INDIVIDUAZIONE ZONE SVANTAGGIATE INCENTIVI ASSUNZIONI DONNE DISOCCUPATE

L'Art.4 ,commi da 8 ad 11 recitano quanto segue:
8. In relazione alle assunzioni  effettuate,  a  decorrere  dal  1°
gennaio 2013, con contratto di lavoro dipendente, a tempo determinato
anche in somministrazione, in relazione  a  lavoratori  di  eta'  non
inferiore a cinquanta anni, disoccupati da oltre dodici mesi, spetta,
per la durata di dodici mesi, la  riduzione  del  50  per  cento  dei
contributi a carico del datore di lavoro. 
  9. Nei casi di cui al comma 8, se il  contratto  e'  trasformato  a
tempo indeterminato, la riduzione dei contributi si prolunga fino  al
diciottesimo mese dalla data della assunzione con il contratto di cui
al comma 8. 
  10. Nei casi di cui al comma 8, qualora l'assunzione sia effettuata
con contratto di lavoro  a  tempo  indeterminato,  la  riduzione  dei
contributi spetta per un periodo  di  diciotto  mesi  dalla  data  di
assunzione. 
  11. Le disposizioni di cui ai commi da 8  a  10  si  applicano  nel
rispetto del regolamento (CE) n. 800/2008 della  Commissione,  del  6
agosto 2008, anche in relazione alle assunzioni di donne di qualsiasi
eta', prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi,
residenti in regioni ammissibili  ai  finanziamenti  nell'ambito  dei
fondi  strutturali  dell'Unione  europea  e   nelle   aree   di   cui
all'articolo 2, punto 18),  lettera  e),  del  predetto  regolamento,
annualmente individuate con decreto del Ministro del lavoro  e  delle
politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e  delle
finanze, nonche' in relazione alle assunzioni di donne  di  qualsiasi
eta'  prive  di  un  impiego  regolarmente   retribuito   da   almeno
ventiquattro mesi, ovunque residenti. "
Soffermando l'attenzione nella presente esposizione ,sugli incentivi
  finalizzati  a sostenere l‘inserimento lavorativo di personale femminile,
 di qualsiasi età, residente in aree svantaggiate ,e da ricordare che 
in merito nel mese di luglio scorso , L’INPS  ebbe a pubblicare        
  il messaggio n. 6235 del 23 luglio 2014 aveva   annunciato 
  una sospensione cautelare dei finanziamenti previsti 
dalla Carta degli aiuti a finalità regionale, (appunto recepita 
nella legislazione nazionale con Decreto del Ministro dello Sviluppo
 Economico del 27 marzo 20089) ,  poi  stata prorogata
 fino al al 30 giugno 2014,  mentre mancava  il   rinnovo della stessa.
 Allora e' intervenuto  Il Ministro del Lavoro ,che  , 
interpellato dall’ Istituto , ha chiarito che fino all’adozione
 della nuova Carta, è possibile continuare a considerare utili
 ai fini della applicazione dell’incentivo le aree svantaggiate 
individuate da quella attualmente in vigore,vale a dire il Decreto 
del Ministro dello Sviluppo Economico del 27 marzo 2008) , confermando il ripristino
 degli aiuti economici previsti dall’articolo 4, commi da 8 a 11,
 della legge Fornero .

Per il testo del citato decreto relativo all'elenco delle aree
 svantaggiate cliccare

decreto del Ministro dello sviluppo economico del 27 marzo 2008 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: