MLPS:CIRCOLARE RELATIVA DEROGA LIMITE 36 MESI QUINQUENNIO MEDIANTE MOBILITA’ SENZA OPPOSIZIONE DURANTE CONTRATTO SOLIDARIETA’

 Come è noto , con decreto MLPS  n.46488 /09 sono state  fornite  le indicazioni operative  per le modalità d’accesso al trattamento di integrazione salariale in favore di lavoratori dipendenti di aziende le quali abbiano sottoscritto contratti di solidarietà,il cui articolo 7, rubricato “deroga ai sensi dell’articolo 1 comma, 9 dellalegge 23 luglio 1991, n. 223″  chiarisce che, qualora il ricorso al contratto di solidarietà abbia finalità di strumento alternativo alla procedura per la dichiarazione   di mobilità di cui all’articolo 4, della legge n. 223/91, il limite disposto all’articolo 1, comma 9 della medesima legge può essere superato

La possibilita’ di derogare  dal  limite    sul       ricorso alla cigs di 36 mesi   nell’arco temporale del quinquennio     ,risulta agevolata  dalla nuova disposizione   prevista dal  decreto del MLPS   10  ottobre 2014   ,

Infatti ,   detto provvedimento ,pubblicato sulla G:U n.276  del 27.11.2014 , dispone:
“Ritenuta, pertanto, la necessita’ di modificare parzialmente l’art.
7 del decreto ministeriale n. 46448 del 10 luglio 2009,  al  fine  di
consentire la gestione non traumatica degli esuberi di personale  ove
vi sia la possibilita’ di  attivare  la  procedura  di  licenziamento
collettivo con la non opposizione dei lavoratori;

Decreta:

Art. 1

Art. 1

Modifica all’art. 7 del decreto ministeriale n. 46448 del  10  luglio
2009, rubricato «Deroga ai sensi dell’art. 1, comma 9, della legge,
del 23 luglio 1991, n. 223».
All’art. 7 del decreto del Ministero del  lavoro,  della  salute  e
delle politiche sociali n. 46448 del 10 luglio 2009 sono aggiunte  in
fine le seguenti parole: «ovvero qualora i lavoratori non si oppongano alla collocazione  in
mobilita’».

Quanto sopra vuol dire che l’impresa  destinataria delle disposizioni sulla cigs ,allorquando registra esuberanza strutturale di manodopera ed ha gia’ consumato nell’arco del   quinquennio  di riferimento i 36   mesi d’integrazione salarialariale consentiti dall’art.1 ,comma 9,della legge n.223/91,  potra’ sottoscrivere un contratto di solidarietà difensivo  in cui sia anche esplicitamente convernuta  la previsione  di     messa in mobilita’   dei dipendenti che dichiarano la non opposizione alla stessa,  così da   contare su un ulteriore periodo di cigs ,in aggiunta a quelli gia’  consumatio  ,idonei a gestire in modo confacente  le  difficolta’produttive esistenti ,riducendo l’organico di personale in forza .

A completare i riferimenti di chiarimento sull’argomento ,si segnala la circolare sottostante  , secondo cui    la nuova disposizione   considera  e  regolamenta l’esigenza    di favorire la circolazione della   forza lavoro, evitando di mantenere legati all’impresa lavoratori che , costituendo un esubero, possono aderire a procedure di mobilita’   senza opposizione.

——————————————————–

MINISTERO LAVORO E POLITICHE SOCIALI – Circolare 19 dicembre 2014, n. 32

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: