CdS :INDENNITA’ ACCOMPAGNAMENTO NON DEVE FIGURARE IN ISEE

Il Consiglio di Stato, con una sentenza depositata  ieri,, dà ragione ai disabili e alle loro famiglie in merito al nuovo Isee: l’indennità di accompagnamento non può essere conteggiata come reddito.

Al Consiglio di Stato si era appellato il Governo, facendo ricorso contro la sentenza del Tar sulla materia.

“Deve il Collegio condividere – si legge nella sentenza di oggi – l’affermazione degli appellanti incidentali quando dicono che ‘ricomprendere tra i redditi i trattamenti indennitari percepiti dai disabili significa allora considerare la disabilità alla stregua di una fonte di reddito – come se fosse un lavoro o un patrimonio – e i trattamenti erogati dalle pubbliche amministrazioni non un sostegno al disabile, ma una ‘remunerazione’ del suo stato di invalidità oltremodo irragionevole, oltre che in contrasto con l’art. 3 della Costituzione”.

In pratica, le provvidenze economiche previste per la disabilità non possono e non devono essere conteggiate come reddito.
——————————————

Leggi  sentenza – Consiglio diStato

N.00842/2016REG.PROV.COLL. N. 06471/2015 REG.RIC.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: