PILLOLE DI…GIURISPRUDENZA

Si richiama l’attentenzione sulle seguenti   decisioni realative a questioni   inerenti il lavoro:

a)  CORTE DI CASSAZIONE

 

Ordinanza n.531/2010 : Tutte le controversie relative al raporto di lavoro dei segratari comunali e provinciali ,comprese quelle riguardanti la loro assunzione,sono soggette alla giurisdizione del giudice ordinario .

– Sentenza n.2734/2010 :  L’imprenditore nei licenziamenti dopo unaprocedura di cigs non è tenuto a rispettare l’art.24 dellalegge n.223/91 e può procedere al licenziamento anche di un solo dipendente senza dover rispettareil limite di cinque indicato dalla norma.

Sentenza n.2736/2010 : La responsabilità conseguente alla violazione dell’art.2087 c.c. per l’inosservanza delle misure di sicurezza sul lavoro ha natura contrattuale .Pertanto l’Inail che agisca in via di regresso deve allegare e provare l’esistenza dell’obbligazionw lavorativa e del danno,nncè il nesso causale di questo con laprestazione .Il datore di lavoro invece deve provare che il danno è dipeso da causa a lui non imputabile  e cioè di aver adempiuto al suo obbligo di sicurezza ,aprestando tutte le misure per evitare il danno , e che  gli esiti dannosi sono stati determinati da un evento imprevisto ed imprevedibile.

Sentenza n.3598/2010 : L’imprenditore che con un contratto a termine assume un lavoratore per sostituire una dipendente in maternità non èobbligato a fargli svolgere le stesse mansioni della persona che è chiamato a rimpiazzare..Uno dei punti  decisivi per affermare la legittimità del contratto di sostituzione  è nella coinidenza delle date di inizio e fine del rapporto con quelle di inizio e fine del congedo del lavoratore da rimpiazzare.Pertanto stabilitala contemporaneita della sostituzione,resta fermo che l’imprenditore può procedere ad una riorganizzazione dell’attività aziendale mettendo in atto gli spostamenti ch ritiene piùopportuni,compresa una diversa  assenazione di ruolo del dipendente assunto a termine.

Sentenza n.3600/2010 : In tema d’interpretazione dei contratti collettivi,dovendo fare riferimento al significato letterale delle espressioni usate e non potendo ,allorquando esso risulti univoco ,ammettereil ricorso ad ulteriori criteri interpretativi,laddove vi sia una clausola che prevede illicenziamento in tutti i casi d’improseguibilità del rapporto ed un’altra che preveda il licenzimento in tutti i casi di condannaper reato a penadetentiva senza la concessione del beneficio della sospensione condizionale,dette clausole per il loro carattere complementare  s’interpretanonel seno che è sempre possibile per il datore recedere da rapporto anche in caso di reati di minore gravità ,purchè discrezionalmente ritenuti tali da impedire la prosecuzione de rapporto. 

b) TRIBUNALE REGIONALE AMMINISTRATIVO

-Sentenza TAR  Lazio n.1414 del 2.2.2010 :Le controversie riguardanti  il rilascio del nulla osta relativo al ricongiungimento familiare,come il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno per motivi familiari,sono sottratte alla giurisdizione del giudiceamministrativo e rientrano in quelladel giudice ordinario ,che può essere adito anche in sede di autonomo giudizio di accertamento del diritto.

Sentenza TAR Sicilia n.954 del 27.1.2010 : Lo straniero ,anche entrato o rimasto irregolarmente in Italia,ha diritto di ottenere per il tempo necessario ad effettuare cure mediche d’urgenza  o che non potrebbe ottenerenl Paese d’origine ,un permesso temporaneo di soggiorno idoneo a regolarizzare lasua situazione ,applicandosi l’art.5 comma 9 del dec.leg.vo n.286/98,in base al quale ,se sussistono i requisi e le condizioni previste,il permesso di sogioprno deve essere rilasciato ,rinnovato o convertito entro 20 giorni dalla data di  presentazione delladomanda .

Sentenza TAR  Emilia R omagna n.191 del 22.1.2010 :  Non risulta fondato il ricorso del cittadino extracomunitario contro il provvedimento di rigetto della richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno adottatato dal questorea causa della sentenza di condanna per detenzion e spaccio di stupefacenti. Infatti  ai sensi del dec.leg.vo n.286 /98 ,condizione fondamentale per consentire l’ingresso degli stranieri ,è l’assenza di condanne penali emesse per reati inerenti gli stupefacent.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: