PUBBLICATO STATUTO ANPAL

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 143 del 21-6-2016 risulta pubblicato il DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 maggio 2016, n. 108 contenente il Regolamento di approvazione dello Statuto dell’ANPAL.,di cui all’art. 1, comma 4, e all’art. 4, comma 18, del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150,in vigore dal 22 giugno 2016.,  che  di seguito si esamina  ,ricordando preliminarmente che a suo tempo il Consiglio dei Ministri ha nominato come Presidente dell’Agenzia Maurizio Del Conte .

Personalita’giuridica

L’Anpal ha personalita’ giuridica di diritto pubblico ed e’ dotata diautonomia organizzativa, regolamentare, amministrativa, contabile e di bilancio.

 

Vigilanza e controllo

E’ sottoposta alla vigilanza del MLPS ed al controllo della Corte dei conti

 

Attivita’

L’attivita’ dell’ANPAL e’ disciplinata dal decreto istitutivo(n.150/15) e dallo statuto(n.108/16).

 

Sede istituzionale

 

L’ANPAL provvisoriamente ha sede in Roma e utilizza le sedi gia’ in uso al MLPS e all’ISFOL, fino alladefinizione di un piano logistico generale di riorganizzazione del

Ministero.

 

Patrocinio Avvocatura Stato

L’ANPAL si avvale del patrocinio dell’Avvocatura Generale dello Stato

 

Fini istituzionali

Spetta all’Agenzia

-svolgere le funzioni e i compiti ad essa attribuiti dal decreto istitutivo, coordinando la rete dei servizi per le politichedel lavoro, al fine di promuovere l’effettivita’ dei diritti allavoro, alla formazione e all’elevazione professionale e il diritto di ogniindividuo ad accedere a servizi di collocamento gratuito, di cui mediante interventi   e   servizi   volti

-provvedere all’attuazione:

a) delle linee di indirizzo triennali e degli obiettivi annualidell’azione in materia di politiche attive, con particolare riguardoalla riduzione della durata media della disoccupazione, ai tempi diservizio, alla quota di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro stabiliti dal Ministero del lavoro, previa intesa con laConferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano;

b) della   specificazione   dei   livelli   essenziali   delle prestazioni che devono essere erogate su tutto il   territorio nazionale cosi’ come stabiliti dal Ministero del lavoro, previaintesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, leRegioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.

 

Vigilanza MLPS

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali esercita sull’ANPAL i poteri di indirizzo e vigilanza del decreto legislativo 30 luglio 1999,n.300, dal decreto istitutivo n.150/15 e e dallo statuto dpr n.108/16.

Pertanto il suddeto Ministero  esprime il parere preventivo sui seguenti atti dell’ANPAL

a) circolari e altri atti interpretativi di norme di legge o

regolamento

b) modalita’ operative e ammontare dell’assegno individuale di

ricollocazione di cui all’articolo 23 del decreto istitutiv

c) atti di programmazione e riprogrammazione in relazione ai

programmi europei gestiti dall’ANPAL in qualita’ di autorita’ di

gestione.

 

 

Organizzazione e funzionamento

Con propri regolamenti, approvati dal Ministro del sentiti il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro per la semplificazione e   la   pubblica

amministrazione, l’ANPAL disciplina

a) l’organizzazione e il funzionamento degli organi e dellestrutture;

b) l’amministrazione e la contabilita’.

 

Organi

Sono organi dell’ANPAL e restano in carica per tre anni rinnovabili per una sola volt

a) il presidente

b) il consiglio di amministrazione

c) il consiglio di vigilanza;

d) il collegio dei revisori.

 

 Attribuzioni del president

1.Il presidente e’ il legale rappresentante e svolge le seguenti funzioni

a) presiede il consiglio di amministrazione, di cui convoca e

presiede le riunioni e definisce l’ordine del giorno

b) puo’ assistere alle sedute del consiglio di vigilanza

c) in caso di   necessita’   e   urgenza,   sotto   la   sua

responsabilita’, puo’ adottare provvedimenti di competenza   del

consiglio di amministrazione da sottoporre a ratifica dello stesso

nella prima seduta utile. Detti provvedimenti sono immediatamente

esecutivi

d) sottoscrive le convenzion

2.In caso di vacanza, assenza o impedimento del presidente, le

relative funzioni sono svolte dal componente del consiglio di

amministrazione con maggiore anzianita’ complessiva nella funzione,

o, in caso di pari anzianita’, dal piu’ anziano di eta’.

 

 Attribuzioni del consiglio di amministrazione

1.Il consiglio di amministrazione esercita ogni funzione non

compresa nella sfera di competenza degli altri organi dell’ANPAL

a) approva i piani annuali dell’azione in materia di politiche

attive, da adottarsi con il decreto di cui all’articolo 2 del decreto

istitutivo

b) delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo

c) delibera i piani d’impiego dei fondi disponibil

d) adotta i regolamenti di contabilita’ e di organizzazione,

sulla base della proposta del direttore generale

e) delibera sulle scelte strategiche e sulle linee d’indirizzo

dell’Agenzia

f) determina gli obiettivi annuali di Italia Lavoro e le modalita’ di verifica del raggiungimento dei risultati

g) delibera su ogni questione che il Presidente pone all’ordine

del giorno.

2.Il consiglio di amministrazione si riunisce, su convocazione

del suo presidente, almeno quattro volte all’anno.

 

3.Le   deliberazioni   di   competenza   del   consiglio   di

amministrazione sono prese a maggioranza dei membri presenti. In caso

di parita’ prevale il voto del presidente,

 

4.Delle sedute del consiglio di amministrazione e’ redatto

apposito verbale.

Attribuzioni del consiglio di vigilanz

Il consiglio di vigilanza,  esercita le seguenti attribuzioni

a) formula proposte sulle linee di indirizzo generale al

consiglio di amministrazione

b) propone gli   obiettivi   strategici   al   consiglio   di

amministrazione

c) vigila sul perseguimento degli indirizzi e degli obiettivi

strategici adottati dal consiglio di amministrazione.

 

 

 Attribuzioni e funzionamento del collegio dei revisor

1.Il collegio dei revisori vigila   sull’osservanza   delle

disposizioni di legge, regolamentari e statutarie e provvede agli

altri compiti ad esso demandati dalla normativa vigente, compreso il

monitoraggio della spesa pubblica. In particolare

a) accerta la regolare tenuta dei libri e delle scritture

contabili

b) esamina il bilancio preventivo e il conto consuntivo

c) accerta periodicamente la consistenza di cassa

d) redige le relazioni di propria competenza

e) svolge il controllo di regolarita’ secondo le disposizioni

di cui all’articolo 20 del decreto legislativo 30 giugno 2011, n.

2.Il collegio dei revisori e’ convocato dal presidente, anche su

richiesta dei componenti, ogniqualvolta lo ritenga necessario e

comunque almeno ogni trimestre e si intende regolarmente costituito

quando alla seduta sono presenti tutti e tre i membri.

  1. Le sedute del collegio debbono risultare da apposito verbale

che viene trascritto sul libro dei verbali del collegio, custodito

presso l’ANPAL.

Attribuzioni del direttore general

1.Il direttore generale, esercita le seguenti

attribuzioni

a) predispone il bilancio preventivo e consuntivo, coordina

l’organizzazione interna del personale, degli uffici e dei servizi,

assicurandone l’unita’ operativa e di indirizzo

b) propone al consiglio di amministrazione i regolamenti di

contabilita’ e di organizzazione

c)   da’   attuazione   alle   delibere   del   consiglio   di

amministrazione

d) puo’ assistere alle sedute del consiglio di amministrazione

su invito dello stesso

e) formula proposte in materia di ristrutturazione operativa

dell’ANPAL e consistenza degli organici, senza nuovi e maggiori oneri

a carico della finanza pubblica

f) provvede, nei limiti e con le modalita’ previsti dalle norme

di legge, dai contratti collettivi e dai decreti di cui all’articolo

4, comma 9, del decreto istitutivo, all’attribuzione degli incarichi

ai dirigenti e ne effettua la valutazione

g) esercita ogni altro potere attribuitogli dal presidente e

dal consiglio di amministrazione, e tutti gli atti gestionali non

espressamente assegnati dalle disposizioni di legge, dal presente

statuto e dai regolamenti interni ad altri soggetti;

2.In caso di assenza dal servizio o di impedimento temporaneo,

le attribuzioni del direttore sono esercitate da un dirigente

dell’ANPAL, con funzioni vicarie, nominato dallo stesso direttore,

senza nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica.

 

 

 

Dirigenza

 

I Dirigenti dell’Anpal

a) curano l’attuazione degli indirizzi e dei programmi generali

predisposti dal direttore adottando i relativi atti e provvedimenti

amministrativi e di gestione ed esercitando, laddove previsto dal

regolamento di contabilita’, i relativi poteri di spesa

b) formulano proposte ed esprimono pareri al direttor

c) dirigono, controllano e coordinano l’attivita’ degli uffici

che da essi dipendono e   dei   responsabili   dei   procedimenti

amministrativi

d) provvedono alla gestione del personale e delle risorse

finanziarie e strumentali assegnate ai propri uffici

e) svolgono tutti gli altri compiti ad essi delegati dal

direttore generale

f) effettuano la valutazione del personale assegnato ai propri

uffici, secondo quanto stabilito dalla normativa di riferimento e dal

regolamento di organizzazione

 

 

 Organismo indipendente di valutazione della performance e Comitato

unico di garanzia per le pari opportunita’, la valorizzazione del

benessere di chi lavora e contro le discriminazion

 

L’ANPAL si avvale dell’Organismo indipendente di valutazione

della performance nonche’ del Comitato unico di garanzia per le pari

opportunita’, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro

le discriminazioni (CUG) del Ministero del lavoro e delle politiche

sociali.

 

 

Principi generali di organizzazione e di funzionament

1.L’ANPAL e’ articolata in uffici dirigenziali di livello non

generale in un numero non superiore a 7 unita’, nonche’ in strutture

non dirigenziali di ricerca e consulenza tecnico-scientifica, secondo

quanto previsto dal regolamento di organizzazione

2.Con il medesimo   regolamento   di   organizzazione,   sono

disciplinati il numero degli uffici e l’individuazione dei compiti,

favorendo il decentramento delle responsabilita’ operative.

 

 

 Bilancio

-Entro il 15 ottobre di ogni anno, il direttore trasmette il

bilancio preventivo al collegio dei revisori, che lo esamina entro i

quindici giorni successivi.

-Entro il 31 ottobre, il consiglio di

amministrazione delibera il bilancio preventivo che viene trasmesso

dal presidente al Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

 

-Entro il 31 dicembre, il Ministro del lavoro e delle politiche

sociali, sentito il Ministro dell’economia e delle finanze, approva

il bilancio preventivo o lo restituisce indicando le motivazioni

della mancata approvazione. Il regolamento di contabilita’ definisce

le   modalita’   di   autorizzazione   all’esercizio   del   bilancio

provvisorio

-Entro il 15 aprile il direttore, trasmette il conto consuntivo

dell’esercizio precedente al collegio dei revisori dei conti, che lo

esamina entro i dieci giorni successivi

-Entro il 30 aprile, il consiglio di amministrazione delibera

il conto consuntivo, che viene trasmesso dal presidente al Ministro

del lavoro e delle politiche sociali. Il Ministro del lavoro e delle

politiche sociali, sentito il Ministro dell’economia e delle finanze,

approva il conto consuntivo o lo restituisce indicando le motivazioni

della mancata approvazione-

Il bilancio preventivo e le relative variazioni e il conto

consuntivo sono pubblicati sul sito istituzionale dell’ANPAL entro

dieci giorni dall’approvazione.

 

 

 Mezzi finanziari

1.Le entrate dell’ANPAL sono costituite

a) dalle risorse di cui all’articolo 5 del decreto istitutivo

b) dalle risorse derivanti dal blocco delle assunzioni presso

ISFOL, in relazione alle cessazioni di personale avvenute negli anni

2015 e 2016, e quelle relative alle economie per le cessazioni del

personale delle aree funzionali, gia’ in servizio presso la Direzione

generale per le politiche attive, i servizi per il lavoro e la

formazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali,

avvenute nell’anno 2015, di cui all’articolo 4, comma 6, del decreto

istitutivo, accertate   annualmente   con   decreto   del   Ministro

dell’economia e delle finanze

c) dalle risorse derivanti dal trasferimento dal Ministero del

lavoro e delle politiche sociali e dall’ISFOL, ai sensi dell’articolo

4, comma 9, del decreto istitutivo

d) dalle risorse derivanti dalla riduzione degli oneri di

funzionamento dell’ISFOL, di cui all’articolo 10, comma 1, del

decreto istitutivo

e) dalle eventuali ulteriori risorse che pervengano all’ANPAL

espressamente assegnate dalla legge o derivanti da altri proventi

patrimoniali o di gestione.

 

 

 

Modifiche allo statu

Le modifiche allo Statuto dell’ANPAL sono approvate con

decreto del Presidente della Repubblica ai sensi dell’articolo 17,

comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta del Ministro

del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro

dell’economia e delle finanze e del Ministro per la semplificazione e

la pubblica amministrazione.

 

—————————————–

Art 4 e segg.Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150 – Gazzetta Ufficiale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: