SCHEDA CONOSCITIVA DPCM INCREMENTO PRODUTTIVITA E DETASSAZIONE ANNO 2013

Di seguito si evidenziano gli elementi conoscitivi ed operativi riguardanti il DPCM del 22 gennaio 2013  relativo all’incremento della produttivita’ aziendale ed alla detassazione del  reddito .

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Articolo 1, comma 481, della Legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante proroga per il 2013 delle misure sperimentali per l’incremento della produttività del lavoro.,secondo cui:”  … la proroga, nel periodo dal  1°  gennaio  al  31  dicembre2013, di misure sperimentali per l’incremento della produttivita’ del
lavoro,  …    trova applicazione nel limite massimo  di  onere di 950 milioni di euro per l’anno 2013 e di 400 milioni di  euro  per l’anno 2014.

  MISURA AGEVOLAZIONE

Nel  limite delle risorse disponibili  ,   le somme erogate a titolo di retribuzione di produttività,sono soggette a un’imposta sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali pari al 10 per cento.

DISCIPLINA  COLLETTIVA  APPLICABILE

In materia di produttivita’ si dara’ attuazione alla previsione dei contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale ( ai sensi della normativa di legge e degli accordi interconfederali vigenti, da associazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, ovvero dalle loro rappresentanze sindacali operanti in azienda

SETTORE E REDDITO   DESTINATARI    AGEVOLAZIONE

L’imposta sostitutiva  del 10 %  trovera’  applicazione con esclusivo riferimento al settore privato e per i titolari di reddito da lavoro dipendente non superiore nell’anno 2012, ad euro 40.000, al lordo delle somme assoggettate nel medesimo anno 2012 all’imposta sostitutiva di cui all’articolo 2 del decreto-legge 27 maggio 2008, n. 93, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 luglio 2008, n. 126.

LIMITE RETRIBUZIONE BENEFICIARE AGEVOLAZIONE

La retribuzione di produttività individualmente riconosciuta che  potra’  beneficiare dell’imposta sostitutiva di cui al comma 1. non  deve essere complessivamente superiore, nel corso dell’anno 2013, ad euro 2.500 lordi.

NOZIONE RETRIBUZIONE DI PRODUTTIVITA’

Ai fini dell’applicazione  della tassazione agevolata del 10 %, per retribuzione di produttività si intendono le voci retributive erogate, in esecuzione di contratti, con espresso riferimento ad indicatori quantitativi di produttività/redditività/qualità/efficienza/innovazione, o, in alternativa, le voci retributive erogate in esecuzione di contratti che prevedano l’attivazione di almeno una misura in almeno tre delle aree di intervento di seguito indicate:

a) ridefinizione dei sistemi di orari e della loro distribuzione con modelli flessibili, anche in rapporto agli investimenti, all’innovazione tecnologica e alla fluttuazione dei mercati finalizzati ad un più efficiente utilizzo delle strutture produttive idoneo a raggiungere gli obiettivi di produttività convenuti mediante una programmazione mensile della quantità e della collocazione oraria della prestazione;

b) introduzione di una distribuzione flessibile delle ferie mediante una programmazione aziendale anche non continuativa delle giornate di ferie eccedenti le due settimane,nonche’  piano per lo   smaltimento  di quelle  arretrate ;

c) adozione di misure volte a rendere compatibile l’impiego di nuove tecnologie con la tutela dei diritti fondamentali dei lavoratori, per facilitare l’attivazione di strumenti informatici, indispensabili per lo svolgimento delle attività lavorative;

d) attivazione di interventi in materia di fungibilità delle mansioni e di integrazione delle competenze, anche funzionali a processi di innovazione tecnologica.

 DEPOSITO CONTRATTI PRESSO DTL

Al fine di consentire il monitoraggio dello sviluppo delle misure di cui  al dpcm  e la verifica di conformità degli accordi alle disposizioni del presente decreto, i datori di lavoro provvedono a depositare i contratti presso la Direzione territoriale del lavoro territorialmente competente entro trenta giorni dalla loro sottoscrizione ( si ritiene trattarsi di termine non perentorio) , con allegata autodichiarazione di conformità dell’accordo depositato alle disposizioni del   decreto.

RACCOLTA E MONITORAGGIO CONTRATTI

II Ministero del lavoro -Direzione generale delle relazioni industriali e dei rapporti di lavoro. provvedera’  alla raccolta e al monitoraggio dei contratti depositati ai sensi del presente articolo.

CONFRONTO GOVERNO CON PARTI  SOCIALI

Entro il 30 novembre 2013 il Governo procede, anche sulla scorta di elementi risultanti dal monitoraggio di cui  sopra, a un confronto con le parti sociali, al fine di acquisire elementi conoscitivi in ordine all’applicazione dei contratti e all’effettiva idoneità delle previsioni   indicate  a conseguire gli obiettivi di incremento della produttività, anche al fine di orientare le successive determinazioni in materia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: