Si richiama l’attenzione sulla sentenza n.2424/16 ,con cui la Corte di Cassazione ha stabilito che  il  caso in cui il datore di lavoro concede l’uso di aree aziendali per il parcheggio gratuito delle autovetture dei suoi dipendenti, non è affatto ascrivibile a un rapporto di cortesia tra le parti. 

Infatti ,  prevede   la  citata  sentenza che “la nozione di retribuzione imponibile ex art. 12 della legge n. 153 del 1969 comprende pure tutte quelle integrazioni salariali derivanti da un risparmio conseguito dal lavoratore: pertanto, anche la possibilità di beneficiare gratuitamente del posteggio per l’autovettura, che si configura come una erogazione in natura da parte del datore di lavoro, si traduce in un indubbio vantaggio per il lavoratore. Cosicché  il datore di lavoro risulta  tenuto a pagare i contributi come un comune benefit destinato ai lavoratori». Che è il colore che ho in questo momento.