A PROPOSITO DI ELEZIONI EUROPEE,REGIONALI ED AMMINISTRATIVE 2014

 . Agire, reagire, decidere. E’ lo slogan che le istituzioni europee hanno scelto per lanciare la propria campagna di comunicazione in vista delle elezioni del 25 maggio prossimo che serviranno ad eleggere i 751 deputati al Parlamento europeo, rappresentanti degli oltre 500 milioni di persone che vivono nei 28 Stati membri dell’Unione europea.

Per la prima volta nella storia dell’Unione europea, infatti, il nuovo Parlamento, in base alle novità introdotte con i Trattati di Lisbona, eleggerà chi sarà alla guida della Commissione europea, organo esecutivo dell’UE. In pratica, quindi, il candidato presenterà il suo programma politico al Parlamento e per essere eletto a Presidente della Commissione europea dovrà essere poi ‘approvato’ dalla maggioranza assoluta dei deputati (376 su 751), altrimenti, gli Stati membri dovranno presentare un nuovo candidato.
Anche i candidati agli altri portafogli di competenze della Commissione dovranno superare un processo di rigoroso controllo parlamentare prima di poter assumere la carica.

La nuova maggioranza politica che emergerà dalle elezioni, inoltre, contribuirà a formulare la legislazione europea per i prossimi cinque anni in settori che spaziano dal mercato unico alle libertà civili. Il Parlamento, unica istituzione europea eletta a suffragio diretto, è oggi uno dei cardini del sistema decisionale europeo e contribuisce all’elaborazione di quasi tutte le leggi dell’UE in parità con i governi nazionali.

  In Italia le consultazioni europee   consentiranno di   eleggere n.73 parlamentari,la soglia di sbarramento è fissata al 4%    ,mentre  le età per l’elettorato attivo e passivo  in Italia  è di 25 anni per esssere eletto e 18 per esercitare il voto .

 I 73 seggi del Parlamento europeo assegnati all’Italia sono ripartiti su base nazionale con metodo proporzionale dei quoziente interi e più alti resti, tra liste concorrenti, che abbiano conseguito sul piano nazionale almeno il 4% dei voti validi espressi.
Per la loro elezione, il territorio nazionale è diviso in cinque circoscrizioni territoriali (Italia nord-occidentale, Italia nord-orientale, Italia centrale, Italia meridionale, Italia insulare)

Modalità di voto

L’elettore esprime il voto tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta e non può

manifestare, in ogni circoscrizione, più di tre preferenze.

Per le liste di minoranza linguistica collegate ad altra lista può essere espressa una sola preferenza

I voti di preferenza si esprimono scrivendo nelle apposite righe, tracciate a fianco e nel rettangolo contenente il contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidatipreferiti, compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome tra i candidati, deve scriversi sempre il nome e cognome e, ove occorra, data e luogo di nascita

Operazioni di scrutinio
Le operazioni di scrutinio delle schede hanno inizi
o alle ore 23 della domenica della votazione, al
termine delle operazioni di voto e di riscontro dei
votanti e devono svolgersi senza interruzioni ed
essere portate a termine entro 12 ore dal loro iniz
io.
A partire dalle ore 23 dello stesso giorno di domen
ica, in appositi seggi istituiti presso le corti di
appello di Milano, Venezia, Roma, Napoli e Palermo,
si procede anche allo scrutinio delle schede
votate dagli elettori residenti negli altri Paesi d
ell’Unione europea.
ELEZIONI REGIONALI
In Abruzzo e Piemonte glin elettori si recheranno alle urne per eleggere
anche il Presidente della Giunta ed i componenti del Consiglio Regionale
Elezioni comunali 2014
I primi ad andare al voto il 4 maggio saranno gli 11 comuni del Trentino-
Alto Adige. Poi, il 25 maggio i restanti 4095 comuni tra cui 27 capoluoghi.I comuni interessati alle consultazioni elettorali del 25 maggio prossimo
relative alla elezione del sindaco e del consiglio comunale sono 3908
nelle regioni a statuto ordinario, 131 in Friuli Venezia Giulia, 37 in Sicilia
e 19 in Sardegna.I capoluoghi di provincia chiamati ad eleggere il sindaco e il consiglio
comunale sono ventisette: Biella, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Bergamo
, Cremona, Pavia, Padova, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Reggio Emilia,
Firenze, Livorno, Prato, Perugia,
Terni, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Pescara, Teramo, Campobasso,
Bari, Foggia, Potenza, Caltanissetta, Sassari, Tortolì.
Tutte le operazioni  di votazione si svolgeranno dalle ore 7 alle ore 23
di domenica 25 maggio 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: