A PROPOSITO DI INDENNITA’ MOBILITA’ E NASPI

E’  risaputo  che quello  in corso  ,secondo la previsione  introdotta  dalla legge n. 92/2012, e’  l’ultimo anno  in cui l’indennità di mobilità ,collegata al licenziamento collettivo di personale , viene corrisposta;

1) nelle aree del centro nord per un massimo di dodici mesi per le due prime fasce di lavoratori fino a 40 e 50anni  , mentre per gli over 50 sale a 18 mesi

2) nelle aree  meridionali   ,invece, l’indennità di mobilità e’ pari a 12 mesi per i soggetti fino a quarant’anni, sale a 18 mesi per quelli fino a 50, mentre per coloro che superano tale età dura 24 mesi.

A sua volta, la Naspi ,operativa  dal maggio 2015, che risulta correlata alla metà delle settimane. di contribuzione degli ultimi quattro anni, prescinde dall’età e dal luogo di residenza dell’interessato

Non esiste alcun collegamento tra le due prestazioni previdenziali ,s tanto  che,  tra l’altro, i datori di lavoro,  pagando il contributo di ingresso alla mobilità, sono esonerati, fino al 1 gennaio 2017, dal  ticket licenziamento   per l’ ingresso alla NASPI

La NASPI, secondo la regolamentazione del  decreto legislativo n.80/2015, puo’ essere corrisposta per un massimo di 24 mesi, con importi  che si riducono del 3% a partire dal quarto mese in poi, secondo i criteri  indicati  dalle circolari INPS n. 94 e n. 142 del 2015, e non puo  superare il 75% della retribuzione, se la  la medesima  è pari od inferiore nel 2015 a 1195 euro  , mentre, se è superiore, va aggiunto il 25% del differenziale tra la retribuzione mensile ed il predetto importo con un tetto massimo fissato a 1300 euro ,restando stabilito che detti valori sono rivalutati annualmente del 100% in base all’indice istat

Ivalori dell’ l’indennità di mobilità ,  riferiti all’anno 2015, sono stati precisati  dalla circolare dell’Istituto n. 19/2015,  risultando  pari a 914,66 euro,  per la  retribuzione inferiore o uguale a 2102,24 euro lordi ed a 1,099,70 , retribuzione superiore.

Si aggiunge che  l’accesso sia alla NASPI che all’indennità di mobilità,  quando diventera’  sarà pienamente operativo il sistema    dal D.Lvo n. 150/2015,riguardante l’istituzione e l’operativita’ dell’ANPAL , saranno  soggetti  all’obbligo di  partecipazione a programmi di riqualificazione professionale conseguenti  alla sottoscrizione di specifici programmi con i servizi per l’impiego.

Premesso quanto sinora esposto ,non e’ fuori luogo ritenere  che si possa determinare un paradosso  con partcolare riferimento per i lavoratori licenziati nelle aree del centro nord

Si vuol  significare che  in caso  di lavoratore  dipendente , destinatario di recesso individuale  ovvero in forza d’impresa  con  piu’ di quindici dipendenti, che risolve consensualmente il rapporto a seguito del tentativo obbligatorio di conciliazione relativo alla ipotesi di licenziamento per giustificato motivo oggettivo  , l’indennità NASPI viene corrisposta per due anni

Se, invece, ad essere licenziato sarà un lavoratore individuato dal datore di lavoro sulla base dell’accordo sindacale a conclusione  della procedura collettiva  di riduzione di personale ex legge n. 223/1991, l’indennità di mobilita’, nel centro nord, sarà, in ogni caso, sempre inferiore a quella della NASPI,mentre, nel meridione soltanto per gli “over 50” viene prevista una durata temporale simile ma, nella maggior parte dei casi, gli importi saranno inferiori

Il che è porta a ritenere che  per il  2016   nelle trattative sindacali che portano alla definizione della procedura di mobilta’ ed alla individuazione dei lavoratori da licenziare sulla base dei criteri individuati, potrebbe essere richiesto un incentivo economico maggiore tale, quantomeno, da  eguagliare  gli importi  della  NASPI.,determinandosi problematiche difficili da definire ,che sono conseguenti   ad un  mancato utile ed efficace  coordinamento tra le disposizione delle  due indennita’ previdenziali ,non essendosi tenuto conto peraltro   che il lavoratore interessato non  puo’  autonomamente scegliere una o l’altra indennità, avendo le stesse origine da situazioni tipologiche diverse.

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: