I CONCORSI 2016 NELLE SCUOLE STATALI

 Parte il nuovo concorso a posti e cattedre per il personale docente così come previsto dalla Legge 107 del 13 luglio 2015.
La procedura concorsuale ha carattere regionale e prevede tre bandi: uno per i docenti della scuola dell’infanzia e della primaria, un secondo rivolto ai docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado e infine un terzo bando per i docenti di sostegno.
Un totale di 63.712 posti che verrano assegnati nel corso del triennio 2016/2018.

Infanzia e primaria

I posti messi a bando per la scuola dell’infanzia sono 6.933 e per la scuola primaria 17.299. Le assunzioni avverrano nel triennio 2016/2018

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo in possesso di abilitazione all’insegnamento per la scuola dell’infanzia e/o per la scuola primaria, conseguita entro la data di scadenza prevista dal bando.

Come partecipare

L’aspirante docente deve presentare obbligatoriamente domanda online.
La domanda è disponibile su Istanze Online del sito Miur dalle ore 8:00 del giorno 29 febbraio alle ore 14:00 del 30 marzo.
Ogni candidato può presentare la domanda in una sola regione.
I candidati che hanno i titoli per partecipare anche alle procedure concorsuali per la scuola secondaria e per il sostegno possono farlo e presentare la domanda anche in una regione diversa da quella prescelta per il bando della scuola dell’infanzia e primaria.

Le prove d’esame

L’esame prevede il superamento di una prova scritta computerizzata e di una prova orale.
Non è prevista alcuna prova preselettiva.
La prova scritta ha una durata di 150 minuti ed è composta da otto quesiti di cui sei a risposta aperta e due, nella lingua straniera scelta dal candidato, a risposta chiusa.
Per la scuola primaria questa lingua è obbligatoriamente l’inglese.
Per la scuola dell’infanzia invece sarà la lingua che il candidato avrà scelto al momento della presentazione della domanda fra francese, inglese, spagnolo e tedesco.
La prova orale ha una durata di 45 minuti e vi accedono i candidati che hanno superato la prova scritta. Si compone di una lezione simulata e di un colloquio con la commissione d’esame.

Documenti utili

Secondaria di I e II grado

I posti messi a bando per la scuola secondaria sono 15.638 per il primo grado e 17.231 per il secondo grado.
A questi si aggiungono 506 posti per la nuova classe di concorso A023 relativa all’insegnamento dell’italiano come seconda lingua.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo in possesso di abilitazione all’insegnamento conseguita entro la data di scadenza prevista dal bando.

Come partecipare

L’aspirante docente deve presentare obbligatoriamente domanda online.
La domanda è disponibile su Istanze Online del sito Miur dalle ore 8:00 del giorno 29 febbraio alle ore 14:00 del 30 marzo.
Ogni candidato può presentare la domanda in una sola regione.
I candidati in possesso dei titoli per partecipare anche alle procedure concorsuali per la scuola dell’infanzia, primaria o sostegno possono farlo e presentare la domanda anche in una regione diversa da quella prescelta per il bando della scuola secondaria.

Le prove d’esame

L’esame prevede il superamento di una o più prove scritte computerizzate, di una eventuale prova pratica anche a carattere laboratoriale e di una prova orale. Non è prevista alcuna prova preselettiva.
Le prove scritte, diverse per ciascuna classe di concorso o ambito disciplinare, hanno una durata di 150 minuti e sono composte da otto quesiti di cui sei a risposta aperta e due, nella lingua straniera scelta dal candidato, a risposta chiusa.
Per le classi di concorso di lingua straniera la prova scritta deve essere svolta interamente nella relativa lingua.
La prova pratica anche a carattere laboratoriale verte sugli stessi programmi della classe di concorso a cui si riferisce. La durata, il programma e i contenuti generali sono indicati, per ciascuna classe di concorso, nell’allegato A del D.M. 95 (prove d’esame)
La prova orale ha una durata di 45 minuti e vi accedono i candidati che hanno superato le prove scritte. Si compone di una lezione simulata e di un colloquio con la commissione d’esame.

Documenti utili

Sostegno

I posti messi a bando per il sostegno sono 6.101 così ripartiti sui vari gradi di istruzione: 304 per l’infanzia, 3.799 per la primaria, 975 per la secondaria di I grado e 1.023 per il II grado.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo in possesso di abilitazione all’insegnamento e del titolo di specializzazione sul sostegno conseguiti entro la data di scadenza prevista dal bando.

Come partecipare

L’aspirante docente deve presentare obbligatoriamente domanda online.
La domanda è disponibile su Istanze Online del sito Miur dalle ore 8:00 del giorno 29 febbraio alle ore 14:00 del 30 marzo.
Ogni candidato può presentare la domanda in una sola regione.
I candidati che, avendone titolo, intendano partecipare anche alle altre procedure concorsuali possono farlo e presentare la domanda anche in una regione diversa da quella prescelta per il bando sul sostegno.

Le prove d’esame

L’esame prevede il superamento di una prova scritta computerizzata e di una prova orale.
Non è prevista alcuna prova preselettiva.
La prova scritta ha una durata di 150 minuti ed è composta da otto quesiti di cui sei a risposta aperta e due, nella lingua straniera scelta dal candidato, a risposta chiusa.
La prova orale ha una durata di 45 minuti e vi accedono i candidati che hanno superato la prova scritta. Si compone di una lezione simulata e di un colloquio con la commissione d’esame.

Documenti utili

Commissioni d’esame

La normativa ministeriale prevede che ogni ufficio scolastico regionale costituisca commissioni d’esame. Ciascuna commissione si occuperà di un massimo di 500 candidati. Nel caso di un numero maggiore le commissioni saranno integrate.

Come sono composte

Le commssioni d’esame sono presiedute da un professore universitario o da un dirigente tecnico o da un dirigente scolastico e sono composte da due docenti così come specificato nel decreto ministeriale n. 97 del 23 febbraio 2016.
Per competenze specifiche si può ricorrere anche alla figura del commissario aggregato.

Come farne parte

Gli aspiranti presidenti e componenti delle commissioni giudicatrici dovranno presentare una domanda esclusivamente on line per figurare all’interno di appositi elenchi che l’ufficio scolastico regionale utilizzerà per comporre le commissioni.
La domanda va presentata per la regione sede di servizio o, per gli aspiranti collocati a riposo, per quella di residenza.
La domanda è disponibile su Istanze Online del sito Miur dal giorno 3 marzo 2016 e fino al 19 marzo 2016.

Documenti utili

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: