MODIFICATA SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDA INCENTIVI ASSUNZIONE BENEFICIARI INDENNITA’ DISOCCUPAZIONE

E’ noto che    numerose  norme della legislazione   , al fine  di promuovere nuove opportunità di lavoro e per favorire il reinserimento nel mercato del lavoro di determinate categorie di persone espulse dai processi produtivi     ,prevedono in favoro dei datori di lavoro  agevolazioni normative ,contributive ed incentivi  economici   in caso di assunzioni con rapporto  subordinato a tempo indeterminato o determinato,pieno o parziale .

In questa sede  si fa riferimento agli incentivi alle assunzioni di cui all’art.2 della  legge n.191/09 ,comma 134 -prima e seconda parte-e comma 151 ,  relative  ai  lavoratori beneficiari dei trattamenti di disoccupazione ,precisando per  ciascuna  delle tre  fattispecie  d’incentivazione  quanto segue :

a)   ASSUNZIONE DISOCCUPATI (COMMa   134  parte prima)

In via sperimentale soltanto per l’anno 2010 è previsto un particolare incentivo in favore dei beneficiari di qualsiasi trattamento di sostegno al reddito non connesso a sospensioni dal lavoro(quindi non deve trattarsi di cassintegrati   ,ma di disoccupati ) che siano in possesso di almeno 35 anni di anzianità contributiva ed accettino un’offerta di lavoro con inquadramento in un livello retributivo inferiore di almeno il 20% a quello corrispondente alle mansioni di provenienza .Il beneficio consiste nel riconoscimento della contribuzione figurativa integrativa fino alla data di maturazione del diritto al pensionamento e comunque non oltre la data del 31.12.2010. La contribuzione figurativa integrativca è pari alla differenza tra il contributo accreditato nell mansioni di provenienza ed il contributo obbligatorio spettante in relazione al lavoro svolto .

Il predetto beneficio è concesso a domanda, nel limite di 40 milioni di euro

 b)  ASSUNZIONE PERCETTORI DISOCCUPAZONE CON ALMENO 50 ANNI D’ETA’ ( COMMA  134   seconda parte)

Si stabilisce l’ applicazione della contribuzione prevista per gli apprendisti in via sperimentale  per  il  2010 ai datori di lavoro che procedono all’assunzione dei beneficiari dell’indennità di disoccupazione non agricola con i requisti normali che abbiano almeno 50 anni d’età. Peraltro si prevede che il predetto beneficio, se l’assunzione riguarda soggetti in mobilità o che percepiscono l’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali con almeno 35 anni di anzianità contributiva,si prolunga sino all data di maturazione del diritto al pensionamento e comunque non oltre la data del 31.12. 2010  .

 Il beneficio  jn questione  si consegue a domanda entro il limite di 120 milioni di euro .

c )ASSUNZIONE  TITOLARI DISOCCUPAZIONE ORDINARIA E  TRATTAMENTO  SPECIALE EDILE (  COMMA  151   )

E’  previsto   che   , solo per l’anno 2010 e nel limite di 12 milioni di euro,ai datori di lavoro che non abbiano effettuato nei dodici mesi precedenti riduzione di personale avente la stessa  qualifica dei lavoratori da assumere e che non abbiano sospensioni dal lavoro ai sensi dell’art.1 della legge n.223/91,che senza esservi tenuti assumono a tempo pieno ed indeterminato lavoratori destinatari dell’indennità ordinaria di disoccupazione o del trattamento speciale di disoccupazione edile  .

   L’ incentivo    risulta  concesso     dall’Inps ed è    pari all’indennità spettante al lavoratore nei limiti di spesa del trattamento spettante ,ma con esclusione di quanto dovuto a titolo di contribuzione figurativa per il  numero di mensilità di trattamento di sostegno al reddito non erogate.

Per conseguire l’ incentivo   in parola  si deve produre   apposita istanza all’Inps   nel rispetto delle risorse disponibili ,e lostesso avviene attraverso il conguaglio con le somme dovute dai datori di lavoro a titolo di contributi previdenziali ,a condizione che l’assunzione non   riguarda  licenziati dallo stesso datore di lavoro nei sei mesi preceenti,nonchè da  società o imprese  unite al datore di lavoro che aveva provveduto ai recessi da rapporti di colleganza e controllo.

Le modalità per conseguire i benifici delle predette lettere a),b) e c) sono state fissate,secondo la previsione legislativa    da due distinti   decreti del Ministro   del Lavoro,di concerto con il  Ministro dell’Economia  ,pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n.253 del 28.10.2010, recanti la data del 26 luglio 2010 ed i numeri 53343 e 53344.

Il primo decreto disciplina le modalita’ per gli incentivi previsti   dalle lettere a) e  b), disponendo tra l’altro che il   datore di lavoro che ha stipulato il contratto  di  lavoro  eche intende chiedere il beneficio deve  effettuare  apposita  domanda
all’inps  entro  il   mese successivo alla data di stipulazione del contratto di lavoro, secondo le modalita’  che  verranno  definite  dall’Istituto  stesso ,mentre per per  icontratti  stipulati  prima  della  pubblicazione  delle   istruzioni dell’INPS, la domanda deve essere trasmessa entro il mese  successivoalla suddetta pubblicazione.

Il secondo decreto disciplina le modalita’ per gli incentivi previsti dalla lettera c) ,disponendo tra l’altro che il  datore di lavoro che ha stipulato un contratto di  lavoro  inconformita’ alla previsione normativa    e che intende  chiedere  l’incentivo stabilito al riguardo     deve  effettuare  apposita   domanda all’Istituto  nazionale  della  previdenza  sociale,  entro  il  mese successivo alla data di stipulazione del contratto di lavoro.,aggiungendo che  per  i contratti stipulati prima della pubblicazione del  decreto interministeriale, la domanda puo’ essere presentata entro il mese successivo alla data di pubblicazione del decreto stesso.

Premesso quanto sopra ,si segnala il messaggio n.29897 del 26.nov.2010   con cui l’Inps provvede a rendere  uniformi le scadenze del termine entro cui i datori di lavoro interessati devono produrre le domande per conseguire gli incentivi stabiliti per le assunzioni di cui a all’art. 2 comma 134 -prima e seconda parte-e comma 151 della legge n.191/2009

 Infatti nel messaggio si legge che  considerato che la presentazione della domanda potrà avvenire solo in via telematica, mediante il servizio online per le Aziende e i Consulenti “Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” – DiResCo –, si ritiene opportuno, in analogia con quanto disposto dal decreto interministeriale n. 53343 del 26 luglio 2010 per la fruizione dei benefici di cui all’articolo 2, comma 134, della legge n.191/2009, che anche per fruire dei benefici contributivi di cui all’articolo 2, comma 151, della legge n. 191/2009,diversamente da quanto specificato nel decreto interministyeriale n.53344/2010, in relazione ai contratti stipulati prima della pubblicazione delle istruzioni dell’INPS, la domanda debba essere trasmessa entro il mese successivo alla pubblicazione delle suddette istruzioni. 

 Infine il mesaggio  evidenzia  che tale diverso termine della presentazione delle domande non incide sulla possibilità delle aziende di fruire dell’incentivo in esame. Infatti, nell’ipotesi di insufficienza delle risorse finanziarie l’incentivo viene concesso secondo l’ordine cronologico di stipula dei contratti di lavoro, essendo pertanto irrilevante la priorità nella presentazione delle domande.
 

 

Una Risposta to “MODIFICATA SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDA INCENTIVI ASSUNZIONE BENEFICIARI INDENNITA’ DISOCCUPAZIONE”

  1. francescocolaci Says:

    nico,

    non riesco a risponderti ,perche il tuo ‘indirizzo di posta elettronica risulta non corretto.Provvedi a ripeterlo.F.Colaci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: