REGOLAMENTAZIONE SITUAZIONE DOCENTI INIDONEI INSEGNAMENTO

Come è noto,la Camera dei Deputati sta procedendo ,ai fini della conversione in legge ,all’esame del decreto legge n.104/13,che, tra gli altri argomenti ,prevede anche la definizione della situazione dei docenti  riconosciuti iinidonei all’insegnamento..che ha subito qualche modifica apportata dalla Commissione Cultura .

 Resta confermata   dal 1° gennaio 2014 l’abrogazione  delle disposizioni che dispongono il passaggio d’ufficio nei ruoli del personale Ata dei docenti che alla data del 31 dicembre 2013 risultano essere dichiarati permanentemente inidonei per motivi di salute a svolgere la funzione docente, ma idonei ad altri compiti.

 Importante è invece la modifica  del comma 6 dell’art.15 con cui  si dispone che il docente dichiarato permanentemente inidoneo ma idoneo ad altri compiti, successivamente al 1° gennaio 2014, potrà chiedere, ove ne abbia i requisiti (quindici anni di servizio), di essere dispensato dal servizio.

In alternativa alla dispensa ,si consente che  presenti , entro 30 giorni dal riconoscimento dell’inidoneità, istanza per il passaggio nel personale Ata.  ,mentre ,in  assenza di posti richiesti dovrà essere assoggettato obbligatoriamente alla mobilità compartimentale in ambito provinciale.

Peraltro, si stabilisce che ,nelle more dell’applicazione della mobilità intercompartimentale, il personale potra’ venire  utilizzato per le iniziative di   aiuto allo studio,l’aggregazione giovanile e il recupero da situazioni di disagio o per altre iniziative,riguardanti    la prevenzione della dispersione scolastica,  attività culturali e di supporto alla didattica, anche in reti di istituzioni scolastiche.

  Per quanto concerne il personale docente, già dichiarato permanentemente inidoneo alla data dell’entrata in vigore del decreto, è confermato che entro il 20 dicembre 2013 dovrà essere sottoposto a nuova visita da parte delle competenti commissioni mediche.

In proposito si sottoilinea che  ,diversamente dall’iniziale previsione del decreto legge ,tali organi collegiali però non saranno integrati,  , da un rappresentante del ministero dell’istruzione

Infine, si rimarca che in  caso di mancata conferma dell’inidoneità  il docente dovrà tornare ad insegnare. In caso invece di conferma , i docenti potranno chiedere, ove ne hanno i predetti requisiti, di essere dispensati dal servizio. Alla nuova visita i docenti inidonei potranno tuttavia rifiutare di esservi sottoposti ,ma In tale caso trovano integrale applicazione le disposizioni del comma 6 dell’articolo 15, come modificato in Commissione.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: