INPS:ISTRUZIONI COMUNICAZIONI ON LINE RIOCCUPAZIONE IN ATTIVITA’ AUTONOMA BENEFICIARI ASPI / MINI ASPI

E’ noto che per  i licenziamenti e le dimissioni per giusta causa  intervenuti dall’1.1.2013,la legge Fornero ha  disposto la sostituzione  delle l’indennita’ di disoccupazione non agricola con i requisiti normali ovvero ridotti   con l’ASPI e la MINI ASPI.

E’ noto altres’ che i beneficiari di detti trattamenti  nel caso di nuova occupazione ,comunicata ai servizi impiego con le modaòlita’ di legge  ,con rapporto di lavoro subordinato  non sono piu’ obbligati a cornire specifica  informazione al riguardo ,avento stabilito la legge n.92/12 che  compete all’Inps effettuare gli accertamenti del caso, attraverso la   verifica  delle comunicazioni obbligatorie ,che i datori di lavoro sono tenuti a presentare ai Centri Impiego territorialmente competenti in via telematica,  aventi  multi efficacia.

Invece ,se si tratta di accettare nuova occupaziuone in attività avente carattere autonomo,i suddetti beneficiari continuano ad essere obbligati ,a pena di perdita del trattamento previdenziale ,a fornile formale e temèpestiva informazione all’Inps,

Premesso quanto spra si segnala il Messaggio n.5430/14 ,con cui l’Inps fornisce istruzioni sulle modalità  che i lavoratori beneficiari di Aspi e di Mini Aspi devono  rispettare  per dare attuazione a quanto specificato nel titolo,evidenziando che sino  al  18 agosto 2014 ,saranno ancora accettate le comunicazioni i n formato cartaceo ,nonché  precisando che  l’occupazione  di tipologia autonoma  si riferisce alle attività dei,professionisti ,commercianti ,artigiani ,parasubordinati

Inoltre si precisa che i modelli da utilizzare  sono pubblicati nel sito http://www.inps.it  alla voce modulistica e sono contrassegnati con la sigla SR 137 (Aspi) e SR 138 (Mini Aspi),mentre per la compilazione e trsasmissione on line  gli interessatio possono utilizzare i servizi telematici dell’istituto  accesibili al cittadino tramite Pin  ,ovvero chiamando il conctat center integrato al numero 8033164 (se da telefono fisso) ovvero 06164164 (da mobile) ovvero tramite i Patronati/ intermediari Inps

Per ulteriori informazioni si rinvia al seguente COMUNICATO   INPS

Con riferimento alle comunicazioni ASPI-COM, attiva una nuova procedura telematica la quale, oltre a consentire di comunicare gli eventi riportati sui modelli ASPI-COM (Mod. SR137) e mini ASPI-COM (Mod. SR138), permette al beneficiario della prestazione di disoccupazione di comunicare anche le variazioni di domicilio/residenza, di telefono, di e-mail e delle modalità di pagamento riportate sulle domande di disoccupazione in ambito ASpI già inviate; nonché le informazioni attinenti al reddito percepito da lavoro autonomo o parasubordinato.

Attraverso i modelli ASpI-COM (Mod. SR137) e Mini ASpI-COM (Mod. SR138), in sostituzione del modello DS56 bis, i lavoratori beneficiari di ASpI e miniASpI comunicano tutti gli eventi che nel corso della fruizione della prestazione hanno effetto sul diritto, la misura e la durata delle suddette prestazioni.

L’Inps – con Messaggio 18 giugno 2014, n. 5430 – ha comunicato, come accennato, il rilascio di una nuova procedura telematica. Dal momento che è previsto l’utilizzo esclusivo del canale telematico per la presentazione delle principali domande di prestazioni/servizi all’Istituto, la presentazione di comunicazioni aventi ad oggetto gli eventi previsti dai modelli ASpI-COM (Mod.SR137) e mini ASpI-COM (Mod.SR138) dovrà avvenire, a regime, esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali: – WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto; – contact center integrato – n. 803164 da telefono fisso e n. 06164164 da cellulare; – patronati/intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Al fine di consentire l’adeguamento alle nuove modalità operative, si prevede un periodo transitorio di due mesi a partire dalla data di pubblicazione del messaggio, durante il quale continuerà ad essere ammessa la presentazione dei modelli ASPI-COM e mini ASPI-COM con le consuete modalità. Al termine di detto periodo transitorio, i tre canali telematici menzionati diventeranno esclusivi ai fini della comunicazione degli eventi previsti dai modelli ASpI-COM e miniASpI-COM che hanno effetto sulle prestazioni ASPI, mini ASpI e anticipazione di indennità ASpI e di indennità mini ASpI.

Nel dettaglio, il servizio è costituito da due componenti applicative: una procedura Internet per gli utenti esterni (cittadini, Patronati/Intermediari e Contact Center) e una procedura Intranet per gli operatori Inps di sede. La procedura Internet è articolata nelle consuete tre funzionalità di Informazione, Inserimento e Consultazione. La funzionalità di informazione consente di visualizzare una breve descrizione del modello ASPI-COM, delle sue caratteristiche e delle sue finalità. La funzionalità di inserimento serve ad inviare una comunicazione ASPI-COM telematica relativa ad una specifica domanda ASpI precedentemente inviata dall’utente. Quando viene attivata, preleva automaticamente le informazioni anagrafiche del richiedente e l’ultima domanda di ASpI inviata dall’utente. Se non viene trovata alcuna domanda ASpI sugli archivi, l’applicazione non consente di inoltrare alcuna comunicazione. L’utente, in alternativa all’ultima domanda ASPI inviata, proposta automaticamente dal programma, può associare – sempre da programma – la comunicazione ad altre domande di ASpI precedentemente inviate e presenti sugli archivi. Mediante una comunicazione ASPI-COM sono possibili due tipologie di comunicazione: – Variazione indirizzo e/o modalità di pagamento. Con questo tipo di comunicazione si possono comunicare una o più variazioni di una precedente domanda AspI inerenti al Domicilio/Residenza, Indirizzo e-mail, Recapito telefonico, Modalità di pagamento, Codice IBAN nel caso in cui la modalità di pagamento sia stata modificata da bonifico domiciliato presso Poste Italiane in riscossione tramite accredito su conto corrente bancario o postale, o nel caso di variazione di un precedente IBAN; – Eventi che influiscono sul pagamento della prestazione in relazione a: – Lavoro autonomo:Inizio attività e reddito presunto; Svolgimento di attività già avviata e reddito presunto; Variazione del reddito derivante dall’attività; Reddito effettivo percepito per un determinato anno dall’attività precedentemente comunicata; – Pensione: Presentazione della domanda di pensione non INPS; – Espatrio: Inizio ed eventuale fine dell’espatrio; – Malattia: Inizio ed eventuale fine della malattia; – Ricovero in ospedale: Inizio ed eventuale fine del periodo di ricovero; – Maternità: Inizio ed eventuale fine del periodo della maternità; – Servizio civile: Inizio edeventuale fine del periodo di prestazione del servizio; – Lavoro subordinato: Inizio ed eventuale fine del periodo di attività.

Compilata per intero la comunicazione ASPI-COM, l’utente ha la possibilità di salvarla tramite il pulsante “Salva ed esci” oppure inviarla tramite il pulsante “Conferma”. Dopo l’invio l’utente può stampare la ricevuta di presentazione ed il riepilogo dei dati inviati nella comunicazione. La funzionalità di consultazione consente di visualizzare tutte le comunicazioni ASPI-COM inviate telematicamente e offre la possibilità di consultare per ognuna di esse il dettaglio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: