DAL 10/01/2013 COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE CON NUOVI MODELLI

A partire dalle ore 19 del 10 gennaio 2013 le comunicazioni obbligatorie telematiche  richiedono l’uso di nuovi modelli  per :

-prosecuzione rapporti  a termine oltre  quello  inizialmente previsto

-assunzioni con contratti di apprendistato

-assunzioni multiple di lavoratori agricoli

Il modello è stato aggiornato, per quanto riguarda l’apprendistato, con l’introduzione di un campo specifico denominato “data fine periodo formativo”, in cui dovrà essere indicata la data in cui termina il periodo formativo; la fine anticipata del periodo formativo dovrà essere indicata nella nuova dicitura “fine periodo formativo” introdotta nella tabella “Co_trasformazioneRL”.

Per il settore agricolo: Unilav con possibilità di un’unica comunicazione per l’assunzione di più lavoratori agricoli a tempo determinato.

Comunicazione dell’eventuale prosecuzione del rapporto di lavoro a termine e della durata della prosecuzione, nel quadro “proroga” dell’Unificato-Lav sono stati inseriti il campo “data fine proroga/prosecuzione di fatto” e il campo “prosecuzione di fatto”.

Somministrazione – sono state apportate modifiche al modello “Uni-Somm” per permettere una migliore gestione delle informazioni inserite e per recepire le novità normative.

Agevolazioni: laddove i lavoratori sono portatori di diverse tipologie di agevolazioni, queste possono essere tutte inserite nei modelli attraverso i vari codici previsti.

I necessari indirizzi operativi rispetto a quanto sopra sono contenuti nella Circolare del MLPS n.235/2012 e nella nota n.16176/12,il cui testo si puo ‘consultare cliccando sul seguente link:http://www.ance.it/docs/docDownload.aspx?id=9394

Circa le rettifiche si evidenzia quanto segue:

Rettifiche – in caso di necessità o di situazioni che potrebbero danneggiare il lavoratore o il datore di lavoro, si potrà richiedere ai Centri per l’Impiego di effettuare una rettifica che preveda la modifica di dati essenziali dopo il termine di 5 giorni dalla comunicazione. La c.d. “rettifica d’ufficio” sarà consentita nei seguenti casi:

a) rettifica a seguito di verbale di ispezione;

b) rettifica per variazione di agevolazione;

c) rettifica per variazione dei dati del permesso di soggiorno.

In questi casi il datore di lavoro dovrà presentarsi presso il Centro per l’Impiego competente e chiedere di effettuare la modifica.

  

Agevolazioni: laddove i lavoratori sono portatori di diverse tipologie di agevolazioni, queste possono essere tutte inserite nei modelli attraverso i vari codici previsti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: