

Col. 7 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col.5 gli indici percentuali di Col.6.

Col. 8 Determinare la retribuzione giornaliera per singola qualifica sommando le retribuzioni giornaliere, relative ai parametri, indicate nella Col.7.

Col. 9 Indicare separatamente le percentuali di incidenza numerica degli ex “Qualificati” e degli ex “Qualificati Super” nonché degli ex “Specializzati” e degli ex “Specializzati Super” relativamente al complesso dei lavoratori che rivestono tali qualifiche (Incidenza numerica “%” degli ex “Qualificati” + Incidenza numerica “%” degli ex “Qualificati Super” = 100; Incidenza numerica “%” degli ex “Specializzati” + Incidenza numerica “%” degli ex “Specializzati Super” = 100).

Col. 10 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col. 8 gli indici percentuali di Col. 9.

Col. 11 Sono riportati i valori da attribuire alle retribuzioni corrispondenti alle tre qualifiche previste dalla L. n. 457/72 per gli Operai a Tempo Determinato (Peso 1 per gli ex Comuni, Peso 2 per gli ex Qualificati/ex Qualificati Super, Peso 3 per gli ex Specializzati/ex Specializzati Super).

Col. 12 Moltiplicare gli importi di Col.8 ovvero 10 per i valori di Col.11; sommare detti importi e dividere il Totale per 6. Si ottiene la retribuzione media giornaliera.

– INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “FLOROVIVAISTICO” SUL COMPLESSO DELL’ ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

MOD. 2 R.M. SETTORE FLOROVIVAISTICO

Retribuzioni medie O.T.I.

Col. 1 Nelle province dove sono stati rinnovati i C.P.L. indicare i parametri attribuiti ai profili professionali presenti nella provincia.

Col. 2 Indicare i valori economici dei parametri di Col.1. Nelle province dove non si è proceduto al rinnovo dei C.P.L. riportare gli importi dei “minimi salariali di area” con i seguenti criteri: minimi della prima area ai lavoratori ex specializzati super e ex specializzati; minimi della seconda area ai lavoratori ex qualificati super e ex qualificati; minimi della terza area ai lavoratori ex comuni. I valori devono essere espressi in misura mensile.

Col. 3 Indicare gli importi mensili degli aumenti salariali provinciali desumendone l’ammontare dalla tabella salariale in vigore alla data del 30.10.16. Nelle province dove non siano stati rinnovati i C.P.L. indicare l’importo dell’integrazione provinciale.

Col. 4 Indicare il numero medio ponderato degli scatti di anzianità maturati dai lavoratori appartenenti a ciascuna qualifica o parametro; detto numero di scatti non può essere superiore a cinque.

Col. 5 Calcolare, per ciascuna qualifica o parametro, gli importi mensili relativi agli scatti di anzianità moltiplicando i dati di colonna 4 per le quote fisse mensili.

Col. 6 Sommare, per ciascuna qualifica o parametro, gli importi mensili delle Col. 2,3 e 5.

Col. 7 I ratei relativi alla 13a e 14a mensilità si ottengono dividendo i totali di Col. 6 per 12 e moltiplicando i risultati per 2.

Col. 8 Sommare gli importi mensili relativi a ciascun parametro o qualifica delle Col. 6 e 7.

Col. 9 Dividere gli importi mensili di Col. 8 per 26 (numero convenzionale delle giornate di lavoro).

Col. 10 Indicare per ogni parametro l’incidenza nell’ambito della qualifica in cui è stato inserito. Il totale dei parametri appartenenti alla stessa qualifica deve essere pari a 100.

Col. 11 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col. 9 gli indici percentuali di Col. 10.

Col. 12 Determinare la retribuzione giornaliera per singola qualifica sommando le retribuzioni giornaliere, relative ai parametri, indicate nella Col. 11.

INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “FLOROVIVAISTICO” SUL COMPLESSO DELL’ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

MOD. 1 R.M. SETTORE COOPERATIVE

Retribuzioni medie O.T.D.

Col. 1 Vanno riportati, per ciascuna qualifica, gli importi del “minimo retributivo nazionale conglobato” di cui al predetto Contratto, espressi in misura giornaliera.

Col. 2 Va calcolato, per ciascuna qualifica, l’importo del Terzo Elemento relativo al minimo contrattuale conglobato, applicando agli importi della colonna precedente l’indice del 30,44%.

Col. 3 Va riportato, per ciascuna qualifica, il totale del salario nazionale (Col. 1+2).

Col. 4 Indicare gli importi giornalieri del salario integrativo previsto per ciascuna qualifica, desumendone l’ammontare dalla tabella salariale in vigore alla data del 30.10.16.

Col. 5 Calcolare, per ciascuna qualifica, gli importi del Terzo Elemento, relativo al salario integrativo, applicando agli importi della colonna precedente l’indice del 30,44%.

Col. 6 Sommare, per ciascuna qualifica, gli importi delle colonne 3, 4 e 5; i totali rappresentano le retribuzioni contrattuali giornaliere.

Col. 7 Indicare le percentuali di incidenza numerica dei “Qualificati”(Livello 6) e dei “Qualificati Super”(Livello 5), degli “Specializzati”(Livello 4) e degli “Specializzati Super” (Livello 3) relativamente al complesso dei lavoratori che rivestono tali qualifiche (Incidenza numerica “%” dei “Qualificati” + Incidenza numerica “%” dei “Qualificati Super” = 100; Incidenza numerica “%” degli “Specializzati” + Incidenza numerica “%” degli “Specializzati Super” = 100).

Col. 8 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col. 6 gli indici percentuali di Col. 7.

Col. 9 Sono riportati i valori da attribuire alle retribuzioni corrispondenti alle qualifiche previste dalla L. n. 457/72 per gli Operai a Tempo Determinato >Peso 1 per i Comuni (Livello 7); Peso 2 per i Qualificati (Livello 6)/Qualificati Super (Livello 5); Peso 3 per gli Specializzati (Livello 4)/ Specializzati Super (Livello 3)<.

Col.10 Moltiplicare gli importi di Col. 8 per i valori di Col. 9; sommare detti importi e dividere il totale per 6. Si ottiene la retribuzione media giornaliera.

– INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “COOPERATIVE” SUL COMPLESSO DELL’ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

MOD. 2 R.M. SETTORE COOPERATIVE

Retribuzioni medie O.T.I.

Col. 1 Vanno riportati, per ciascuna qualifica, gli importi mensili del “minimo retributivo nazionale conglobato”.

Col. 2 Va riportato, per ciascuna qualifica, l’incremento di cui al CCNL.

Col. 3 Va riportato, per ciascuna qualifica, il totale della retribuzione (Col. 1+2).

Col. 4 Indicare gli importi mensili del salario integrativo previsto per ciascuna qualifica, desumendone l’ammontare dalla tabella salariale in vigore alla data del 30.10.16.

Col. 5 Indicare, per ciascuna qualifica o parametro, il corrispettivo mensile in contanti, previsto dal C.P.L., per il caso in cui i generi in natura non vengano corrisposti.

Col. 6 Indicare, per ciascuna qualifica, il valore sostitutivo mensile dell’alloggio ed annessi nel caso di mancata concessione, sempre che il relativo elemento della retribuzione sia stabilito dal C.P.L. (i dati devono essere desunti dai contratti).

Col. 7 Indicare il numero medio ponderato degli scatti di anzianità maturati dai lavoratori appartenenti a ciascuna qualifica; detto numero di scatti non può essere superiore a cinque.

Col. 8 Calcolare, per ciascuna qualifica, gli importi mensili relativi agli scatti di anzianità moltiplicando i dati di Col. 7 per le quote fisse mensili.

Col. 9 Sommare, per ciascuna qualifica, gli importi mensili delle Col. 3, 4, 5, 6 e 8.

Col. 10 I ratei relativi alla 13a e 14a mensilità si ottengono dividendo i totali di Col. 9 per 12 e moltiplicando i risultati per 2.

Col. 11 Sommare gli importi mensili relativi a ciascuna qualifica delle Col. 9 e 10 .

Col. 12 Dividere gli importi mensili di Col. 11 per 26 (numero convenzionale delle giornate di lavoro).

– INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “COOPERATIVE” SUL COMPLESSO DELL’ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

 

MOD. 1 R.M. SETTORE IDRAULICO-FORESTALE

Retribuzioni medie O.T.D.

Col. 1 Va riportato per ciascuna qualifica l’importo del “minimo retributivo nazionale conglobato”.

Col. 2 Va calcolato il Terzo Elemento sul “minimo retributivo nazionale conglobato”.

Col. 3 Va riportato, per ciascuna qualifica, il totale della retribuzione giornaliera (retribuzione oraria per 6,5) previsto dall’anzidetto CCNL.

Col. 4 Indicare in misura giornaliera gli importi relativi al salario integrativo regionale. Detta retribuzione giornaliera si calcola con il seguente procedimento: retribuzione oraria per (169:26). Per la Regione Sardegna, la retribuzione oraria si moltiplica per (156:26).

Col. 5 Calcolare, per ciascuna qualifica, il Terzo Elemento, relativo al salario integrativo regionale, applicando agli importi della colonna precedente l’indice del 31,36 %.

Col. 6 Sommare gli importi delle Col. 3, 4 e 5: i totali rappresentano le retribuzioni contrattuali giornaliere di ciascuna qualifica.

Col. 7 Indicare le percentuali di incidenza numerica degli “Specializzati” e degli “Specializzati Super” relativamente al complesso dei lavoratori che rivestono tali qualifiche (Incidenza numerica “%” degli “Specializzati” + Incidenza numerica “%” degli “Specializzati Super” = 100).

Col. 8 Calcolare gli importi applicando ai totali di Col. 6 gli indici percentuali di Col. 7.

Col. 9 Sono riportati i valori da attribuire alle retribuzioni corrispondenti alle tre qualifiche previste dalla L. n. 457/72 per gli Operai a Tempo Determinato (Peso 1 per i Comuni; Peso 2 per i Qualificati/Qualificati Super; Peso 3 per gli Specializzati/Specializzati Super).

Col. 10 Moltiplicare gli importi di Col. 6, ovvero 8, per i valori di Col. 9; sommare detti importi e dividere il totale per 6. Si ottiene la retribuzione media giornaliera.

– INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “IDRAULICO-FORESTALE” SUL COMPLESSO DELL’ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

MOD. 2 R.M. SETTORE IDRAULICO-FORESTALE

Retribuzioni medie O.T.I.

Col. 1 Va riportato, per ciascuna qualifica, l’importo del “minimo retributivo nazionale conglobato mensile”.

Col. 2 Va riportato, per ciascuna qualifica, l’importo mensile dell’aumento di cui al CCNL.

Col. 3 Va riportato, per ciascuna qualifica, l’importo mensile del salario nazionale.

Col. 4 Indicare in misura mensile, per ciascuna qualifica, gli importi relativi al salario integrativo regionale.

Col. 5 Indicare gli eventuali scatti di anzianità maturati; detto numero di scatti non può essere superiore a cinque.

Col. 6 Calcolare, per ciascuna qualifica, gli eventuali importi mensili relativi agli scatti di anzianità.

Col. 7 Sommare, per ciascuna qualifica, gli importi mensili delle Col.3, 4 e 6.

Col. 8 I ratei relativi alla 13a ed alla 14a mensilità si ottengono dividendo il totale di Col. 7 per 12 e moltiplicando il risultato per 2.

Col. 9 Sommare, per ciascuna qualifica, gli importi mensili delle Col. 7 e 8.

Col. 10 Dividere gli importi mensili di Col. 9 per 26 (n. medio convenzionale di giornate di lavoro).

INDICARE NELL’APPOSITO CAMPO L’INDICE PERCENTUALE DI “INCIDENZA DEL SETTORE “IDRAULICO-FORESTALE” SUL COMPLESSO DELL’ATTIVITA’ AGRICOLA PROVINCIALE”.

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: