LEGGE OCCUPAZIONE: DISPOSIZIONI RELATIVE DISTACCO LAVORATORI

Le disposizioni afferenti l’istituto del distacco ,disciplinato nell’art.30 del dec.legvo n.,276/03  risultano inserite nell’art.7  del   decreto legge n.76/13  ,in vigore dal 28.6.13 , ad opera della legge di conversione n.99/13.,entrato in vigore  dal  22.8.2013.

Infatti il comma 2 del predetto articolo 7 recita quanto segue:

(( “2. Al decreto legislativo 10 settembre 2003
, n. 276, come modificato in particolare dalla legge 28 giugno 20
12, n. 92, sono apportate le seguenti modificazioni:
(( 0a) all’articolo 30, dopo il comma 4-bis e’
aggiunto il seguente:
«4-ter. Qualora il distacco di personale avvenga
tra aziende che abbiano sottoscritto un contratto di rete di impresa che abbia
validita’ ai sensi del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5,convertito, con modificazioni,
dalla legge 9 aprile 2009, n. 33,l’interesse della parte distaccante sorge automaticamente in forza
dell’operare della rete, fatte salve le norme in materia di mobilita’dei lavoratori previste
dall’articolo 2103 del codice civile.
Inoltre per le stesse imprese e’ ammessa la codatorialita’ dei dipendenti ingaggiati con regole stabilite attraverso il contratto di rete stesso»; )).
In merito a quanto sopra ,in attesa dei prevedibili chiarimenti  degli organi istituzionali competenti,si riyiene confacente sottolineare :
a) che  le disposizioni di cui sopra non hanno portato significative modifiche alla disciuplina del distacco ,che restya quella contenuta nel gia’ citato art.30 del dec.legvo n.276/03;
b) si rendono necessarie indicazioni ministeriali sul significato confore ed uniforme da dare al termine “codatorialita’” ,usato dal legislatore  nei confronti dei”
dipendenti ingaggiati con regole stabilite attraverso il contratto di rete stesso»;
c) la definizione del “contratto di rete ” è fornita ‘dal

l quale,  dopo la conversione, è stato  integrato ”  dalle  modifiche introdotte
dalla legge n. 134/2012 e dalla legge n. 221/2012  ,di conversione del   dec.legge 179/12.,il cui testo e’ sotto riportato :
 Art. 3 Comma 4ter.
Con il contratto di rete più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere,
individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul
mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare
in forme e in ambiti predeterminati attinenti all’esercizio delle proprie imprese ovvero a
scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o
tecnologica ovvero ancora ad esercitare in comune una o più attività r
ientranti nell’oggetto della propria impresa. Il contratto può anche prevedere l’istituzione di un fondo patrimoniale
comune e la nomina di un organo comune incaricato di gestire, in nome e per conto dei
partecipanti, l’esecuzione del contratto o di singol
e parti o fasi dello stesso
.
I

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: