MISURA PREMIO INAIL FORMAZIONE LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE

L’art.1 comma 1 della legge n.102/09,di conversione del dec.legge n.78/09,prevede che “

Al fine di incentivare la conservazione e la valorizzazione del capitale umano nelle imprese, in via sperimentale per gli anni 2009 e 2010, i lavoratori percettori di trattamenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro, possono essere utilizzati dall’impresa di appartenenza in progetti di formazione o riqualificazione che possono includere attivita’ produttiva connessa all’apprendimento. L’inserimento del lavoratore nelle attivita’ del progetto puo’ avvenire sulla base di uno specifico accordo stipulato in sede di Ministero del lavoro della salute e delle politiche sociali stipulato dalle medesime parti sociali che sottoscrivono l’accordo relativo agli ammortizzatori. Al lavoratore spetta a titolo retributivo da parte dei datori di lavoro la differenza tra trattamento di sostegno al reddito e retribuzione.

2. All’onere derivante dal comma 1, valutato in 20 milioni di euro per l’anno 2009 e in 150 milioni di euro per l’anno 2010, si provvede mediante corrispondente riduzione delle risorse del Fondo sociale per occupazione e formazione, di cui all’articolo 18, comma 1, lettera a) del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, trasferite al medesimo con delibera CIPE n. 2 del 6 marzo 2009, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 90 del 18 aprile 2009.

3. Con decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da emanarsi entro trenta giorni dall’entrata in vigore del presente decreto, sono disciplinate le modalita’ attuative del comma 1, avuto particolare riguardo ai procedimenti del relativo accordo, alla previsione di coniugazione dei medesimi con gli interventi di politica attiva a valere sulle risorse all’uopo destinate ai sensi dell’Accordo Stato-Regioni del 12 febbraio 2009, alle procedure di comunicazione all’INPS anche ai fini del tempestivo monitoraggio di cui al comma 4.

Premio INAIL per i lavoratori sospesi con trattamento di sostegno al reddito utilizzati in progetti di formazione

03/05/2010 12:13

Luisa Agostini

Parole chiave: inail , ministero lavoro

L’INAIL, con la circolare n. 18 del 30 aprile 2010, interviene per fornire istruzioni operative ai fini del calcolo del premio assicurativo per i lavoratori utilizzati nei progetti di formazione o riqualificazione come previsto dal Decreto Interministeriale n. 49281 del 18 dicembre 2009.

In forza di tale provvedimento è previsto che i datori di lavoro che hanno in atto sospensioni, previa sottoscrizione di uno specifico accordo in sede di Ministero del Lavoro, potranno reimpiegare i propri lavoratori sospesi purchè inseriti in progetti di formazione e riqualificazione che possono includere anche attività produttiva finalizzata all’apprendimento. Tali lavoratori continueranno a percepire il trattamento di sostegno al reddito ed il datore di lavoro riconoscerà la differenza tra tale importo e la retribuzione originaria spettante.

L’INAIL, con la circolare in oggetto specifica che per i lavoratori sospesi

  • ad orario ridotto, utilizzati nei progetti di formazione, il premio verrà calcolato in base alla voce di tariffa corrispondente alla lavorazione normalmente esercitata ed alla base imponibile rapportata alle ore complessive da retribuire a carico dei datori di lavoro;
  • a zero ore, il premio verrà calcolato in base alla retribuzione di ragguaglio pari al minimale di rendita ed alla voce di tariffa 0611 della Gestione artigianato

Al fine di incentivare la conservazione e la valorizzazione del capitale umano nelle imprese, in via sperimentale per gli anni 2009 e 2010, i lavoratori percettori di trattamenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro, possono essere utilizzati dall’impresa di appartenenza in progetti di formazione o riqualificazione che possono includere attivita’ produttiva connessa all’apprendimento. L’inserimento del lavoratore nelle attivita’ del progetto puo’ avvenire sulla base di uno specifico accordo stipulato in sede di Ministero del lavoro della salute e delle politiche sociali stipulato dalle medesime parti sociali che sottoscrivono l’accordo relativo agli ammortizzatori. Al lavoratore spetta a titolo retributivo da parte dei datori di lavoro la differenza tra trattamento di sostegno al reddito e retribuzione. “

  Il comma 3 della medesima legge stabilisce che con   decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze,  , sono disciplinate le modalita’ attuative del comma 1 .

Premesso quanto sopra e ricordato che risulta intervenuto  al riguardo il Decreto  ministeriale n.49281 del 18.12.09,si evidenzia che l’INAIL

Premio INAIL per i lavoratori sospesi con trattamento di sostegno al reddito utilizzati in progetti di formazione

03/05/2010 12:13

Luisa Agostini

Parole chiave: inail , ministero lavoro

L’INAIL, con una prima  circolare n. 18 del 30 aprile 2010, era intervenuta  per fornire istruzioni operative ai fini del calcolo del premio assicurativo per i lavoratori utilizzati nei progetti di formazione o riqualificazione  in  questione    e che continueranno a percepire il trattamento di sostegno al reddito,mentre   il datore di lavoro riconosce  la differenza tra tale importo e la retribuzione originaria spettante.

Nella citata crcolarel ‘Istituto  specificava  che per i lavoratori sospesi

  • ad orario ridotto, utilizzati nei progetti di formazione, il premio verrà calcolato in base alla voce di tariffa corrispondente alla lavorazione normalmente esercitata ed alla base imponibile rapportata alle ore complessive da retribuire a carico dei datori di lavoro;
  • a zero ore, il premio verrà calcolato in base alla retribuzione di ragguaglio pari al minimale di rendita ed alla voce di tariffa 0611 della Gestione artigianato

Sciogliendo la riserva  contenuta nella menzionata circolare,l’Inail 

 L’INAIL, con la Nota n. 5153 del 2 luglio 2010, ricorda che il premio per i lavoratori sospesi a zero ore  si calcola in base alla retribuzione convenzionale giornaliera degli allievi dei corsi di formazione professionale, applicando un tasso pari al 5 per mille.

L’Istituto precisa, inoltre, che i dati relativi ai lavoratori utilizzati nei progetti di formazione o riqualificazione (codice fiscale, cognome, nome, durata del progetto), non devono essere trasmessi dai datori di lavoro ma verranno acquisiti direttamente dai competenti uffici del Ministero del Lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: