PERIODO INDENNITA’ SOSTITUTIVA PREAVVISO CONCORRE ANZIANITA’ LAVORO

Quanto riportato nel titolo è previsto dall’Inps ,che trattando sul proprio sito del licenziamento ,precisa quanto segue sull’indennità per il mancato preavviso di risoluzione del rapporto di lavoro.

L’indennità sostitutiva del preavviso è data in sostituzione del preavviso quando il rapporto di lavoro si interrompe immediatamente; per la sua definizione occorre fare riferimento alle norme del diritto del lavoro.

E’ equiparabile ai fini contributivi, le indennità corrisposte nei seguenti casi:

  • Recesso da parte del d.d.l. nel contratto a tempo indeterminato, anche se per raggiunti limiti di età del lavoratore ad eccezione dell’ipotesi in cui ricorre la giusta causa.
    Nelle dimissioni sorrette da giusta causa il lavoratore è esonerato dall’obbligo del preavviso, anzi ha diritto alla indennità sostitutiva del preavviso, in quanto esse sono equiparate ad un licenziamento ingiustificato)
  • Immediato licenziamento del lavoratore dimissionario
  • dimissioni della lavoratrice madre durante il periodo per cui è previsto il divieto del licenziamento;
  • morte del lavoratore (vedi Circolare n. 211/1992) : in caso di decesso l’indennità corrisposta è assoggettata a contributi e dal punto di vista contributivo, viene attribuita al mese di corresponsione ossia all’ultimo periodo di paga.
    Questo comporta che l’inclusione nell’imponibile di detta indennità’, mentre determina l’aumento della retribuzione da prendere a base per l’erogazione delle prestazioni, non produce accrescimento nell’anzianità’ contributiva del lavoratore”.

L’indennità di preavviso viene calcolata in un numero di mensilità o di giorni stabilito dai contratti collettivi.

L’indennità’ sostitutiva del preavviso è assoggetta a contribuzione previdenziali e assistenziali.

L’indennità’ sostitutiva del preavviso deve essere aggiunta, ai fini del calcolo dei contributi, all’ultimo periodo di paga, ma attribuita, ai fini dell’accredito dei contributi assicurativi a favore del lavoratore, al periodo cui essa si riferisce (delibera Consiglio di Amministrazione Inps n. 63 del 4/5/1973 e circolare n. 170/90).

La scelta di corrispondere l’indennità di preavviso non produce l’anticipata risoluzione del rapporto di lavoro , che anzi resta giuridicamente attivo fino alla fine del periodo del preavviso, per cui tutto ciò che si verifica durante questo periodo , anche se non lavorato, produce i suoi effetti anche sullo stesso lavoratore.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: