CASSAZIONE: NEGATA TUTELA RISARCITORIA PER OMESSA IMPUGNAZIONE LICENZIAMENTO G.M.O.

Si richiama l’attenzione sulla  sotto richiamata sentenza, con cui la Suprema Corte ha respinto il ricorso del dipendente   sulla base della considerazione che il licenziamento non era stato ritualmente impugnato dalla lavoratrice nei termini di legge (art. 6, comma 1, della legge 15 luglio 1966 n. 604), in quanto il recesso era stato “impugnato” solo con una lettera a firma dell’avv. A., privo di valida procura, comunque non comunicata all’azienda entro i sessanta giorni, ciò che precludeva qualsiasi pretesa risarcitoria connessa alla dedotta illegittimità del licenziamento.

———————————————————-

CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 18 febbraio 2015, n. 3245

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: