A PROPOSITO DI PENSIONI

 In vista delle  modifiche  che dall’anno prossimo caratterizzerano il sistema pensionistico dei lavoratori italiani,,in conseguenza sia  dell ‘ applicazione del terzo scalino  della  riforma del 2007   ,sia  delle restrizioni stabilite da  recenti provvedimenti  legislativi,si ritiene confacente   evidenziare  gli elementi significativi e rilevanti in materia,riportandosi alle corrispondenti indicazioni di Inps ed Inpdap.

1. LAVORATORI PRIVATI

A) Pensione di anzianità

La stessa presuppone  la cessazione di qualsiasi tipo di attività lavorativa alle dipendenze di terzi alla data di decorrenza della pensione. L’eventuale ripresa dell’attività lavorativa dipendente da parte del lavoratore che consegue la pensione di anzianità non può in alcun caso coincidere con la data di decorrenza del trattamento pensionistic

 REQUISITI

 Dall’1.2.99 ,è  stato introdotto il cosiddetto “sistema delle quote” in base al quale il diritto alla pensione si perfeziona al raggiungimento di una quota data dalla somma tra l’età anagrafica minima richiesta e almeno 35 anni di anzianità contributiva.

I lavoratori dipendenti e iscritti ai fondi pensioni sostitutivi ed integrativi che richiedono la pensione devono essere in possesso di un requisito anagrafico pari ad almeno:

  • 59 anni di età e raggiungere quota 95, nel periodo dall’ 1.7.2009 al 31.12.2010;
  • 60 anni di età e raggiungere quota 96, nel periodo dall’ 1.1.2011 al 31.12.2012;
  • 61 anni di età e raggiungere quota 97, a partire dall’ 1.1.2013.

I lavoratori autonomi che richiedono la pensione devono essere in possesso di un requisito anagrafico pari ad almeno:

  • 60 anni di età e raggiungere quota 96, nel periodo dall’ 1.7.2009 al 31.12.2010;
  • 61 anni di età e raggiungere quota 97, nel periodo dall’ 1.1.2011 al 31.12.2012;
  • 62 anni di età e raggiungere quota 98, a partire dall’ 1.1.2013.

Il requisito minimo contributivo per il raggiungimento della quota deve essere perfezionato escludendo la contribuzione figurativa per disoccupazione ordinaria e malattia.

Si può andare in pensione a prescindere dall’età se si possiede un’anzianità contributiva di almeno 40 anni. In tale ipotesi, se il requisito minimo dei 35 anni di contribuzione effettiva è stato raggiunto, si utilizza anche la contribuzione figurativa per disoccupazione e malattia.

QUANDO   VIENE LIQUIDATA

Tutti i lavoratori che raggiungono i requisiti anagrafici e contributivi per il diritto alla pensione di anzianità possono ottenere la liquidazione della pensione nel rispetto delle cosiddette “finestre di accesso” ,  fermo restando che in attesa di conseguire la pensione ,continuano a lavorare ,conseguendo la retribuzione e la contribuzione .Entro il 31.12.2010 sono previste le seguenti finestre:

Con meno 40 anni di contributi
  Decorrenza della pensione
Requisiti maturati entro il Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi
30 giugno 1° gennaio anno successivo 1° luglio anno successivo
31 dicembre 1° luglio anno successivo 1° gennaio secondo anno successivo

 

Con almeno 40 anni di contributi
  Decorrenza della pensione
Requisiti maturati entro il Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi
31 marzo 1° luglio stesso anno
se 57 anni di età entro il 30 giugno
1° ottobre stesso anno
30 giugno 1° ottobre stesso anno
se 57 anni di età entro il 30 settembre
1° gennaio anno successivo
30 settembre 1° gennaio anno successivo 1° aprile anno successivo
31 dicembre 1° aprile anno successivo 1° luglio anno successivo

Resta stabilito che i dipendenti ,in attesa dell’apertura delle finestre per acquisire la pensione,continuano a lavorare maturando la contribuzione  e la retribuzione spettante

Dall ‘1.1.2011 sono previste le seguenti finestre :

Lavoratori dipendenti  Lavoratori autonomi, parasubordinati e pensioni in totalizzazione 
12 mesi successivi alla maturazione dei requisiti  18 mesi successivi alla maturazione dei requisiti 

Esempio: lavoratore dipendente che perfeziona il requisito entro il 30 aprile 2011 potrà andare in pensione dal 1* maggio 2012

B) PENSIONE VECCHIAIA

 Si evidenzia che  cessato il rapporto di lavoro alle dipendenze di terzi alla data di decorrenza della pensione, fermo restando che qualora la rioccupazione intervenga presso diverso datore di lavoro non occorre una soluzione di continuità con la precedente attività lavorativa.

REQUISITI

 I lavoratori (dipendenti, iscritti alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi e i iscritti ai Fondi pensioni integrativi e sostituivi dell’AGO), già assicurati alla data del 31.12.1995,in generale e salvo specifiche deroghe   hanno diritto alla pensione di vecchiaia se possono far valere almeno:

  • 60 anni di età, per le donne, e 65 anni di età, per gli uomini;
  • 20 anni di contributi (1040 contributi settimanali).

 I lavoratori (dipendenti, iscritti alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, iscritti ai Fondi pensioni integrativi e sostituivi dell’AGO e i lavoratori parasubordinati), assicurati successivamente al 31.12.1995, hanno diritto alla pensione di vecchiaia se possono far valere almeno:

  • 60 anni di età, per le donne, e 65 anni di età, per gli uomini;
  • 5 anni di contribuzione effettiva (260 settimane).

 Per le pensioni di vecchiaia contributive sono previste particolari disposizioni se il lavoratore ha perfezionato almeno 35 anni di contribuzione (settimane 1820) ovvero almeno 40 anni di contribuzione (settimane 2080).

QUANDO VIENE LIQUIDATA

 Dal 1° gennaio 2008 tutti i lavoratori che raggiungono i requisiti anagrafici e contributivi per il diritto alla pensione di vecchiaia possono ottenere la liquidazione della pensione nel rispetto delle cosiddette “finestre di accesso” ,fermo restando che in  attesa delle stesse  e della  pensione ,continuano a lavorare  con la relativa retribuzione e contribuzione.

Requisiti maturati entro 31.12.2010:

                                                                                           Decorrenza pensione

Requisiti maturati entro il  
Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi
31 marzo 1° luglio stesso anno 1° ottobre stesso anno
30 giugno 1° ottobre stesso anno 1° gennaio anno successivo
30 settembre 1° gennaio anno successivo 1° aprile anno successivo
31 dicembre 1° aprile anno successivo 1° luglio anno successivo

REQUISITI PERFEZIONATI DAL 1° GENNAIO 2011

Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi, parasubordinati e pensioni in totalizzazione
12 mesi successivi alla maturazione dei requisiti 18 mesi successivi alla maturazione dei requisiti

 Esempio: lavoratore dipendente che perfeziona il requisito entro il 30 aprile 2011 potrà andare in pensione dal 1* maggio 2012

 2.DIPENDENTI PUBBLICI  (Iscritti INPDAP)

 

A) PENSIONE ANZIANITA’

Requisiti di accesso
La pensione di anzianità può essere richiesta al raggiungimento dei requisiti anagrafici e contributivi previsti per l’anno considerato e riepilogati nella tabella sottostante.

  In  seguito alle modifiche portate dalla legge 247/2007, i requisiti anagrafici di accesso sono i seguenti:

  •    la somma degli anni di anzianità contributiva e quelli dell’età anagrafica deve determinare il raggiungimento di una quota minima prevista per l’anno in questione, fermo restando il requisito minimo di anzianità contributiva pari a 35 anni e il possesso dell’età anagrafica minima prevista per l’anno considerato (es. 59 anni nel 2010).

 

 

 

 2010

 

 

  59 + 36
oppure
60 + 35
(quota 95)

 

 

 2011 – 2012

 

 

 60 + 36
oppure
61 + 35
(quota 96)

 

 

 2013

 

 

 61 + 36
oppure
62 + 35
(quota 97 – soggetta a verifica)

 

 

 2014

 

 

 61 + 36

Decorrenza (finestre di uscita)
Per decorrenza si intende la prima data utile per poter ottenere il pagamento della pensione.
Dal primo gennaio 2011, in base all’art. 12 del decreto legge n. 78 del 2010, convertito con modifiche nella legge n. 122 del 30 luglio 2010, per coloro che maturano i requisiti minimi per l’accesso alla pensione di anzianità, il trattamento di pensione decorre 12 mesi dopo il raggiungimento dei requisiti necessari (cosiddetta finestra mobile).
Le amministrazioni e gli enti datori di lavoro manterranno in servizio i dipendenti fino alla data di decorrenza del trattamento pensionistico.

Per coloro invece che maturano i requisiti per la pensione di anzianità entro il 31 dicembre 2010 si applicano le precedenti disposizioni.
Per i lavoratori con un’anzianità contributiva di almeno 40 anni le decorrenze per la pensione di anzianità sono le seguenti:

 

 

 

 DECORRENZA PENSIONI CON 40 ANNI DI ANZIANITÀ CONTRIBUTIVA (Esempi)

 

 

REQUISITI MATURATI ENTRO IL 31/12/2010 

 Maturazione Requisiti : 28.2.2010/I Trimestre

 Decorrenza Pensione   : con 57 anni entro 30.6.2010 da 1.7.2010 , con meno  57 anni    da 1.1.2011   

Maturazione Requisiti  :  30.4.2010/II Trimestre

Decorrenza  Pensione:  con 57 anni entro 30.9.2010 da 1.10.2010 , con meno 57 anni  da 1.1.2011

Maturazione requisiti: 31.7.2010/ III Trimestre

Decorrenza   pensione  : da 1. 1.2011

Maturazione requisiti :30.11.2010/ IV  Trimestre       

DecorrenzaPensione da 1.4.2011

 

REQUISITI MATURATI DAL 1.1.2011

Maturazione Requisiti                                                                     Decorrenza  Pensione

 28.2 .2011                                                                                                     1.3.2012

30.4.2011                                                                                                        1.5.2012

31.7.2011                                                                                                         1.8.2012

30.11.2011                                                                                                        1.12.2012

 

 

 

Per coloro che maturano invece il diritto a pensione con il sistema delle quote le decorrenze sono riportate nella tabella seguente:

 

 

 

 

 

 

 DECORRENZA PENSIONI DI ANZIANITÀ CON MENO DI 40 ANNI DI CONTRIBUZIONE (Esempi) 

 

 

 REQUISITI MATURATI ENTRO  31.12.2010

MATURAZIONE REQUISITI .31.5.201/I Semestre

DecorrenzaPensione :1.1 .2011

Maturazione Requisiti :30 .7. 2010/II Semestre

 REQUISITI MATURATI DAL 1.1.2011

Maturazione Requisiti: 28. 2.2011

DecorrenzaPensione :1. 3.2012

Maturazione Requisiti :30. 4.2011

Decorrenza Pensione:1. 6.2012

Maturazione Requisiti:3 1.7.2011

 Decorrenza   Pensione :1.8.2012  

DecorrenzaPensione: 1.7.2011

Maturazione Requisiti :3o.11.2011

Decorrenza Pensione:1.12.2012

 Il trattamento pensionistico per il personale del comparto scuola, in deroga alle finestre d’accesso generali, decorre a partire dal primo settembre di ogni anno, anche per coloro che maturano i requisiti entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento

 

 

 

 

 b) PENSIONE VECCHIAIA

 

 

 

 

 

 
 
 

 
   
       

 
       
        
                         

 

 

 DECORRENZA PENSIONI DI VECCHIAIA (Esempi)

 REQUISITI MATURATI ENTRO IL 31/12/2010 

Requisiti di accesso
I requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia variano a seconda del sistema di calcolo con cui il trattamento verrà liquidato.Pensioni liquidate secondo il sistema retributivo e il sistema misto
Alla pensione di vecchiaia si può accedere con i seguenti requisiti, validi fino al 31 dicembre 2011: 

  • 65 anni per gli uomini e 61 per le donne, insieme a 20 anni di anzianità contributiva o di servizio.

Per chi era in titolare di anzianità contributiva alla data del 31 dicembre 1992, vale la deroga per cui si può andare in pensione con 15 anni di contributi (secondo quanto stabilito dall’articolo 2 del decreto legislativo 503 del 1992).

Pensioni liquidate secondo il sistema contributivo
A partire dal primo gennaio 2008 sono quattro i casi in cui si può accedere al trattamento, con i seguenti requisiti: 

  • aver compiuto 65 anni e aver maturato almeno 5 anni di contributi;
  • aver compiuto 61 anni e aver maturato almeno 5 anni di contributi per le donne, purché l’importo da liquidare non sia inferiore a 1,2 volte l’importo dell’assegno sociale;
  • aver maturato 40 anni di contributi, a prescindere dall’età;
  • aver maturato almeno 35 anni di contributi e aver compiuto un’età pari a quella prevista per la pensione di anzianità (vedi le nuove regole su Pensione di anzianità).

Mantiene il diritto alla pensione con i precedenti requisiti chi ha maturato entro il 31 dicembre 2007 i requisiti di età e di anzianità contributiva previsti dalla normativa precedente (aver compiuto 57 anni di età unitamente a 5 anni di contribuzione con un importo di pensione non inferiore a 1,2 l’importo dell’assegno sociale).

 Decorrenza dal primo gennaio 2011 (finestre di uscita)
Per coloro che maturano i requisiti minimi per la pensione a decorrere dal 2011, l’accesso al pensionamento avviene decorsi 12 mesi dalla maturazione dei requisiti (cosiddetta finestra mobile) come stabilito dall’art. 12 del decreto legge n. 78 del 2010, convertito nella legge n. 122 del 30 luglio 2010.

Sono quindi destinatari della finestra mobile:

  • gli uomini che accedono alla pensione di vecchiaia con 65 anni di età;
  • le donne che accedono alla pensione di vecchiaia con 61 anni di età fino al 31/12/2011, ovvero 65 dal 01/01/2012

Decorrenza del trattamento di pensione delle lavoratrici:
per le donne che abbiano maturato i requisiti prima del primo gennaio 2012 è necessario distinguere le diverse casistiche:

  • con requisito anagrafico dei 60 anni maturato entro il 31/12/2009 (unitamente al minimo contributivo), la decorrenza è dal giorno successivo alla data di risoluzione del rapporto di lavoro;
  • con requisito anagrafico dei 61 anni maturato entro il 31/12/2010 (unitamente al minimo contributivo), la decorrenza è in base alle finestre di accesso previste dalla normativa vigente alla data di maturazione dei requisiti;
  • con requisito anagrafico dei 61 anni maturato entro 31/12/2011 (unitamente al minimo contributivo) il trattamento di pensione decorre trascorsi 12 mesi dalla data di maturazione del requisito (finestra mobile).

Le amministrazioni e gli enti datori di lavoro manterranno in servizio i dipendenti fino alla data di decorrenza del trattamento pensionistico.

Decorrenza fino al 31 dicembre 2010
Per coloro invece che acquisiscono  i requisiti anagrafici e contributivi entro il 31 dicembre 2010 continuano ad applicarsi le 4 finestre di accesso in relazione al trimestre di maturazione dei requisiti.

 
   
REQUISITI MATURATI  ENTRO 31.12.2010Maturazione Requisiti:  31.1.2010/I TrimestreDecorrenzaPensione: 1.7.201Maturazione Requisiti: 30-6.2010/II TrimestreDecorrenzaPensione :1.10.2010 Maturazione Requisiti :31.8.2010/  III Trimestre 2010Decorrenza Pensione: 1.1.2011Maturazione Requisiti :30 Novembre/IV TrimestreDecorrenzaensione:1.4.2011

REQUISITI MATURATI DALL ‘1,1,2011

Maturazione requisiti:31.1.2011

DecorrenzaPensione: 1.2.2012

Maturazione Requisiti:30.6.2011

DecorrenzaPensione:1.7.2012

Mturazione Requisoiti:31.8.2011

DecorrenzaPensione:1.9.2012

Maturazione Re quisiti : 30.11.2011

DecorrenzaPensione :1.12.2012

 
        
       
       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: