MINISTERO INTERNO:CHIARIMENTI RAPPORTO LAVORO AUTISTI PULLMAN A NOLEGGIO

Si segnala la sotto riportata nota del Ministero Interno contenente precisazioni e chiarimenti  sulla disciplina dell’attività di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente  ed in merito alla dichiarazione attestante la qualità di dipendente o di lavoratore con contralto di prestazioni di lavoro temporaneo.

———————————————————————————————

 Nota 04 giugno 2014, n. 4053

Viene segnalato che imprese esercenti il servizio di noleggio con conducente di autobus sono sanzionate per la violazione dell’art. 6, comma 3, della legge 11 agosto 2003, n. 218, in quanto il conducente, in sede di controllo, pur non essendo in grado di esibire la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del legale rappresentante dell’impresa, attestante la qualità di dipendente o di lavoratore con contratto di prestazioni di lavoro temporaneo, prevista dal comma 2 del predetto art. 6, produce comunque idonea documentazione che prova la regolarità del rapporto di lavoro.

La richiamata normativa stabilisce:

– che gli autisti degli autobus adibiti al servizio di noleggio con conducente possono essere lavoratori dipendenti, lavoratori con contratto a termine o altre tipologie contrattuali per lavoro temporaneo consentite dalla legge, titolari, soci e collaboratori familiari di imprese titolari delle relative autorizzazioni;

– che, nel caso di dipendente o di lavoratore con contratto di prestazioni di lavoro temporaneo, tale qualità deve risultare da una dichiarazione del legale rappresentante dell’impresa resa ai sensi dell’articolo 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (cioè da una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà) dalla quale, nel caso di lavoratore dipendente, risultino, altresì, gli estremi della registrazione a libro matricola e il rispetto dei contratti collettivi di categoria;

– la qualità di titolare, socio e collaboratore familiare deve risultare invece dal registro delle imprese presso la camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura competente per territorio.

E di tutta evidenza che la ratio legis è, da un lato, di precisare quali figure lavorative possono porsi alla guida degli autobus adibiti al servizio di noleggio con conducente, dall’altro, di dare prova in sede di controllo della natura e della regolarità del rapporto che lega il conducente all’impresa.

Pertanto, relativamente all’ipotesi del dipendente o del lavoratore con contratto di prestazioni di lavoro temporaneo, si ritiene, acquisito anche il parere del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, rispettata la prescrizione di cui all’art. 6, comma 2, della legge 11 agosto 2003, n. 218, sia che il conducente esibisca la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del legale rappresentante dell’impresa, sia che produca ogni altro documento costituente o attestante quel rapporto di lavoro e che è oggetto della predetta dichiarazione.

Per l’individuazione della documentazione idonea a dimostrare la natura e la regolarità del rapporto che lega il conducente all’impresa, può farsi riferimento, a titolo puramente indicativo, trattandosi di un ambito diverso, comunque analogo, alla deliberazione del 27 gennaio 2005, n. 1/2005, del Comitato Centrale per l’Albo Nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l’autotrasporto di cose per conto di terzi, di cui all’art.12, comma 7, del Decreto ministeriale 22 maggio 1998, n. 212 (All 1), che ha individuato la documentazione idonea a dimostrare il titolo in base al quale i conducenti di veicoli destinati al trasporto di cose per conto di terzi prestino servizio presso l’impresa di trasporto.

Giova, al riguardo, precisare che non è richiesto il possesso da parte del conducente della documentazione attestante la qualità di titolare, socio e collaboratore familiare. Ciò che è oggetto di sanzione, ai sensi dell’art. 6, comma 3, è l’omessa annotazione di tale qualità nel registro delle imprese presso la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura competente per territorio.

Le Prefetture – Uffici Territoriali del Governo, sono pregate di voler estendere il contenuto della presente ai Corpi o servizi di Polizia Municipale e Provinciale.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: