INTERESSANTE SENTENZA TENTATIVO OBBLIGATORIO CONCILIAZIONE DOPO COLLEGATO LAVORO

Si  segnala   la  Sentenza 26 gennaio 2012, n. 406,pronunciata dal Tribunale di Milano  nel giudizio instaurato da un lavoratore  avverso l’impiego in  un contratto di appalto ritenuto fittizio ,malgrado il rapporto  fosse stato certificato dalla competente Commissione di certificazione   non preceduto dal  tentativo obbligatorio di conciliazione,che  ,a seguito della legge n.183/2010 ,che , abrogando l’articolo 412 cpc, ha trasformato   il tentativo obbligatorio da condizione di procedibilità a condizione dell’azione.

 ———————————————————-

Premesso

che P. ha convenuto in giudizio (…) Soc. Coop. a rl e (…) Srl chiedendo che fosse accertata, in via principale, previa declaratoria della sussistenza di un appalto illecito ex art. 29 D.Lgs. 276/2003, la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato tra il ricorrente e (…) Srl e che fosse quindi quest’ultima società condannata a reintegrarlo nel precedente posto di lavoro.

Solo in via subordinata, il ricorrente chiedeva che le medesime statuizioni (accertamento della natura subordinata del rapporto e reintegrazione) fossero rivolte nei confronti della (…) Soc. Coop. a r.l. con la quale era in corso un contratto a progetto,- da ritenersi “fittizio” nonostante l’avvenuta certificazione dalla competente commissione;

che la (…) si costituiva eccependo in via preliminare l’improcedibilità della domanda per aver il ricorrente omesso nei suoi confronti il tentativo obbligatorio di conciliazione, rivolto solamente alla (…) Soc. Coop.;

Rilevato

che, a seguito delle modifiche apportate dal cd. collegato lavoro, solo il tentativo di conciliazione di cui all’articolo 80, comma 4, del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, è rimasto obbligatorio;

che, pertanto, in forza di tale norma, “chiunque presenti ricorso giurisdizionale contro la certificazione ai sensi dei precedenti commi 1 e 3, deve previamente rivolgersi obbligatoriamente alla commissione di certificazione che ha adottato l’atto di certificazione per espletare un tentativo di conciliazione ai sensi dell’articolo 410 del codice di procedura civile”;

che, nella, specie, la domanda proposta in via principale nei confronti di (…) non e stata oggetto del tentativo obbligatorio di conciliazione sebbene, da un punto di vista logico e giuridico, implicasse l’erronea qualificazione della natura autonoma del rapporto di lavoro intercorso tra il ricorrente e la cooperativa “somministrante” mano d’opera. Presupposto, infatti, del fenomeno dell’intermediazione illecita di manodopera è l’esistenza di un rapporto avente natura subordinata. Poiché, quindi, la certificazione è vincolante anche nei confronti dei terzi, non può concepirsi una somministrazione illecita di manodopera caratterizzata dalla natura autonoma delle prestazioni lavorative;

che il tentativo obbligatorio di conciliazione può dirsi ritualmente esperito solo se vi sia completa corrispondenza fra le domande poste in sede di tentativo e quelle poste in ricorso;

che l’art. 31, c. 16, del collegato lavoro ha disposto l’abrogazione dell’art. 412 -bis c.p.c, trasformando così il tentativo obbligatorio da condizione di procedibilità a condizione dell’azione.

Conseguentemente, in assenza dell’esperimento del TOC, il ricorso dovrà essere dichiarato improcedibile.

Attesa la particolare complessità delle questioni trattate, pare equo compensare integralmente tra le parti le spese processuali.

P.Q.M.

Definitivamente pronunciando, disattesa ogni contraria istanza ed eccezione, così provvede: dichiara il ricorso improcedibile e compensa tra le parti le spese processuali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: