SENTENZA CASSAZIONE INERENTE TRASFERIMENTO AZIENDA CON MANTENIMENTO DIRITTI

Si  rimarca  la previsione della sentenza  riportata a margine, con cui la Corre Suprema ha annullato la decisione della Corte di Appello con rinvio ,disconoscendo  il  trasferimento di    rampo d’azienda.

Infatti, nella decisione risulta dichiarato quanto segue:

Il principio di diritto che regola la fattispecie è dunque il seguente: “Costituisce elemento costitutivo della cessione di ramo d’azienda prevista dall’art. 2112 c.c., anche nel testo modificato dal D.Lgs. n. 276 del 2003, art. 32, l’autonomia funzionale del ramo ceduto, ovvero la capacità di questo, già al momento dello scorporo dal complesso cedente, di provvedere ad uno scopo produttivo con i propri mezzi, funzionali ed organizzativi e quindi di svolgere – autonomamente dal cedente e senza integrazioni di rilievo da parte del cessionario – il servizio o la funzione cui risultava finalizzato nell’ambito dell’impresa cedente al momento della cessione, indipendentemente dal coevo contratto di fornitura di servizi che venga contestualmente stipulato tra le parti. Incombe su chi intende avvalersi degli effetti previsti dall’art. 2112 c.c. che costituiscono eccezione al principio del necessario consenso del contraente ceduto stabilito dall’art. 1406 c.c., fornire la prova dell’esistenza di tutti i requisiti che ne condizionano l’operatività”.

7. Ciò posto, occorre rilevare che la Corte territoriale non ha fatto corretta applicazione di tale principio.

In particolare, laddove ha descritto quale fosse la dotazione del complesso ceduto, ha indicato “i contratti inerenti il ramo – con la sola esclusione delle locazioni delle sedi di Milano, Roma e Ivrea – come pure i beni materiali e immateriali necessari per svolgere tali attività, nonché tutto il personale adibito alle attività cedute alla cessionaria” (ad eccezione di due responsabili). Al fine poi di disattendere il motivo d’appello che valorizzava l’utilizzo da parte dei lavoratori del ramo ceduto dei programmi di proprietà della cedente e delle interconnessioni con il personale di quest’ultima, ha argomentato che tali aspetti “non contraddicono il concetto di autonomia funzionale, inteso in termini di capacità di produrre un determinato servizio, e ciò nonostante il fatto che per ottenere il medesimo siano necessari coordinamenti e appunto interconnessioni”.

In tal modo, la Corte territoriale non ha però risposto al quesito che la stessa aveva ritenuto necessario risolvere per qualificare il contratto intercorso tra V. e C. come cessione di ramo d’azienda, non risultando da quali elementi risulterebbe l’autonomia funzionale del ramo ceduto, e quindi la capacità di esso, indipendentemente dal coevo contratto di appalto, di svolgere autonomamente dal cedente e senza integrazioni di rilievo da parte del cessionario il servizio o la funzione cui risultava finalizzato al momento della cessione. Allo scopo non era infatti sufficiente che i beni materiali e immateriali ceduti fossero “necessari” per lo svolgimento delle attività inerenti il ramo, in quanto la Corte non ha esaminato se essi fossero anche sufficienti, né ha argomentato specificamente in ordine ai rilievo, formulato dalla parte appellante e riferito dalla stessa Corte, che fra i contratti ceduti non risultasse quello dell’immobile in cui i lavoravano a Milano, né fossero stati ceduti gli arredi ed i sistemi operativi già utilizzati presso tale sede, né le infrastrutture tecnologiche necessarie per l’attività, hub e router, né il personale fosse dotato di particolare know how o di specifica elevata professionalità.

Non poteva del resto essere sufficiente l’autonomia organizzativa e funzionale assunta della cessionaria nello svolgimento dell’attività, non risultando chiarito quanto di tale autonomia derivasse dalle sole potenzialità del complesso ceduto e quanto invece fosse frutto delle integrazioni strutturali e organizzative adottate da C. e di quelle fornite in virtù del contratto d’appalto.


CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 11 maggio 2016, n. 9682

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: