DIRITTO COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO PP.AA. ORFANI VITTIME SISMA ABRUZZO

Il diritto al collocamento obbligatorio  presso le pp.aa.degli orfani delle vittime del sisma intervenuto in Abruzzo il 6 aprile 2009 è previsto  dall’art.67 quater ,comma  13 , secondo periodo,  della legge n.134/2012  ,di conversione del decreto legge n.83/2012,che dispone quanto segue.

“Ferma restando la sussistenza dei requisiti di legge, per gli orfani delle vittime

degli eventi sismici verificatisi nella regione Abruzzo a partire dal 6 aprile 2009 si

applicano, senza limiti di età, le disposizioni in materia di assunzioni obbligatorie nelle

pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 7, comma 2, della legge 12 marzo 1999, n. 68.

Le assunzioni devono in ogni caso avvenire nel rispetto dei limiti delle assunzioni

consentite dalla normativa vigente per l’anno di riferimento. Resta comunque ferma

l’applicazione delle disposizioni di cui all’articolo 3 della citata legge n. 68 del 1999,

e successive modificazioni, in materia di assunzioni obbligatorie e quote di riserva, in

quanto ad esclusivo beneficio dei lavoratori disabili.

In merito a quanto sopra si evidenzia che:

1) beneficiari del collocamento obbligatorio nella fattispecie sono soltanto gli orfani delle vittime del sisma,mentre la norma tace riguardo alle/ai  vedove/i ,nonche’ agli equiparati

2) i requisiti per aver diritto al collocamento sono lo stato di disoccupazione e l’iscrizione nelle liste del collocamento obbligatorio

3) la quota di riserva   spettante agli orfani in questione  non è quella stabilita dall’art.3 della legge n.68/99 concernente  le categorie invalide , bensì    quella  dell’art.18 comma 2 ,della citata legge,secondo cui: “ è attribuita in favore di tali soggetti una quota di riserva, sul numero di dipendenti dei datori di lavoro pubblici e privati che occupano più di cinquanta dipendenti, pari a un punto percentuale e determinata secondo la disciplina di cui all’articolo 3, commi 3, 4 e 6, e all’articolo 4, commi 1, 2 e 3, della   legge.n.68/99. La predetta quota è pari ad un’unità per i datori di lavoro, pubblici e privati, che occupano da cinquantuno a centocinquanta dipendenti”

4) la riserva per gli orfani si applica  alle assunzioni presso le pp.aa.e  le stesse  devono avvenire nel rispetto dei limiti delle assunzioni consentite dalla normativa vigente per l’anno di riferimento

5) per accedere alle medesime  si prescinde   dall’eta’ posseduta dagli orfani in parola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: