ELEZIONI 2014:COMPENSI COMPONENTI SEZIONI ELETTORALI

Nel mese di maggio 2014 sono programmate  le elezioni europee ,nonche’ per Abruzzo e Piemonte le elezioni regionali ed infine ,per circa 4106 comuni ,anche  quelle amministrastive  locali

 

 

Fatta eccezione per le elezioni amministrative di 11 comuni del Trentino Alto Adige ,in cui le elezioni si svolgeranno il 4 maggio p.v.,le elezioni europee ,regionali ed anìmministratyiove saranno caratterizzate dall’Election day ,poiche’ si votera’ siìoltanto il 25.maggio 2014  con prolungamento dell’orario di apertura dei seggi dalle ore 7 alle ore 23 ,mentre prima vigeva l’iìorario 8/22

 

Compensi
Di seguito le indicazioni sui compensi che spettano ai componenti degli uffici elettorali (Presidente di Seggio, Segretario e Scrutatori).

Per le consultazioni elettorali (tranne per le europee) sono previsti i seguenti compensi: al presidente dell’ufficio elettorale di sezione un onorario fisso forfettario di euro 150, oltre al trattamento di missione, se dovuto.

Per scrutatori e segretari, un onorario fisso forfettario di euro 120.

Per ogni elezione da effettuare contemporaneamente alla prima e sino alla quinta, i compensi sono aumentati di euro 37 (presidenti) e di euro 25 (segretari, scrutatori). Massimo quattro maggiorazioni.

Per il seggio speciale, al presidente e ai componenti (articolo 9 legge 23 aprile 1976, n. 136), spetta un onorario fisso forfettario, a prescindere dal numero delle consultazioni, rispettivamente di euro 90 e di euro 61.

Per le elezioni europee (1 scheda) sono previsti 120 euro al Presidente di Seggio e 96 euro agli scrutatori e al segretario.

Legge n.70/1980

Articolo 4
1. Le indennità di trasferta previste nella presente legge non sono dovute, oltre che nei casi previsti dalle leggi relative al trattamento economico di missione e di trasferimento dei dirigenti statali, quando le funzioni sono svolte nell’ambito del comune di residenza anagrafica dell’incaricato.

2. Le persone inviate in missione per gli incarichi previsti nella presente legge sono esentate dall’obbligo del rientro giornaliero in sede, disposto per le missioni dei dirigenti statali.

3. Esse sono altresì autorizzate all’uso del mezzo proprio, restando esclusa l’amministrazione da qualsiasi responsabilità circa l’uso del mezzo stesso.

Articolo 5
1. Ai componenti dei seggi che siano lavoratori dipendenti e che, possedendo solo il proprio reddito di lavoro, non sono tenuti a presentare, a norma dell’articolo 1, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 60015 la dichiarazione dei redditi, è consentito di comunicare l’ammontare dei compensi riscossi per le funzioni elettorali e della relativa ritenuta operata, al proprio datore di lavoro, affinché questi ne tenga conto in sede di conguaglio di fine d’anno.

NOTE
1 – A norma dell’art. 9, comma 2, della legge 21 marzo 1990, n. 53 (Misure urgenti atte a garantire maggiore efficienza al procedimento elettorale), “gli onorari dei componenti gli uffici elettorali di cui alla legge 13 marzo 1980, n. 70, costituiscono rimborso spese fisso forfettario non assoggettabile a ritenute o imposte e non concorrono alla formazione della base imponibile a fini fiscali”.

NOTA BENE:
I compensi sono complessivi, non al giorno. Le cifre sopra riportate rappresentano il totale dell’onorario che si percepirà.

 .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: