SENTENZA CASSAZIONE CIRCA SPETTANZA INDENNITA’ MOBILITA’ MALGRADO PRESTAZIONE PART TIME

La vicenda definita dalla Cassazione con la sotto evidenziata sentenza concerne il caso di una lavoratrice ,titolare di due rapporti di lavoro a tempo parziale ,stipulati ,a decorrere dallo stessa data ,con  distinti  datori di lavoro,che  ,  posta in mobilita’ da uno dei due, avendo richiesto la  relativa indennita’  , si e’ vista respingere l’istanza  dall’Inps ,  obiettando    che poiché il rapporto a tempo parziale sopravvissuto copriva tutte le giornate lavorative (sebbene ad orario ridotto), l’indennità si sarebbe dovuta pagare in via frazionata, il che non era però consentito in quanto l’indennità di mobilità, essendo strutturata su base giornaliera, presupponeva una mancanza di lavoro protrattasi pur sempre per l’intera giornata, di guisa che non poteva essere erogata in via frazionata su base oraria

In primo grado ed in appello  la lavoratrice ha ottenuto  decisioni favorevoli , ma l’Inps ha fatto ricorso alla Suprema Corte  ,che ,tuttavia  ,risulta ancora una volta  respinto.

————————————————————-

CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 18 gennaio 2016, n. 705

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: