DECISIONI CONSIGLIO MINISTRI RIUNIONE DEL 29.10.2013

Il Consiglio dei Ministri si è riunito il 20.10.2013   approvando , le seguenti misure:

   Decreto legge contenente misure finanziarie urgenti in favore di Regioni ed Enti locali ed interventi localizzati nel territorio,che l’altro   consentirà la riapertura del Registro dei revisori legali nei confronti dei dottori commercialisti neo-abilitati in attesa dell’emanazione del regolamento attuativo del D.Lgs. n. 39/2010 che disciplinerà il nuovo esame per l’accesso al Registro.

 

Comitato per le Privatizzazioni
Il Comitato per le privatizzazioni viene reso permanente. È composto dal direttore generale del Tesoro che lo presiede e da quattro esperti di riconosciuta indipendenza ed esperienza. Il Comitato lavorerà per la predisposizione di un programma di privatizzazione, in coerenza con quanto indicato dal governo in “Destinazione Italia”, e per la successiva attuazione di operazioni di privatizzazione di partecipazioni dello Stato.

Salva Roma. Rapporti finanziari tra Roma Capitale e la gestione Commissariale
Il Commissario straordinario di Governo del Comune di Roma è autorizzato ad inserire, per un importo complessivo massimo di 115 milioni, le eventuali ulteriori partite debitorie rivenienti da obbligazioni o oneri dello stesso Comune di Roma anteriori al 28 aprile 2008.
Roma Capitale potrà riacquisire l’esclusiva titolarità di crediti verso le società partecipate dalla stessa anche in via compensativa. A tal fine potrà avvalersi di appositi piani pluriennali per il rientro dai crediti così riacquisiti verso le proprie partecipate.
Roma Capitale potrà incrementare dal 1° gennaio 2014 la misura dell’aliquota dell’addizionale comunale all’Irpef – attualmente fissata allo 0,9% – di ulteriori 0,3 punti percentuali.

 “Patto Per Roma” – Piano raccolta differenziata
Vengono così rimodulate le somme destinate al ciclo di gestione integrata nel territorio di Roma Capitale del programma di lavoro triennale “raccolta differenziata” per un totale massimo di circa 28,5 milioni di euro nel triennio 2013-2015.
 
Nuovi poteri al Commissario della Regione Campania
Si stabilisce che il Commissario ad acta incaricato dell’attuazione delle misure relative alla razionalizzazione e al riordino delle società partecipate regionali recate dal piano di stabilizzazione finanziaria della Regione Campania adotti i provvedimenti più idonei i tema di:

  • rimodulazione dei servizi;
  • applicazione di misure di efficientamento coerenti con gli standard individuati sulla base del mercato compatibili con il perseguimento dell’obbiettivo dell’equilibrio economico;
  • si prevede una dotazione di 50 milioni di euro nel Fondo di rotazione per la concessione di anticipazioni alle regioni in situazione di squilibrio finanziario.

Norme a tutela delle Aziende sanitarie locali e ospedaliere
Si stabilisce, in base al principio dell’esigenza di assicurare la continuità dell’erogazione delle funzioni essenziali connesse al Servizio sanitario nazionale, di dispone l’obbligo in capo al tesoriere, al momento dell’adozione della delibera trimestrale di impignorabilità, di rendere immediatamente disponibili le somme di spettanza delle Aziende sanitarie finalizzate alla tutela dei livelli essenziali di assistenza.

Debiti della Pubblica amministrazione
Dal 30 aprile 2014 le amministrazioni pubbliche, con riferimento alle somme dovute per somministrazioni, forniture e appalti e per obbligazioni relative a prestazioni professionali, dovranno comunicare:

  • l’importo dei singoli debiti;
  • il numero identificativo e la data di emissione della fattura o della richiesta equivalente di pagamento nonché il codice fiscale ovvero la partita Iva del creditore;
  • la distinzione tra i debiti di parte corrente e quelli in conto capitale;
  • l’evidenza dei debiti maturati alla data del 31 dicembre 2012.

Entro 15 giorni dal pagamento, le pubbliche amministrazioni comunicano, mediante la piattaforma elettronica, i dati relativi al pagamento dei crediti di cui ai periodi precedenti.

Contributo a Milano per l’Expo 2015
Viene stanziato un contributo al Comune di Milano di concorso al finanziamento delle spese per la realizzazione di Expo 2015.

Meno rigidità per i Comuni
Si garantisce, agli enti con più di 60.000 abitanti e che abbiano posto in essere misure di riduzione dei costi dei servizi e di razionalizzazione delle società e degli organismi partecipati, tali da incidere sul riequilibrio del bilancio degli stessi enti, di raggiungere, in deroga alle norme vigenti, l’equilibrio entro l’esercizio in cui si completa la riorganizzazione dei servizi comunali e la razionalizzazione di tutti gli organismi partecipati e comunque entro tre anni compreso quello in cui è stato deliberato il dissesto.

Tav. Indennizzi per le aziende vittime di danneggiamenti
Vengono stanziati 5 milioni di euro come indennizzo a favore delle imprese impegnate nella realizzazione di infrastrutture e di insediamenti strategici che abbiano subito atti di danneggiamento, non colposi, delle proprie attrezzature volti ad ostacolare o rallentare l’esecuzione delle stesse opere.

Rifinanziamento della “Carta acquisti”
Il Fondo speciale destinato al soddisfacimento delle esigenze prioritariamente di natura alimentare e successivamente anche energetiche e sanitarie dei cittadini meno abbienti è stato rifinanziato, per l’anno 2013, di 35 milioni di euro.

Cessione degli immobili ai Comuni e alienazione di immobili pubblici
Viene reso più semplice il trasferimento ai Comuni degli alloggi costruiti per i profughi rimuovendo l’ostacolo della preventiva pubblicazione di un bando locativo da parte dei Comuni.
Al tempo stesso si rende più facile il procedimento di alienazione in blocco di immobili pubblici al fine di permettere la conclusione in tempi ravvicinati e conseguire i risultati finanziari previsti.

*****

Il Consiglio dei Ministri ha ascoltato la relazione del ministro del Lavoro e politiche sociali, Enrico Giovannini, sui nuovi criteri relativi a crisi aziendali e Cassa integrazione in deroga, in vista dei prossimi provvedimenti di completamento delle erogazioni per il 2013 e di definizione di quelle per il  2014.

*****

È stato approvato, su proposta del Ministro degli Affari esteri, Emma Bonino, del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi e del Ministro per gli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi, un disegno di legge per la ratifica e l’esecuzione dell’Accordo sulla creazione del blocco funzionale dello spazio aereo Blue Med tra l’Italia, Cipro, la Grecia e Malta, fatto a Limassol il 12 ottobre 2012, che determina le condizioni per avviare  all’interno dell’Unione una “cooperazione rafforzata” tra gli Stati firmatari. L’ambito dell’Accordo, in sintonia con gli obiettivi del Cielo Unico Europeo, è principalmente finalizzato a rendere possibile il conseguimento di un continuo rinvigorimento delle possibili sinergie ed un’ espansione tecnico/operativa nel campo dei Servizi della navigazione aerea e di gestione del traffico aereo.

*****

È stato approvato, su proposta del Presidente del Consiglio e del Ministro della giustizia, un regolamento che definisce la disciplina sanzionatoria in caso di violazione di quanto previsto dal Regolamento UE n. 181 del 2011, con l’obiettivo di istituire l’organismo deputato alla vigilanza sull’attuazione delle disposizioni e all’irrogazione delle sanzioni, creando un sistema di tutela dei diritti dei passeggeri di questo tipo di trasporto e concorrendo contestualmente al miglioramento delle condizioni generali del trasporto su gomma anche in termini di qualità del servizio, sicurezza, puntualità, migliori servizi per le persone con disabilità o mobilità ridotta. Il regolamento, approvato in esame preliminare, verrà trasmesso alla Conferenza  Stato-Regioni ed alle Commissioni parlamentari competenti per i pareri previsti.

*****

È stato approvato, su proposta  del Presidente del Consiglio e dei Ministri per gli Affari europei e dell’Interno, un regolamento che modifica la normativa che ha definito le modalità di attuazione del Regolamento UE n. 211 del 2011 in materia di iniziativa dei cittadini, recependo integralmente le osservazioni formulate dalla Commissione europea in materia e al fine di rendere più semplice e snella – da parte dei cittadini -la procedura per la presentazione delle dichiarazioni di sostegno ad un’iniziativa normativa avente rilevanza europea. Il provvedimento ha inoltre l’obiettivo di consentire la possibilità di far sottoscrivere le dichiarazioni di sostegno ai cittadini dell’Unione che abbiano un’età non inferiore a quella stabilita dagli ordinamenti nazionali per acquisire il diritto di voto per le elezioni al Parlamento europeo.

*****

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: