DISPOSIZIONI SU ISTITUTI DI PATRONATO

Sulla Gazzetta Ufficiale n.22/2010 risulta pubblicato il Decreto del Ministro del Lavoro 14.12 2009 ,che, in attuazione della legge n.152/01, contiene nuove disposizioni  sugli istituti di patronato, di cui di seguito si evidenziano gli aspetti rilevanti .

 Anzitutto  va sottolineato che  i  predetti  istituti  di  patronato

  possono   stipulare   convenzioni   per   svolgere   attivita'   di   sostegno,
informative, di servizio e di assistenza tecnica nei confronti  delle
pubbliche amministrazioni in tutte le loro articolazioni  e  con  gli
organismi comunitari ai sensi dell'art.  10,  comma  1,  lettera  b),
della legge 30 marzo 2001, n. 152.
Si  sottolinea  che le  Le  predette  convenzioni  devono
essere  svolte  senza  scopo  di  lucro e  con  rimborso  delle   spese
effettuate   mentre  sono gratutite   Le attivita'  prestate ai  lavratori
 Inoltre si stabilisce che  gli  istituti di patronato   svolgono
 attivita'  di  informazione,  consulenza  e  assistenza  in
materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nei confronti  dei
lavoratori, delle pubbliche amministrazioni e dei  datori  di  lavoro
privati ,venendo espletate gratuitamente nei confronti dei lavorator
 e sulla base  di  apposite tariffe    nei  confronti
delle pubbliche amministrazioni e dei datori di lavoro privati.
Rispetto alle convenzioni, si chiarisce  che ognuna delle stesse
 deve individuare i soggetti interessati, i loro
ruoli, le attivita' oggetto della convenzione, i tempi, le  modalita'
di esecuzione e di  rimborso  dei  costi  anche  forfettari  mediante
rendicontazione, i criteri  di  computo  del  rimborso  spese,  anche
attraverso un'analisi preventiva dei costi, e le  relative  modalita'
di erogazione, i livelli  di  responsabilita'  e  di  garanzia  nello
svolgimento di tali attivita'.
    Peraltro il decreto  avverte che da  parte degli istituti di patronato
    le convenzioni  sono  sottoscritte  dal  legale rappresentante  o
 dai soggetti individuati  e  autorizzati,  attraverso  procure
speciali,sulla base delle rispettive norme statutarie.
   I  criteri  per  definire  e  calcolare  i  rimborsi  spese,  da
considerarsi contributi ai sensi dell'art. 18, della legge  30  marzo
2001, n. 152, devono essere determinati in relazione  alla  tipologia
ed alle caratteristiche delle attivita' oggetto della convenzione con
riferimento a parametri e/o indicatori oggettivi,  individuati  dalle
amministrazioni che propongono la convenzione ,restando inteso che le
   convenzioni con le pubbliche amministrazioni e gli  organismi
comunitari devono essere  stipulate  nel  rispetto  dei  principi  di
trasparenza dell'azione amministrativa ,mentre non
si possono essere stipulate convenzioni per svolgere attivita'  di
informazione, consulenza, assistenza e tutela sulle prestazioni  gia'
regolate dal decreto 10 ottobre  2008,  n.  193,  del  Ministero  del
lavoro, della salute e delle politiche sociali e relativi allegati. 

 Infine risulta  stabilito che:
a) le convenzioni stipulate  vanno rimesse  alla  competente
Direzione provinciale del lavoro entro 30 giorni dalla data della stipula ;
b) in riferimento ai principi della legge 7 agosto 1990, n. 241, e
successive modificazioni,  le  convenzioni  stipulate  con  pubbliche
amministrazioni ed organismi comunitari sono pubbliche e chiunque  ha
il diritto di prenderne visione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: