SENTENZA CORTE CASSAZIONE RELATIVA LICENZIAMENTO PER ESTERNALIZZAZIONE SERVIZIO MENSA

Si richiama l’attenzione sulla sottostante decisione  con cui la  Suprema Corte ha rigettato il ricorso della dipendente di una Casa di Cura ,che ha impugnato il licenziamento disposto per esternalizzazione del servizio mensa interno alla struttura,asserendo  essere    evidente che nella specie, mentre l’azienda risulta aver dimostrato la ragione giustificatrice del licenziamento, unitamente alla tempestiva deduzione dell’inesistenza di altre mansioni utili, da valutarsi, considerato il lungo tempo trascorso dall’assunzione della lavoratrice come assistente socio sanitaria e le ridotte dimensioni dell’azienda, sufficienti a dimostrare, anche presuntivamente, l’inutilizzabilità della lavoratrice in altre mansioni utili e legittime, quest’ultima si è limitata a dedurre di poter lavorare quale ausiliaria socio  sanitaria, dove lavorò ben sedici anni prima, ribadendo la medesima allegazione nella presente impugnazione di tale sentenza.

—————————————————-

CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 15 luglio 2015, n. 14807

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: