MLPS:ENTRO 1° LUGLIO P.V. PRESENTAZIONE AUTODICHIARAZIONE ESONERO DISABILI

Esonero ex art.5,comma 3 bis,legge 68/

1.Fonti normative

Sono costituite ,oltre che dal comma 3 bis dell’art.5 della legge n.68/99 dai seguenti provvedimenti:

a) Decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, del 10 marzo 2016,  ,registrato dalla Corte dei Conti il 15 aprile successivo, pubblkicato sul sito ministeriale il 2.5.2016,che da’ attuazione al comma 2 dell’art.5 del dec.legvo n.151/15

b) la nota 2452 del 15 aprile 2016 con il MLPS ha definito le procedure di autocertificazione dell’esonero dall’assunzione di disabili per gli addetti a lavorazioni a rischio elevato e le modalità di versamento del relativo contributo secondo la previsioner del decreto ministeriale del 10 marzo 2016 .

2.Datori di lavoro interessati

Trattandosi di esonero parziale,esso èpuo’ essere utilizzato dai datori di lavoro privati e dagli enti pubblici economici  aventi  da 15 a 35 dipendenti in,organico,per cui è previsto l’obbligo di assunzione di un solo soggetto  disabile.

Si prevede che   procedura di esonero  sia  sostituita da un’autocertificazione del datore di lavoro ,in cui si attesta che i lavoratori di cui sopra sono esclusi dalla base di computo e sono obbligate a versare al Fondo per il diritto al lavoro dei  un contributo esonerativo pari a 30.64 euro per ogni giorno lavorativo per ciascun lavoratore con disabilita’ non occupato.

3. Dipendenti coinvolti

Addetti impegnati   in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio ai fini INAIL pari o superiore al 60 per mille

A.4.Modalita’ operative da seguire

Le condizioni e l’iter amministrativo che i datori di lavoro interessati devono rispettare sono i seguenti:

1) versare al fondo per il diritto al lavoro dei disabili (articolo 13, della legge 68/1999) un contributo pari a 30,64 euro per ogni giorno lavorativo, per ciascun addetto con disabilità non occupato.(per le modalita’ da seguire nella regione Abruzzo,occorre  fare riferimento alla deliberazione della Giunta Regionale n.935 del 17.10.2001)

2) autocertificare l’esonero dall’obbligo di copertura delle quote di riserva, per quanto concerne i medesimi addetti(ved.f ac simile sotto stante);

In merito a quest’ultimo adempimento si precisa che, indipendentemente dal contratto collettivo nazionale di lavoro applicato, il contributo è calcolato convenzionalmente su 5 giorni lavorativi a settimana, pari a 22 giorni al mese (2.022,24 euro a trimestre per ciascun lavoratore con disabilità per cui si autocertifica l’esonero).

Il primo versamento del contributo dovrà essere effettuato nei 5 giorni lavorativi precedenti l’autocertificazione – tramite bonifico bancario, utilizzando il codice Iban comunicato sul portale http://www.lavoro.gov.it – e copre il periodo dalla data in cui il datore di lavoro ha inteso avvalersi dell’esonero al termine del trimestre in cui è presentata l’autocertificazione.

Si  ricorda che , in caso di mancato versamento del contributo, il datore decade dalla possibilità di avvalersi dell’esonero ed e’ tenuto a presentare la richiesta di assunzione dei lavoratori con disabilità, entro 60 giorni dal termine del trimestre coperto da versamento.

Invece, per quanto concerne l’autocertificazione, in sede di prima applicazione, va presentata in via telematica entro 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto, indicando la data dalla quale il datore di lavoro ha inteso avvalersi dell’esonero: questa non può essere antecedente al 24 settembre 2015 (data di entrata in vigore del Dlgs 151/2015) né successiva al 31 dicembre 2015, come illustrato nella nota ministeriale sopra citata n.2452.

Le istruzioni ministeriali sono particolarmente importanti anche in vista della scadenza della presentazione del prospetto informativo, slittata – per  l’anno in corso – al 15 maggio, a seguito della nota 970 del 17 febbraio 2016.

Infatti, in attesa dell’attivazione della procedura telematica per l’autocertificazione (attraverso la banca dati del collocamento mirato), il datore può utilizzare il prospetto informativo, compilando l’apposita sezione “esonero parziale autocertificato”: sul punto, va prestata attenzione all’inserimento del campo “data autocertificazione” e delle correlate precisazioni nelle note in coda al prospetto, secondo le istruzioni fornite dal ministero del Lavoro.

Per il Fac simile esonero si richiama quello allegato al decreto interministeriale  di riferimento

Premesso quanto sopra ed evidenziato che il decreto interministeriale del 10.3.2016 risulta pubblicato sul sito del mlps ,sezione pubblicita’ legale,si eviodenzia che la presentazione dell’esonero  in questione deve avvenire entro il 1° luglio 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: