RIPARTIZIONE REGIONI FONDI ANNO 2009 PER APPRENDISTATO

 Si richiama l’attenzione su l decreto del Ministero del Lavoro datato 23.04.2010,pubblicato sulla  Gazzetta Ufficiale n.122 del 27 scorso ,con cui ,a norma dell’art.9 della legge n.236/93,si è provveduto alla ripartizione fra le Regioni delle disponibilità  finanziarie dell’anno 2009 destinate all’apprendistato   .

Come previsto dal decreto ministeriale n. 4/cont/I/2009 dell’8 maggio 2009 e successive variazioni, con riferimento all’annualita’ 2009, sono destinati, ai sensi dell’art. 2, comma 518 della legge 28 dicembre 2007, n. 244 e successive modifiche e integrazioni, euro 80.000.000,00 al finanziamento delle attivita’ di formazione nell’esercizio dell’apprendistato previste dalla normativa vigente,     Sono trasferiti, a titolo di anticipo, euro 40.000.000,00 pari al 50% delle risorse  che  vengono ripartite fra le regioni e le province autonome di Bolzano e Trento, in quota proporzionale al riparto del decreto direttoriale n. 29/cont/II/2009 del 4 giugno 2009, art. 1,  Le risorse assegnate, a titolo di anticipo, a ciascuna regione e provincia autonoma sono riportate  in apposita tabella tabella ,precisando che all’Abbruzzo risultano  antici pati euro 674,697,00 sul totale di 40 milioni di euro

 A partire dal giorno successivo alla data del  decreto in questione  e
previa  trasmissione  di  copia  dello  stesso  alle  Amministrazioni
interessate, il  Ministero  del  lavoro  e  delle  politiche  sociali
procede al trasferimento delle risorse  anticipate .
 Entro 12 mesi dalla data del   decreto, le regioni  e  le
province  autonome  comunicano  al  Ministero  del  lavoro  e   delle
politiche sociali estremi ed importi degli impegni assunti  con  atti
amministrativi  giuridicamente  vincolanti  riferiti   alle   risorse
trasferite. 
  Infine si prevede che allo   scopo  di  monitorare  l’avanzamento  delle  attivita’  perl’apprendistato, ciascuna regione e provincia predispone un rapporto annuale di  attuazione  finanziario  (impegni –  pagamenti),fisico e procedurale, elaborato secondo le linee  guida  fissate  dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali in collaborazione  con l’ISFOL, nell’ambito del sistema di monitoraggio  previsto  dall’art.17, comma 6 del decreto legislativo 10 settembre  2003,  n.  276,  dainviare  allo  stesso  Ministero  entro  il  30   giugno   2010.  

La trasmissione   dei   rapporti   dovra’,   preferibilmente,   avvenire
attraverso posta  elettronica  ai  sensi  dell’art.  47  del  decreto
legislativo 7 marzo 2005, n. 82 ,con l’avvertenza che la  trasmissione  dei  rapporti  di  monitoraggio  di  cui   al
precedente comma, secondo  i  termini  e  i  criteri  previsti,  puo’
costituire  condizione  ai  fini  dei  successivi  trasferimenti   di
risorse. 
    Qualora entro 12 mesi dalla data del   decreto non  venga
comunicato   l’avvenuto impegno  giuridicamente  vincolante  delle  risorse,   non   verranno trasferite risorse a valere  sui  successivi  decreti,  che  potranno essere successivamente reimpiegate sulla base di criteri da stabilire d’intesa con il Coordinamento tecnico delle regioni e delle  province autonome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: