Archive for novembre 2009

PROVVEDIMENTI CIGS AZIENDE ABRUZZO

25/11/2009

Si riportal’elenco delle aziende della regione Abruzzo nei cui confronti risulta intervenuto il provveimento di cigs nel periodo 16/23 novembre 2009:

COMPASS GROUP ITALIA C/O SISTEMI SOSPENSIONI                                                        S.p.a.

  con sede in :  MILANO                                                                                –  MI

  Causale di intervento :   crisi aziendale                                  

  Unita’ aziendali di :

     SULMONA                                                                                                  –   AQ

  Decreto              del 19/11/2009 n.   48164 

  Approvazione   del programma di C.I.G.S. dal     10/08/2009   al     27/09/2009

  Concessione    del trattamento di C.I.G.S. dal     10/08/2009   al     27/09/2009

  Settore : Mense- somministrazione di cibi e bevande, in genere a prezzo ridotto, a gruppi di persone chiaramente definiti aventi vincoli di

               natura professionale: attività delle mense aziendali, mense sportive, mense scolastiche, mense universitarie, mense e posti d

            ——————————————————————————————————————————————

CONCERTA C/O SAMPUTENSILI                                                                                       S.p.a.

  con sede in :  CASALECCHIO DI RENO                                                          –  BO

  Causale di intervento :   crisi aziendale                                  

  Unita’ aziendali di :

     ORTONA                                                                                                   –   CH

  Decreto              del 19/11/2009 n.   48162 

  Approvazione   del programma di C.I.G.S. dal     24/08/2009   al     20/09/2009

  Concessione    del trattamento di C.I.G.S. dal     24/08/2009   al     20/09/2009

  Settore : Fornitura di pasti preparati (catering, banqueting)- attività di imprenditori che forniscono cibi preparati presso un’unità centrale e

               destinati al consumo in altra sede, ad es. fornitura a compagnie aeree, per il recapito a domicilio, per banchetti, cene

            ——————————————————————————————————————————————

  PAVIMENTAL                                                                                                               S.p.a.

  con sede in :  ROMA                                                                                   –  RM

  Causale di intervento :   crisi aziendale                                  

  Unita’ aziendali di :

     ANAGNI                                                                                                    –   FR

     ANDRIA                                                                                                     –   BA

     BARBERINO DI MUGELLO                                                                                –   FI

     CIVITELLA IN VAL DI CHIANA                                                                           –   AR

     FIESSO UMBERTIANO                                                                                    –   RO

     GENOVA                                                                                                   –   GE

     LORETO                                                                                                    –   AN

     MAGLIANO SABINA                                                                                      –   RI

     MAGLIANO SABINA                                                                                      –   RI

     MARCIANISE                                                                                               –   CE

     ORTONA                                                                                                   –   CH

     PONTENURE                                                                                               –   PC

     RIMINI                                                                                                       –   RN

     TREZZO SULL’ADDA                                                                                     –   MI

     UBOLDO                                                                                                    –   VA

     ZOLA PREDOSA                                                                                          –   BO

  Decreto              del 17/11/2009 n.   48130 

  Approvazione   del programma di C.I.G.S. dal     01/09/2009   al     28/02/2010

  Concessione    del trattamento di C.I.G.S. dal     01/09/2009   al     28/02/2010

  Settore : Costruzione di autostrade, strade, campi di aviazione e impianti sportivi- costruzione di strade, autostrade, strade urbane e altri

               passaggi per veicoli e pedoni- costruzione di strade ferrate- costruzione di piste di campi di aviazione- lavori di costruz

            —————————————————————————————————————————————— 

COMPASS GROUP ITALIA C/O SISTEMI SOSPENSIONI                                                        S.p.a. 

  con sede in :  MILANO                                                                                  MI 

  Causale di intervento :   crisi aziendale                                    

  Unita’ aziendale  di : 

     SULMONA                                                                                                     AQ

  Decreto              del  19/11/2009 n.   48164

  Approvazione   del programma di C.I.G.S. dal     10/08/2009   al     27/09/2009

  Concessione    del trattamento di C.I.G.S. dal     10/08/2009   al     27/09/2009

  Settore : Mense- somministrazione di cibi e bevande, in genere a prezzo ridotto, a gruppi di persone chiaramente definiti aventi vincoli di

               natura professionale: attività delle mense aziendali, mense sportive, mense scolastiche, mense universitarie, mense e posti d

           

 

CONCERTA C/O SAMPUTENSILI                                                                                       S.p.a.

  con sede in :  CASALECCHIO DI RENO                                                            BO

  Causale di intervento :   crisi aziendale                                  

  Unita’ aziendale di :

     ORTONA                                                                                                      CH

  Decreto              del  19/11/2009 n.   48162

  Approvazione   del programma di C.I.G.S. dal     24/08/2009   al     20/09/2009

  Concessione    del trattamento di C.I.G.S. dal     24/08/2009   al     20/09/2009

  Settore : Fornitura di pasti preparati (catering, banqueting)- attività di imprenditori che forniscono cibi preparati presso un’unità centrale e

               destinati al consumo in altra sede, ad es. fornitura a compagnie aeree, per il recapito a domicilio, per banchetti, cene

 

 

 

 

 

  PAVIMENTAL                                                                                                               S.p.a.

  con sede in :  ROMA                                                                                     RM

  Causale di intervento :   crisi aziendale                                  

  Unita’ aziendale di :

   ORTONA                                                                                                      CH

    

      Decreto              del  17/11/2009 n.   48130

  Approvazione   del programma di C.I.G.S. dal     01/09/2009   al     28/02/2010

  Concessione    del trattamento di C.I.G.S. dal     01/09/2009   al     28/02/2010

  Settore : Costruzione di autostrade, strade, campi di aviazione e impianti sportivi- costruzione di strade, autostrade, strade urbane e altri

               passaggi per veicoli e pedoni- costruzione di strade ferrate- costruzione di piste di campi di aviazione- lavori di costruz

            

 

 

 

TRANSAZIONE SU FATTI OGGETTO DI ACCERTAMENTO ISPETTIVO

24/11/2009

 Si richiama l’attenzione sula nota  del Ministero del Lavoro   10 novembre 2009, n. 17056 con cui si dà risposta alla  richiesta di chiarimenti di una Direzione del Lavoro  in merito alla possibilità di annullare in sede di autotutela il provvedimento ingiuntivo adottato, in ragione della intervenuta conciliazione giudiziale nella causa di lavoro promossa dalla lavoratrice denunciante nei confronti del datore di lavoro destinatario delle sanzioni; circostanza che si evince dal deposito, nel giudizio instaurato ai sensi dell’art. 22 della L. n. 689/1981, della relativa documentazione.

 In  proposito la nota in questione   rappresenta che la circostanza secondo cui la controparte abbia depositato in giudizio prova della conciliazione intervenuta con la lavoratrice non comporta una conferma dell’assunto della autonomia del rapporto lavorativo posto in essere poiché, com’è ben noto, l’oggetto della transazione non è il rapporto o la situazione giuridica cui si riferisce la discorde valutazione delle parti, ma la lite cui questa ha dato o può dar luogo e che le parti intendono eliminare mediante le reciproche concessioni (Cass. civ., sez. lav., sent. n. 6444/1994); sicché l’autonomia della transazione rispetto al rapporto giuridico sottostante esclude che dalle reciproche concessioni possano trarsi elementi di prova circa l’effettività del rapporto di lavoro e della qualifica ad esso attribuita dalle parti.

Pertanto ,prosegue la nota ministeriale in argomento ,da  tale principio discende, come peraltro già ravvisato dalla  Direzionerichiedente , che nei casi di intervenuta conciliazione tra il lavoratore ed il datore di lavoro ed in special modo nei casi, come quello di specie, in cui la transazione abbia per oggetto solo le rivendicazioni economiche del lavoratore, l’Amministrazione precedente non perde il potere-dovere di portare a conclusione la procedura sanzionatoria, anche nei suoi sviluppi processualistici ,posto che detta procedura  ,avendo ad oggetto sanzioni amministrative, colloca i relativi crediti nell’ambito dei diritti indisponibili con la conseguente preclusione per l’Amministrazione di poter raggiungere accordi transattivi con il privato in detta materia,rammentando in merito   che con parere reso in data 18/5/2009 con nota prot. n. 155380 del 18/5/09 – CS 567/09 – l’Avvocatura Generale dello Stato ha escluso che proprio in materia di crediti derivanti da sanzioni amministrative possa procedersi ad atti transattivi, non potendo la sanzione amministrativa come tale, nel suo complesso, formare oggetto di tali accordi (cfr. sul punto nota di questa Direzione del 6/10/2009 n.prot. 25/I/0014550).

  La risposta del Ministero si conclude con il   parere  che  non sembra possibile nel caso di specie rinvenire gli estremi per un riesame della vicenda.

NUOVO SISTEMA CALCOLO DURATA CIG ESTESO EDILIZIA

24/11/2009

Con la circolare n.58 del 20 aprile scorso,l’Inps  ebbe a disporre   ,d’intesa con il Ministero del Lavoro,un nuovo
criterio di calcolo della settimana integrabile per la cassa integrazione guadagni ordinaria,che pertanto  dalla suddetta data va computata a giorni,dando così una diversa interpretazione all’art . 6 della legge 20 maggio 1975, n. 164, secondo cui «l’integrazione salariale … è corrisposta fino ad un periodo massimo di 3 mesi continuativi; in casi eccezionali detto periodo può essere prorogato trimestralmente fino ad un massimo complessivo di 12 mesi».
Infatti, l’Istituto ha osservato che nell ‘attuale fase di temporaneo rallentamento dell’attività produttiva risulta cruciale consentire un utilizzo flessibile degli strumenti di sostegno al reddito al fine di consentire alle imprese il superamento dell’ attuale periodo di crisi modulando l’ utilizzo della forza lavoro in relazione all’ andamento dei mercati nazionale ed internazionale e di onseguenza rislta
 definita una interpretazione evolutiva della norma sopra riporta per individuare un nuovo e più flessibile criterio di computo dei limiti temporali di concessione del trattamento di integrazione salariale ordinaria ,stabilendo appunto che i limiti massimi di cui all’art.6 della legge n.164 /75 si computano con riguardo non ad un’intera settimana di calendario, come sinora avvenuto, ma alle singole giornate di sospensione del lavoro ,così da considerare usufruita una settimana solo allorché la contrazione del lavoro abbia interessato sei giorni, o cinque in caso di settimana corta ,spettando alle Commissioni Provinciali in sede di esame delle domande aziendali valutare tale nuova modalità di computo , fermi restando gli altri requisiti previsti dalle norme .
Le predette  istruzioni dell’Inps si concludevano   con l’invito alle aziende che usufruiscono parzialmente delle settimane a voler comunicare ,a far data dal 20.4.09 ,all’ Istituto il numero di settimane effettivamente usufruite (somma di singoli giorni diviso 5/6) 

   

Con la Circolare n.116 del 20  scorso l’Inps  riporta  l’attenzione sulla  nuova modalità di calcolo dei limiti temporali di cui all’art. 6 della legge 20 maggio 1975, n. 164, così come definita dalla ricordata   circolare n. 58 del 20.04.2009,affermando che    s’intende   applicable i anche alle integrazioni salariali per il settore edile e affini.Pertanto, anche il conteggio dei limiti temporali di cui all’art. 1 della legge 6 agosto 1975, n. 427 deve essere fatto in base alla predetta circolare n. 58 limitatamente ai soli casi di riduzione di attività dovuta a momentanea mancanza di lavoro, a riduzione di commesse o di ordini da parte di Enti Appaltanti o Committenti con conseguente generalizzata “crisi aziendale” che comporta una contrazione del ciclo produttivo aziendale.

 

MODULISTICA PER AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA REGIONE ABRUZZO

23/11/2009

Di seguito, si pubblicano i modelli da utilizzare  per le domande degli ammortizzatori sociali in deroga autorizzati dal  Cicas del 10.11.09,  approvati dalla Conferenza dei  Servizi nella riunione  del 18.11.09,le cui determinazioni sono state esposte   su questo blog   il  22 sorso.

ALLEGATO 1

Lettera b) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda per 13 settimane di mobilità in deroga in favore dei lavoratori subordinati (operai, impiegati, intermedi e quadri), sia a tempo indeterminato che determinato, compresi apprendisti e somministrati, licenziati da datori di lavoro titolari di unità operative anche artigiane e cooperative, non rientranti nei requisiti di accesso ai trattamenti previsti dalla legislazione ordinaria, nei confronti dei quali, nel periodo compreso tra il 01.10.2009 ed il 31.12.2009, viene a scadere l’indennità di disoccupazione ordinaria, sempre che, in capo agli stessi, permanga lo stato di disoccupazione. ABRUZZO

ALLA SEDE INPS

di ______________________

 

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

Oggetto: Richiesta di indennità di mobilità in deroga della durata massima di 13 settimane a seguito scadenza dell’indennità di disoccupazione ordinaria.

 

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a____________________________il_____________ C.F._______________________

domiciliato in _____________________via ______________________________________ Recapiti telefonici ______________________ e-mail ___________ ______________ _______ in possesso della qualifica di ________________________________________________ licenziato/a dall’Azienda ________________________________________________________

cod. ATECO(*) __________________ Unità Produttiva di ____________________Prov. ____,

Chiede

 

ai sensi delle disposizioni normative in materia di ammortizzatori sociali in deroga nonché della lettera b) del verbale CICAS del 10.11.2009 la concessione dell’indennità di mobilità in deroga, sino a 13 settimane, per scadenza dell’indennità di disoccupazione ordinaria.

 

Dichiara sotto la propria responsabilità(**)

a)     di essere iscritto nell’elenco dei disoccupati presso il Centro Impiego di _______________;

b)     che ha percepito l’indennità di disoccupazione ordinaria dal____________ al _________;

c)      di essere titolare del seguente trattamento di pensione _______________________

dal _________________

d)     l’immediata disponibilità ad un lavoro congruo o ad un percorso di riqualificazione professionale.

Data _____________ Firma_____________________

(*)    Facoltativo

(**) Compilare solo la/e parte/i che ricorre/no

ALLEGATO 2

Lettera e) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda per 26 settimane di mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati da aziende con più di 15 dipendenti, per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di mobilità ai sensi della legge 223/91.

ALLA SEDE INPS

di ______________________

 

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

Oggetto: Richiesta di indennità di mobilità in deroga della durata massima di 26 settimane a seguito scadenza di quella attribuita per legge 223/91 nel periodo dal 01/10/2009 al 31/01/2010.

 

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a____________________________il_____________ C.F._______________________

domiciliato in _____________________via ______________________________________ Recapiti telefonici ______________________ e-mail ___________ ______________ _______ in possesso della qualifica di ________________________________________________ licenziato/a dall’Azienda ________________________________________________________

cod. ATECO(*) __________________ Unità Produttiva di ____________________Prov. ____,

Chiede

 

ai sensi delle disposizioni normative in materia di ammortizzatori sociali in deroga nonché della lettera e) del verbale CICAS del 10.11.2009 la concessione dell’indennità di mobilità in deroga, sino a 26 settimane, per scadenza di quella utilizzata a norma della legge 223/91.

 

Dichiara sotto la propria responsabilità(**)

e)     di essere iscritto nell’elenco dei disoccupati presso il Centro Impiego di _______________;

f)       che il trattamento di mobilità L. 223/91 è scaduto il ____________;

g)     che dalla scadenza del periodo precedente di mobilità alla data della presente istanza ha realizzato la seguente attività lavorativa:

  • per lavoro subordinato presso la ditta __________________________________________

con rapporto a tempo determinato di mesi ____________dal___________al______________

                                                         ____________dal___________al______________

ovvero a tempo indeterminato dal___________al _____________

  • per lavoro autonomo l’attività di:

    — artigiano               dal ___________al_____________

                                                   — commerciante       dal ___________al_____________

                                                   — coltivatore diretto dal ___________al______________

  • attività di collaborazione coordinata e continuativa, prestazioni occasionali autonome, associazione in partecipazione, a favore dei committenti e per i periodi seguenti:

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

h)      di essere titolare del seguente trattamento di pensione _______________________

dal _________________

i)        l’immediata disponibilità ad un lavoro congruo o ad un percorso di riqualificazione professionale.

Data _____________ Firma_____________________

(*)    Facoltativo

(**) Compilare solo la/e parte/i che ricorre/no

ALLEGATO 2bis

Lettera e) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda per 26 settimane di mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati da aziende con più di 15 dipendenti, per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di mobilità ai sensi della legge 223/91. AREA SISMA

ALLA SEDE INPS

di ______________________

 

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

Oggetto: Richiesta di indennità di mobilità in deroga della durata massima di 26 settimane a seguito scadenza di quella attribuita per legge 223/91 nel periodo dal 01/10/2009 al 31/01/2010.

 

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a____________________________il_____________ C.F._______________________

domiciliato in _____________________via ______________________________________ Recapiti telefonici ______________________ e-mail ___________ ______________ _______ in possesso della qualifica di ________________________________________________ licenziato/a dall’Azienda ________________________________________________________

cod. ATECO(*) __________________ Unità Produttiva di ____________________Prov. ____,

Chiede

 

ai sensi delle disposizioni normative in materia di ammortizzatori sociali in deroga nonché della lettera e) del verbale CICAS del 10.11.2009 la concessione dell’indennità di mobilità in deroga, sino a 26 settimane, per scadenza di quella utilizzata a norma della legge 223/91.

 

Dichiara sotto la propria responsabilità(**)

j)       di essere iscritto nell’elenco dei disoccupati presso il Centro Impiego di _______________;

k)      che il trattamento di mobilità L. 223/91 è scaduto il ____________;

l)        che dalla scadenza del periodo precedente di mobilità alla data della presente istanza ha realizzato la seguente attività lavorativa:

  • per lavoro subordinato presso la ditta __________________________________________

con rapporto a tempo determinato di mesi ____________dal___________al______________

                                                         ____________dal___________al______________

ovvero a tempo indeterminato dal___________al _____________

  • per lavoro autonomo l’attività di:

    — artigiano               dal ___________al_____________

                                                   — commerciante       dal ___________al_____________

                                                   — coltivatore diretto dal ___________al______________

  • attività di collaborazione coordinata e continuativa, prestazioni occasionali autonome, associazione in partecipazione, a favore dei committenti e per i periodi seguenti:

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

m)     di essere titolare del seguente trattamento di pensione _______________________

dal _________________

Data _____________ Firma_____________________

(*)    Facoltativo

(**) Compilare solo la/e parte/i che ricorre/no

       
 
                              Lettera h)  Verbale CICAS del 10.11.2009 ALLEGATO 5 Domanda di proroga dal 01/01/09 all’11/04/2009 della cassa integrazione in deroga in favore dei lavoratori di cui al punto 12 del verbale cicas del 20/06/2008      
                                                                                                                    Spett.le INPS di ______________      
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                        DOMANDA DI PROROGA DEL TRATTAMENTO DI INTEGRAZIONE SALARIALE STRAORDINARIA IN DEROGA dal 01/01/09 all’11/04/2009                                
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
Ministero del Lavoro                                                                                                                                                  
e delle Politiche Sociali                                                                                                                                                  
                                                                                             
                                                                                             
                                                                                                                                                                                 
Il/La sottoscritto/a   (cognome)     (nome) in qualità di      legale rappresentante    
                                                                                                                                                                                 
dell’impresa               Codice fiscale o partita iva_________________________________________________            
                                                                                                                                                                                 
Chiede la proroga del trattamento di integrazione salariale di cui al verbale CICAS del 10.11.2009  per numero___________lavoratori elencati nell’allegato quadro “D” e/o addetti alle unità aziendali di cui al quadro “B” e per il seguente periodo dal___________________ al ____________________ per un totale di n.____ore C.I.G. n°    
                                                                                                                                                                                 
Chiede, inoltre, che per il suddetto trattamento si provveda con pagamento diretto                                                                                                              
                                                                                                                                                                                 
A tal fine dichiara che:                                                                                                                                                              
                                                                                                                                                                                 
    è impresa ______________________________________________ che non rientra nell’ambito della vigente legislazione a regime in tema di ammortizzatori sociali                                
                                                                                                                                                                                 
    è associata a            ovvero non è associata ad alcuna Organizzazione datoriale;                                                          
                                                                                                                                                                                 
    è iscritta all’ EBART ovvero       non è iscritta;                                                                                                                                    
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
  L’accordo sindacale, di cui all’art. 5 della Legge n° 164 del 1965 e successive modificazioni e integrazioni, che si allega, è stato raggiunto in data ______________presso___________________.    
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
Dichiara altresi che la presente domanda è composta da complessive n° 3 pagine compresi i quadri “A”,  “B”,  “C”,  “D”.                                                                                    
                                                                                                                                                                                 
Il/La sottoscritto/a, consapevole delle responsabilità civili e penali previste per coloro che rendono dichiarazioni false o inesatte dichiara che le notizie fornite con il presente modello risponde a verità                      
                                                                                                                                                                                 
Si impegna inoltre, sotto la propria responsabilità, a comunicare tempestivamente ogni variazione che dovesse intervenire rispetto alle notizie fornite con la presente domanda.                                        
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
(facoltativo)   il referente aziendale per la richiesta in oggetto è il seguente     (cognome)       (nome)              
                                                                                                                                                                                 
Telefono     /     Fax   /       Tel. Cell.       e-mail          
                                                                                                                                                                                 
Data         Firma                                                                    
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
  QUADRO A DATI RELATIVI ALL’AZIENDA      
                                                                                                                                                                                 
  Denominazione     Indirizzo sede legale                
                                                                                                                                                                                 
  C.A.P.     Comune       Provincia        
                                                                                                                                                                                 
  Telefono     /       Fax     /     e-mail                                        
                                                                                                                                                                                 
  Codice fiscale o partita iva       Inizio attività     N° matricola I.N.P.S.        
                                                                                                                                                                                 
  Sede I.N.P.S. ove accentra i contributi     Codice ATECO  2007                                                      
                                                                                                                                                                                 
  Settore di appartenenza       C.C.N.L. applicato dall’azienda                
                                                                                                                                                                                 
  Organico totale dell’azienda alla data di presentazione della domanda n°                                                                                                      
                                                                                                                                                                                 
  L’impresa ha unità aziendali non coinvolte dalla presente domanda?                                                                                                                          
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
  QUADRO B DATI RELATIVI ALLE UNITA’ AZIENDALI IN C.I.G. (di cui alla presente domanda)      
                                                                                                                                                                                 
  Unità aziendale (stabilimento / ufficio / magazzino / ecc)  N° 1     Unità aziendale (stabilimento / ufficio / magazzino / ecc)  N° 2        
                                                                                                                                                                                 
  Indirizzo       Indirizzo        
                                                                                                                                                                                 
  Comune     C.A.P.       Comune     C.A.P.        
                                                                                                                                                                                 
  Provincia                                                                       Provincia                                                                                  
                                                                                                                                                                                 
  Matricola I.N.P.S. (se diversa dal quadro A)           Matricola I.N.P.S. (se diversa dal quadro A)                  
                                                                                                                                                                                 
  LAVORATORI (all’inizio del periodo di riferimento) Operai Impiegati TOTALE     LAVORATORI (all’inizio del periodo di riferimento) Operai Impiegati TOTALE      
  uomini  donne uomini  donne uomini  donne     uomini  donne uomini  donne uomini  donne      
  in forza         0 0     in forza         0 0      
  di cui assunti nei 3 mesi precedenti         0 0     di cui assunti nei 3 mesi precedenti         0 0      
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
  QUADRO C UNITA’ AZIENDALI NON COINVOLTE DALLA PRESENTE DOMANDA      
                                                                                                                                                                                 
  Indirizzo   Comune     C.A.P.       Provincia            
                                                                                                                                                                                 
  Indirizzo   Comune     C.A.P.       Provincia            
                                                                                                                                                                                 
  Indirizzo   Comune     C.A.P.       Provincia            
                                                                                                                                                                                 
  Indirizzo   Comune     C.A.P.       Provincia            
                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                                                 
  QUADRO D DATI RELATIVI AI LAVORATORI INTERESSATI C.I.G.      
                                                                                                                                                                                 
  N°  Cognome Nome Codice fiscale data assunz. oper. Impieg Apprend./Somministrati (*) a tempo pieno ore sett.li n° a tempo parziale ore sett.li n° data inizio cig data
fine cig
N° settimane cig di sospensione totale ore cig FIRMA lavoratore per:                                       1- percorso riqualificazione professionale;                                                           2-immediata disponibilità lavoro congruo ( in caso di cessazione attività o procedure concorsuali con cessazione esercizio impresa) (**)
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
                             
  (*) riportare la lett. A, nel caso in cui si tratti di apprendisti, e la lett. S nel caso di somministrati:                                                                   TOTALE                        
  (**) Depennare il punto 2- se non di interesse.                                                                                                            
  Data                         Firma                                                                        
                                                                                                                                                                                 
  Avvertenza: utilizzare un distinto rigo per ogni periodo nel caso in cui un lavoratore sia interessato a più periodi non continuativi.                                                                          
                                                                                                                                                                                 
MODELLO LAVORATORE                                                                              
          Lettera f)  Verbale CICAS del 10.11.2009Allegato 5bis Area sisma
Domanda di proroga di 26 settimane della cassa integrazione in deroga in favore dei lavoratori sospesi da datori di lavoro che non rientrano nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/9,  per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di cassa in deroga. AREA SISMA
 
                                                                                         
                                                                      Spett.le INPS di ______________      
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                            DOMANDA DI PROROGA DI 26 SETTIMANE DEL TRATTAMENTO DI INTEGRAZIONE SALARIALE STRAORDINARIA IN DEROGA  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                               
                                                                                               
                                         
                                         
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a   (cognome)     (nome) in qualità di lavoratore  
                                                                                                                             
dell’impresa             Codice fiscale o partita iva                            matricola INPS                            
                                                                                                                             
chiede la proroga di 26 settimana del trattamento di integrazione salariale di cui al verbale CICAS del 10.11.2009  sino alla data del                    
                                                                                                                             
Chiede, inoltre, che per il suddetto trattamento si provveda con pagamento diretto                                                           
Il sottoscritto dichiara che:                                                                                                      
                                                                                                                             
    nessuna variazione è intervenuta in relazione alle ore di CIG segnalate nella domanda originaria                                            
                                                                                                                             
    in relazione al periodo che ora si richiede la situazione è quella di cui al prospetto allegato                                                
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a, consapevole delle responsabilità civili e penali previste per coloro che rendono dichiarazioni false o inesatte dichiara che le notizie fornite con il presente modello rispondono a verità  
                                                                                                                             
Si impegna inoltre, sotto la propria responsabilità, a comunicare tempestivamente e comunque entro il quinto giorno del mese successivo a quello di riferimento ogni variazione che dovesse intervenire rispetto alle notizie fornite con la presente domanda.  
                                                                                                                             
Eventuali indebiti, determinati anche dalla ritardata o omessa comunicazione di variazioni verranno recuperati                         
                                                                                                                             
                                                                                                                             
Telefono     /     Fax   /       Tel. Cell.       e-mail  
                                                                                                                             
Data         Firma                
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  ALLEGATO DATI RELATIVI AL LAVORATORE INTERESSATO  
                                                                                                                             
  Cognome Nome Codice fiscale data assunz. oper. impieg. a tempo pieno ore sett.li n° a tempo parziale ore sett.li n° data inizio cigo data
fine cigo
N° settimane cigo di sospensionetotale ore cigo ultimo importo erogato ANF codice IBAN del lavoratore (*) (**)  
                       
  (*) ove mancante il pagamento sarà disposto tramite sportello postale (**) indicare solo se variato                    
  Data                         Firma                    
                                                                                                                             
  Avvertenza: utilizzare un distinto rigo per ogni periodo nel caso in cui un lavoratore sia interessato a più periodi non continuativi.                    
                                                                                                                             


 

       
 
                              Lettera h)  Verbale CICAS del 10.11.2009ALLEGATO 5 Ter Area sisma
Domanda di proroga dal 01/01/09 all’11/04/2009 della cassa integrazione in deroga in favore dei lavoratori di cui al punto 12 del verbale cicas del 20/06/2008 
 
                                                                                                                    Spett.le INPS di ______________  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                        DOMANDA DI PROROGA DEL TRATTAMENTO DI INTEGRAZIONE SALARIALE STRAORDINARIA IN DEROGA dal 01/01/09 all’11/04/2009  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
Ministero del Lavoro                                                                                              
e delle Politiche Sociali                                                                                              
                                         
                                         
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a   (cognome)     (nome) in qualità di  legale rappresentante
                                                                                                                             
dell’impresa               Codice fiscale o partita iva_________________________________________________  
                                                                                                                             
Chiede la proroga del trattamento di integrazione salariale di cui al verbale CICAS del 10.11.2009  per numero___________lavoratori elencati nell’allegato quadro “D” e/o addetti alle unità aziendali di cui al quadro “B” e per il seguente periodo dal___________________ al ____________________ per un totale di n.____ore C.I.G. n°   
                                                                                                                             
Chiede, inoltre, che per il suddetto trattamento si provveda con pagamento diretto                                                           
                                                                                                                             
A tal fine dichiara che:                                                                                                          
                                                                                                                             
    è impresa ______________________________________________ che non rientra nell’ambito della vigente legislazione a regime in tema di ammortizzatori sociali   
                                                                                                                             
    è associata a           ovvero non è associata ad alcuna Organizzazione datoriale;      
                                                                                                                             
    è iscritta all’ EBART ovvero       non è iscritta;                                                                                
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  L’accordo sindacale, di cui all’art. 5 della Legge n° 164 del 1965 e successive modificazioni e integrazioni, che si allega, è stato raggiunto in data ______________presso___________________.  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
Dichiara altresi che la presente domanda è composta da complessive n° 3 pagine compresi i quadri “A”,  “B”,  “C”,  “D”.                              
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a, consapevole delle responsabilità civili e penali previste per coloro che rendono dichiarazioni false o inesatte dichiara che le notizie fornite con il presente modello risponde a verità  
                                                                                                                             
Si impegna inoltre, sotto la propria responsabilità, a comunicare tempestivamente ogni variazione che dovesse intervenire rispetto alle notizie fornite con la presente domanda.  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
(facoltativo)   il referente aziendale per la richiesta in oggetto è il seguente   (cognome)      (nome)      
                                                                                                                             
Telefono     /     Fax   /       Tel. Cell.       e-mail  
                                                                                                                             
Data         Firma                
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  QUADRO A DATI RELATIVI ALL’AZIENDA    
                                                                                                                             
  Denominazione     Indirizzo sede legale            
                                                                                                                             
  C.A.P.     Comune   Provincia    
                                                                                                                             
  Telefono     /       Fax     /     e-mail      
                                                                                                                             
  Codice fiscale o partita iva       Inizio attività     N° matricola I.N.P.S.  
                                                                                                                             
  Sede I.N.P.S. ove accentra i contributi     Codice ATECO  2007          
                                                                                                                             
  Settore di appartenenza       C.C.N.L. applicato dall’azienda            
                                                                                                                             
  Organico totale dell’azienda alla data di presentazione della domanda n°                                                
                                                                                                                             
  L’impresa ha unità aziendali non coinvolte dalla presente domanda?                                                                  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  QUADRO B DATI RELATIVI ALLE UNITA’ AZIENDALI IN C.I.G. (di cui alla presente domanda)  
                                                                                                                             
  Unità aziendale (stabilimento / ufficio / magazzino / ecc)  N° 1     Unità aziendale (stabilimento / ufficio / magazzino / ecc)  N° 2    
                                                                                                                             
  Indirizzo       Indirizzo    
                                                                                                                             
  Comune     C.A.P.       Comune   C.A.P.    
                                                                                                                             
  Provincia                                                                       Provincia                              
                                                                                                                             
  Matricola I.N.P.S. (se diversa dal quadro A)         Matricola I.N.P.S. (se diversa dal quadro A)      
                                                                                                                             
  LAVORATORI (all’inizio del periodo di riferimento) Operai Impiegati TOTALE     LAVORATORI (all’inizio del periodo di riferimento) Operai ImpiegatiTOTALE  
  uomini donne uomini donne uomini donne     uomini donne uomini donne uomini  donne  
  in forza         0 0     in forza        0 0  
  di cui assunti nei 3 mesi precedenti         0 0     di cui assunti nei 3 mesi precedenti        0 0  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  QUADRO C UNITA’ AZIENDALI NON COINVOLTE DALLA PRESENTE DOMANDA  
                                                                                                                             
  Indirizzo   Comune   C.A.P.     Provincia        
                                                                                                                             
  Indirizzo   Comune   C.A.P.     Provincia        
                                                                                                                             
  Indirizzo   Comune   C.A.P.     Provincia        
                                                                                                                             
  Indirizzo   Comune   C.A.P.     Provincia        
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  QUADRO D DATI RELATIVI AI LAVORATORI INTERESSATI C.I.G.  
                                                                                                                             
  Cognome Nome Codice fiscale data assunz. oper. Impieg Apprend./Somministrati (*) a tempo pieno ore sett.li n° a tempo parziale ore sett.li n° data inizio cig data
fine cig
N° settimane cig di sospensionetotale ore cig FIRMA lavoratore per:                                       1- percorso riqualificazione professionale;                                                           2-immediata disponibilità lavoro congruo ( in caso di cessazione attività o procedure concorsuali con cessazione esercizio impresa) (**)
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
                         
  (*) riportare la lett. A, nel caso in cui si tratti di apprendisti, e la lett. S nel caso di somministrati:                                                       TOTALE    
  (**) Depennare il punto 2- se non di interesse.                                                        
  Data                         Firma                    
                                                                                                                             
  Avvertenza: utilizzare un distinto rigo per ogni periodo nel caso in cui un lavoratore sia interessato a più periodi non continuativi.                    
                                                                             
        Lettera f)  Verbale CICAS del 10.11.2009ALLEGATO 3 bis  Lavoratore e 3ter ImpreseArea Sisma
Domanda di proroga di 26 settimane della cassa integrazione in deroga in favore dei lavoratori sospesi da datori di lavoro che non rientrano nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/9,  per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di cassa in deroga. AREA SISMA
 
                                                                                       
                                                                      Spett.le INPS di ______________      
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                            DOMANDA DI PROROGA DI 26 SETTIMANE DEL TRATTAMENTO DI INTEGRAZIONE SALARIALE STRAORDINARIA IN DEROGA  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                               
                                                                                               
                                         
                                         
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a   (cognome)     (nome) in qualità di  legale rappresentante
                                                                                                                             
dell’impresa             Codice fiscale o partita iva                            matricola INPS                            
                                                                                                                             
chiede la proroga di 26 settimana del trattamento di integrazione salariale di cui al verbale CICAS del 10.11.2009  sino alla data del                      
                                                                                                                             
Chiede, inoltre, che per il suddetto trattamento si provveda con pagamento diretto                                                           
Il sottoscritto dichiara che:                                                                                                      
                                                                                                                             
    nessuna variazione è intervenuta in relazione ai dipendenti interessati e alle ore di CIG segnalate nella domanda originaria                        
                                                                                                                             
    in relazione al periodo che ora si richiede la situazione è quella di cui al prospetto allegato                                                
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a, consapevole delle responsabilità civili e penali previste per coloro che rendono dichiarazioni false o inesatte dichiara che le notizie fornite con il presente modello rispondono a verità  
                                                                                                                             
Si impegna inoltre, sotto la propria responsabilità, a comunicare tempestivamente e comunque entro il quinto giorno del mese successivo a quello di riferimento ogni variazione che dovesse intervenire rispetto alle notizie fornite con la presente domanda.  
                                                                                                                             
Eventuali indebiti, determinati anche dalla ritardata o omessa comunicazione di variazioni verranno recuperati sul datore di lavoro    
                                                                                                                             
(facoltativo)   il referente aziendale per la richiesta in oggetto è il seguente   (cognome)      (nome)    
                                                                                                                             
Telefono     /     Fax   /       Tel. Cell.       e-mail  
                                                                                                                             
Data         Firma                
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  ALLEGATO DATI RELATIVI AI LAVORATORI INTERESSATI C.I.G.O.  
                                                                                                                             
  Cognome Nome Codice fiscale data assunz. oper. impieg. a tempo pieno ore sett.li n° a tempo parziale ore sett.li n° data inizio cigo data
fine cigo
N° settimane cigo di sospensionetotale ore cigo ultimo importo erogato ANF codice IBAN del lavoratore (*) (**)  
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
  (*) ove mancante il pagamento sarà disposto tramite sportello postale (**) indicare solo se variato                 Totale ore CIG  
  Data                         Firma                    
                                                                                                                             
  Avvertenza: utilizzare un distinto rigo per ogni periodo nel caso in cui un lavoratore sia interessato a più periodi non continuativi.                    
                                                                                                                             


ALLEGATO 4

Lettera g) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda per 26 settimane di proroga dell’indennità di mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati dalle imprese industriali fino a 15 dipendenti ed imprese artigiane che non rientrano nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/91, per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010 sia scaduta o venga a scadere l’indennità di mobilità in deroga,  compresi i lavoratori di cui alla D.G.R. 433/06 inseriti in specifici percorsi di stabilizzazione, dei lavoratori utilizzati in ASU ex art. 7 del D.Lgs 468/97 per i quali, nel periodo 01.10.2009 al 31.01.2010, sia scaduta o venga a scadere l’indennità di mobilità in deroga,  nonché in favore dei lavoratori di cui al punto 6 del verbale CICAS del 05/08/2008. ABRUZZO

ALLA SEDE INPS

 

di ______________________

 

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

 

Oggetto: Richiesta proroga dell’indennità di mobilità in deroga sino ad ulteriori 26 settimane.

 

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a____________________________il_____________ C.F._______________________

domiciliato in _____________________via ______________________________________ Recapiti telefonici ______________________ e-mail ___________ ______________ _______ in possesso della qualifica di ________________________________________________ licenziato/a dall’Azienda ________________________________________________________

cod. ATECO(*) __________________ Unità Produttiva di ____________________Prov. ____,

tuttora disoccupato ed appartenente ad una delle seguenti categorie (contrassegnare la voce di riferimento):

□ lavoratore licenziato da impresa industriale fino a 15 dipendenti o da impresa artigiana non rientranti nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/91 per il quale, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di mobilità in deroga;

□ lavoratore di cui alla D.G.R. 433/06, inserito in specifici percorsi di stabilizzazione, per il quale, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di mobilità in deroga;

□ lavoratore in mobilità, utilizzato in ASU ex art. 7, D.Lgs 468/97 per il quale nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010 viene a scadere l’indennità di mobilità in deroga;

□ lavoratore di cui al punto 6 del verbale CICAS del 05/08/2008.

Chiede

ai sensi delle disposizioni legislative in materia di ammortizzatori sociali in deroga nonché con riferimento alla lettera g) del verbale CICAS del 10.11.2009 la concessione della proroga di 26 settimane dell’indennità di mobilità in deroga, a decorrere dal __________.

A Tale scopo

Dichiara sotto la propria responsabilità: 

(Compilare soltanto la parte che interessa)

 

 

n)     di essere iscritto nell’elenco dei disoccupati presso il Centro Impiego di ______________________________________________________________

  • o)     che la precedente indennità di mobilità in deroga è scaduta il _____________

p)     che dalla scadenza del periodo precedente di mobilità in deroga alla data della presente istanza ha realizzato la seguente attività lavorativa:

  • per lavoro subordinato presso la ditta __________________________________________

con rapporto a tempo determinato di mesi ____________dal___________al______________

                                                         ____________dal___________al______________

ovvero a tempo indeterminato dal___________al _____________

  • per lavoro autonomo l’attività di:

    — artigiano               dal ___________al_____________

                                                   — commerciante       dal ___________al_____________

                                                   — coltivatore diretto dal ___________al______________

  • attività di collaborazione coordinata e continuativa, prestazioni occasionali autonome, associazione in partecipazione, a favore dei committenti e per i periodi seguenti:

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

q)      di essere titolare del seguente trattamento di pensione _______________________

dal _________________

r)       l’immediata disponibilità ad un lavoro congruo o ad un percorso di riqualificazione professionale.

Data _____________                                      Firma ___________________________

ALLEGATO 4bis

Lettera g) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda per 26 settimane di proroga dell’indennità di mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati dalle imprese industriali fino a 15 dipendenti ed imprese artigiane che non rientrano nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/91, per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010 sia scaduta o venga a scadere l’indennità di mobilità in deroga,  compresi i lavoratori di cui alla D.G.R. 433/06 inseriti in specifici percorsi di stabilizzazione, dei lavoratori utilizzati in ASU ex art. 7 del D.Lgs 468/97 per i quali, nel periodo 01.10.2009 al 31.01.2010, sia scaduta o venga a scadere l’indennità di mobilità in deroga,  nonché in favore dei lavoratori di cui al punto 6 del verbale CICAS del 05/08/2008. AREA SISMA

ALLA SEDE INPS

 

di ______________________

 

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

 

Oggetto: Richiesta proroga dell’indennità di mobilità in deroga sino ad ulteriori 26 settimane.

 

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a____________________________il_____________ C.F._______________________

domiciliato in _____________________via ______________________________________ Recapiti telefonici ______________________ e-mail ___________ ______________ _______ in possesso della qualifica di ________________________________________________ licenziato/a dall’Azienda ________________________________________________________

cod. ATECO(*) __________________ Unità Produttiva di ____________________Prov. ____,

tuttora disoccupato ed appartenente ad una delle seguenti categorie (contrassegnare la voce di riferimento):

□ lavoratore licenziato da impresa industriale fino a 15 dipendenti o da impresa artigiana non rientranti nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/91 per il quale, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di mobilità in deroga;

□ lavoratore di cui alla D.G.R. 433/06, inserito in specifici percorsi di stabilizzazione, per il quale, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di mobilità in deroga;

□ lavoratore in mobilità, utilizzato in ASU ex art. 7, D.Lgs 468/97 per il quale nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010 viene a scadere l’indennità di mobilità in deroga;

□ lavoratore di cui al punto 6 del verbale CICAS del 05/08/2008.

Chiede

ai sensi delle disposizioni legislative in materia di ammortizzatori sociali in deroga nonché con riferimento alla lettera g) del verbale CICAS del 10.11.2009 la concessione della proroga di 26 settimane dell’indennità di mobilità in deroga, a decorrere dal __________.

A Tale scopo

Dichiara sotto la propria responsabilità: 

(Compilare soltanto la parte che interessa)

 

 

s)      di essere iscritto nell’elenco dei disoccupati presso il Centro Impiego di ______________________________________________________________

t)      che la precedente indennità di mobilità in deroga è scaduta il _____________

u)     che dalla scadenza del periodo precedente di mobilità in deroga alla data della presente istanza ha realizzato la seguente attività lavorativa:

  • per lavoro subordinato presso la ditta __________________________________________

con rapporto a tempo determinato di mesi ____________dal___________al______________

                                                         ____________dal___________al______________

ovvero a tempo indeterminato dal___________al _____________

  • per lavoro autonomo l’attività di:

    — artigiano               dal ___________al_____________

                                                   — commerciante       dal ___________al_____________

                                                   — coltivatore diretto dal ___________al______________

  • attività di collaborazione coordinata e continuativa, prestazioni occasionali autonome, associazione in partecipazione, a favore dei committenti e per i periodi seguenti:

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

v)      di essere titolare del seguente trattamento di pensione _______________________

dal _________________

Data _____________                                      Firma ___________________________

MODELLO DATORE DI LAVORO                                                                              
        Lettera h)  Verbale CICAS del 10.11.2009 ALLEGAT O 5   D omanda di proroga dal 01/01/09 all’11/04/2009 della cassa integrazione in deroga in favore dei lavoratori di cui al punto 12 del verbale cicas del 20/06/2008   
                                                                                       
                                                                      Spett.le INPS di ______________      
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                            DOMANDA DI PROROGA DEL TRATTAMENTO DI INTEGRAZIONE SALARIALE STRAORDINARIA IN DEROGA dal 01/01/09 all’11/04/2009  
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                               
                                                                                               
                                         
                                         
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a   (cognome)     (nome) in qualità di  legale rappresentante
                                                                                                                             
dell’impresa             Codice fiscale o partita iva                            matricola INPS                            
                                                                                                                             
chiede  la proroga del trattamento di integrazione salariale di cui al verbale CICAS del 10.11.2009 sino alla data del                                  
                                                                                                                             
Chiede, inoltre, che per il suddetto trattamento si provveda con pagamento diretto                                                           
Il sottoscritto dichiara che:                                                                                                      
                                                                                                                             
    nessuna variazione è intervenuta in relazione ai dipendenti interessati e alle ore di CIG segnalate nella domanda originaria                        
                                                                                                                             
    in relazione al periodo che ora si richiede la situazione è quella di cui al prospetto allegato                                                
                                                                                                                             
Il/La sottoscritto/a, consapevole delle responsabilità civili e penali previste per coloro che rendono dichiarazioni false o inesatte dichiara che le notizie fornite con il presente modello rispondono a verità  
                                                                                                                             
Si impegna inoltre, sotto la propria responsabilità, a comunicare tempestivamente e comunque entro il quinto giorno del mese successivo a quello di riferimento ogni variazione che dovesse intervenire rispetto alle notizie fornite con la presente domanda.  
                                                                                                                             
Eventuali indebiti, determinati anche dalla ritardata o omessa comunicazione di variazioni verranno recuperati sul datore di lavoro    
                                                                                                                             
(facoltativo)   il referente aziendale per la richiesta in oggetto è il seguente   (cognome)      (nome)    
                                                                                                                             
Telefono     /     Fax   /       Tel. Cell.       e-mail  
                                                                                                                             
Data         Firma                
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
                                                                                                                             
  ALLEGATO DATI RELATIVI AI LAVORATORI INTERESSATI C.I.G.O.  
                                                                                                                             
  Cognome Nome Codice fiscale data assunz. oper. impieg. a tempo pieno ore sett.li n° a tempo parziale ore sett.li n° data inizio cigo data
fine cigo
N° settimane cigo di sospensionetotale ore cigo ultimo importo erogato ANF codice IBAN del lavoratore (*) (**)  
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
                       
  (*) ove mancante il pagamento sarà disposto tramite sportello postale (**) indicare solo se variato                 Totale ore CIG  
  Data                         Firma                    
                                                                                                                             
  Avvertenza: utilizzare un distinto rigo per ogni periodo nel caso in cui un lavoratore sia interessato a più periodi non continuativi.                    
                                                                                                                             

ALLEGATO 6

Lettera i) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda di proroga della mobilità in deroga, per un periodo pari al precedente, ove persistano i requisiti soggettivi di durata ex lege 223/91, in favore dei lavoratori appartenenti al settore formazione il cui trattamento di mobilità in deroga, concesso con il verbale CICAS del 24.09.07, vada a scadere nel mese di gennaio 2010.

ALLA SEDE INPS

di ______________________

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

Oggetto: Richiesta  proroga dell’indennità di mobilità in deroga

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a_________________________il___________ C.F. ___________________________ domiciliato in ________________ via _____________________________________________ Recapiti telefonici ___________________e-mail_____________________________________ in possesso della qualifica di __________________________________________________  ex dipendente dell’ Ente di Formazione____________________________________________ Sede di _____________________________, licenziato in data ____________ a seguito di procedura collettiva

Chiede

ai sensi delle disposizioni legislative in materia di ammortizzatori sociali in deroga, nonché con riferimento alla lettera i) del verbale CICAS del 10.11.2009, la concessione della proroga dell’indennità di mobilità in deroga, per un periodo corrispondente al precedente.

Dichiara sotto la propria responsabilità:  

(Compilare soltanto la parte che interessa)

 

w)    Di aver aderito all’esodo di cui alla D.G.R. 1233/07;

x)      Di essere stato licenziato con procedura collettiva, e rientrato nella graduatoria di cui alla D.G.R. n. 986/08;

y)     di essere iscritto presso il Centro Impiego di _________________________________________________________________

z)      che il precedente periodo di indennità di mobilità è scaduto il ________________

aa) che dalla scadenza del periodo precedente di mobilità in deroga alla data della presente istanza ha realizzato la seguente attività lavorativa:

  • per lavoro subordinato presso la ditta __________________________________________

    con rapporto a tempo determinato di mesi ____________dal___________al____________

                                                             ____________dal___________al____________

     ovvero a tempo indeterminato dal  _________________ al _________________________

  • per lavoro autonomo l’attività di     — artigiano               dal __________ al____________

                                                     — commerciante       dal __________ al____________

                                                     — coltivatore diretto  dal __________ al____________

  • attività di collaborazione coordinata e continuativa, prestazioni occasionali autonome, associazione in partecipazione, a favore dei committenti e per i periodi seguenti:

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

bb)  di essere titolare del seguente trattamento di pensione _____________________________________________dal ____________________

cc) l’immediata disponibilità ad un lavoro congruo  o ad un percorso di riqualificazione professionale.

Data _____________                                               Firma _________________________

ALLEGATO 6bis

Lettera i) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda di proroga della mobilità in deroga, per un periodo pari al precedente, ove persistano i requisiti soggettivi di durata ex lege 223/91, in favore dei lavoratori appartenenti al settore formazione il cui trattamento di mobilità in deroga, concesso con il verbale CICAS del 24.09.07, vada a scadere nel mese di gennaio 2010. AREA SISMA

ALLA SEDE INPS

di ______________________

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

Oggetto: Richiesta  proroga dell’indennità di mobilità in deroga

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a_________________________il___________ C.F. ___________________________ domiciliato in ________________ via _____________________________________________ Recapiti telefonici ___________________e-mail_____________________________________ in possesso della qualifica di __________________________________________________  ex dipendente dell’ Ente di Formazione____________________________________________ Sede di _____________________________, licenziato in data ____________ a seguito di procedura collettiva

Chiede

ai sensi delle disposizioni legislative in materia di ammortizzatori sociali in deroga, nonché con riferimento alla lettera i) del verbale CICAS del 10.11.2009, la concessione della proroga dell’indennità di mobilità in deroga, per un periodo corrispondente al precedente.

Dichiara sotto la propria responsabilità:  

(Compilare soltanto la parte che interessa)

 

dd) Di aver aderito all’esodo di cui alla D.G.R. 1233/07;

ee) Di essere stato licenziato con procedura collettiva, e rientrato nella graduatoria di cui alla D.G.R. n. 986/08;

ff)    di essere iscritto presso il Centro Impiego di _________________________________________________________________

gg) che il precedente periodo di indennità di mobilità è scaduto il ________________

hh) che dalla scadenza del periodo precedente di mobilità in deroga alla data della presente istanza ha realizzato la seguente attività lavorativa:

  • per lavoro subordinato presso la ditta __________________________________________

    con rapporto a tempo determinato di mesi ____________dal___________al____________

                                                             ____________dal___________al____________

     ovvero a tempo indeterminato dal  _________________ al _________________________

  • per lavoro autonomo l’attività di     — artigiano               dal __________ al____________

                                                     — commerciante       dal __________ al____________

                                                     — coltivatore diretto  dal __________ al____________

  • attività di collaborazione coordinata e continuativa, prestazioni occasionali autonome, associazione in partecipazione, a favore dei committenti e per i periodi seguenti:

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

ii)       di essere titolare del seguente trattamento di pensione _____________________________________________dal ____________________

Data _____________                                               Firma __________________________

ALLEGATO 7

Lettera j) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda di concessione dell’anticipo della mobilità in deroga per la durata massima di 13 settimane, dalla data di sospensione delle prestazioni legate alla prima fase del Programma di cui all’art. 1 – comma 3 – della L. 127/06

ALLA SEDE INPS

di ______________________

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

Oggetto: Richiesta di concessione dell’anticipo dell’indennità di mobilità in deroga

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a____________________________il_____________ C.F._______________________

domiciliato in _____________________via ______________________________________ Recapiti telefonici ______________________ e-mail ___________ ______________ _______ in possesso della qualifica di ________________________________________________ licenziato/a dall’Azienda ________________________________________________________

cod. ATECO(*) __________________ Unità Produttiva di ____________________Prov. ____,

Chiede

 

ai sensi delle disposizioni normative in materia di ammortizzatori sociali in deroga nonché della lettera j) del verbale CICAS del 10.11.2009 la concessione dell’anticipo dell’indennità di mobilità in deroga ai sensi dell’art. 1 – comma 3 – della L. 127/06

 

Dichiara sotto la propria responsabilità(**)

jj)     di essere iscritto nell’elenco dei disoccupati presso il Centro Impiego di _______________;

kk)   di essere titolare del seguente trattamento di pensione _______________________

dal _________________

ll)      l’immediata disponibilità ad un lavoro congruo o ad un percorso di riqualificazione professionale;

mm)              di autorizzare l’INPS a recuperare la somma anticipata a titolo di indennità di mobilità sulle risorse discendenti dal Decreto ministeriale di proroga.

Data _____________ Firma_____________________

(*)    Facoltativo

(**) Compilare solo la/e parte/i che ricorre/no

ALLEGATO 7bis

Lettera j) Verbale CICAS del 10.11.2009

Domanda di concessione dell’anticipo della mobilità in deroga per la durata massima di 13 settimane, dalla data di sospensione delle prestazioni legate alla prima fase del Programma di cui all’art. 1 – comma 3 – della L. 127/06

AREA SISMA

ALLA SEDE INPS

di ______________________

Per il tramite Centro Impiego di

______________________

 

Oggetto: Richiesta di concessione dell’anticipo dell’indennità di mobilità in deroga

Il/la sottoscritto/a ____________________________________________________________

Nato/a a____________________________il_____________ C.F._______________________

domiciliato in _____________________via ______________________________________ Recapiti telefonici ______________________ e-mail ___________ ______________ _______ in possesso della qualifica di ________________________________________________ licenziato/a dall’Azienda ________________________________________________________

cod. ATECO(*) __________________ Unità Produttiva di ____________________Prov. ____,

Chiede

 

ai sensi delle disposizioni normative in materia di ammortizzatori sociali in deroga nonché della lettera j) del verbale CICAS del 10.11.2009 la concessione dell’anticipo dell’indennità di mobilità in deroga ai sensi dell’art. 1 – comma 3 – della L. 127/06

 

Dichiara sotto la propria responsabilità(**)

nn) di essere iscritto nell’elenco dei disoccupati presso il Centro Impiego di _______________;

  • oo)  di essere titolare del seguente trattamento di pensione _______________________

dal _________________

pp) di autorizzare l’INPS a recuperare la somma anticipata a titolo di indennità di mobilità sulle risorse discendenti dal Decreto ministeriale di proroga.

Data _____________ Firma_____________________

(*)    Facoltativo

(**) Compilare solo la/e parte/i che ricorre/no

ISTRUZIONI PER AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA REGIONE ABRUZZO

22/11/2009

 Il 18 scorso si è riunita la Conferenza dei Servizi ,  composta dai  rappresentanti di Regione ,Inps Regionale,Direzione Regionale Lavoro ,Amministrazioni  Provinciali ed Italia Lavoro,al fine di definire le istruzioni operative e la modulistica necessaria a dare attuazione a quanto stabilito dal CICAS in data 10.11.09 in materia di ammortizzatori sociali in deroga  per  i  datori di lavoro ed i lavoratori dell’Abruzzo  .

Preliminarmente la Conferenza ha   precisato  che persiste   per i datori di lavoro (non rientranti nell’ambito della vigente legislazione generale sugli ammortizzatori sociali) che ancora  non hanno utilizzato la CIG in deroga, di cui agli Accordi quadro regionali del 27/04/2009 e del 20/05/2009 punti a), la possibilità di ricorrere a tale istituto secondo le modalità definite negli Accordi stessi,vale a dire che  per detti datori di lavoro operanti sia nell’area del sisma che  negli altri territori d’Abruzzo rimane impregiudicata  la facoltà   di far ricorso all’intervento della cig in deroga per un periodo continuativo o frazionato  non superiore a    tredici settimane ,ricordando in proposito  che :

 a)  la richiesta di cig in deroga va prodotta dal datore di lavoro ovvero nell’area del sisma ,in caso di inerzia  del datoredi lavoro,il lavoratore interessato ha facolta’ di presentare l’istanza stessa;

b) per     le domande dell’area del sisma     si utilizzerà   il  modello  allegato 1 ovvero allegato2  di cui al  Verbale della Conferenza dei Servizi del 30.4.09,a seconda se prodotte dai datori lavoro o dai lavoratori direttamente,mentre   le domande dei restanti territori  si presentano in via telematica all’Inps sul mod.IG15 deroga -Cod.SR 100,acquisibile su sito www.inps.it Sezione Modelli;

c) alle domande va unito il verbale di consultazione sindacale,in cui si fara’ riferimento agli accordi del 27.4.09 ovvero del 20.5.09,s ipreciserà il periodo ,il numero dei lavoratori sospesi e/0  adorario ridoto,la categoria dei lavoratori interessati,l’eventuale rotazione ed  il pagamento diretto della cig da parte dell’Inps;

d) in caso di domande presentate direttamente dai lavoratori ,le  stesse  vanno  sottoscritte   dalla/e organizzazione/i sindacale/i di riferimento.

Successivamente la Conferenza   , sottolineando  la     gravità  ed   eccezionalità della situazione di crisi in cui versa l’intero territorio della Regione Abruzzo, compresi i Comuni colpiti dagli eventi sismici, nonchè   ispirandosi a principi di semplificazione e tempestività   , ha concordato  sulle seguenti determinazioni circa   i  criteri  e le  procedure   per rendere operative le decisioni approvate dal    Cicas nella riunione  del 10 scorso sugli ammortizzatori sociali in deroga  :  

 A )  Proroga, sino alla data del 31/01/2010, della CIG in deroga, in favore dei lavoratori subordinati (operai, impiegati, intermedi e quadri), sia a tempo indeterminato che determinato, compresi apprendisti e somministrati, sospesi o ad orario ridotto, di cui alla lett. a) del verbale CICAS del 27/04/2009 e lett. a) del verbale CICAS del 20/05/2009, dipendenti da datori di lavoro titolari di unità operative anche artigiane e cooperative, non rientranti nei requisiti di accesso ai trattamenti previsti dalla legislazione ordinaria per le sospensioni dell’attività lavorativa, nonché dipendenti, con contratti di apprendistato o di somministrazione, da imprese nelle quali sono in corso trattamenti previsti dalla legislazione ordinaria per le sospensioni dell’attività lavorativa.

Rispetto a  quanto sopra ,ricordato che    il requisito soggettivo per accedere alla cig  di cui alla lettera a) risulta essere una prestazione lavorativa della durata non inferiore a 90 giorni ,anche non consecutivi,presso il datore di lavoro che richiede l’integrazione salariale ,ad eccezione dei lavoratori somministrati per cui sono necessari almeno 40 giornate di prestazione lavorativa presso il datore di lavoro richiedente la cig in deroga ,si evidenzia  che         la Conferenza ha   precisato che  :

–       l’intervento è   rivolto sia ai lavoratori che operano nei Comuni colpiti dagli eventi sismici, sospesi o ad orario ridotto a decorrere dal 06.04.2009, che ai lavoratori che operano nel restante territorio abruzzese, sospesi o ad orario ridotto a decorrere dal 12.04.2009 ;

 –    per  le aziende/lavoratori  dell’area  sisma  , l’Inps provvederà ad erogare la CIG in deroga sino al 31/01/2010 ,fermo restando che  alle aziende/lavoratori è fatto obbligo comunicare, entro il 15 febbraio 2010, eventuali variazioni (ripresa attività lavorativa e/o ore di sospensione) intervenute nel mese di gennaio ; 

 – mentre per  l’intervento in questione relativo all’area sisma non è prevista specifica modulistica dapresentare,per le aziende ubicate nel restanteterritorio   abruzzese  , la domanda di proroga va presentata utilizzando la procedura telematica  pubblicata nel sito www.inps.it con il modello IG 15 Cod SR 100;

 -per  le domande di proroga si prescinde dall’ulteriore autorizzazione da parte della DRL e l’Inps è autorizzato al relativo pagamento ;

  –  le domande potranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del  verbale di riunione della Conferenza sul sito istituzionale della Regione Abruzzo ,intervenuta il 19 scorso

 B)  Concessione di 13 settimane di mobilità in deroga in favore dei lavoratori subordinati (operai, impiegati, intermedi e quadri), sia a tempo indeterminato che determinato, compresi apprendisti e somministrati, licenziati da datori di lavoro titolari di unità operative anche artigiane e cooperative, non rientranti nei requisiti di accesso ai trattamenti previsti dalla legislazione ordinaria, nei confronti dei quali, nel periodo compreso tra il 01.10.2009 ed il 31.12.2009, viene a scadere l’indennità di disoccupazione ordinaria, sempre che, in capo agli stessi, permanga lo stato di disoccupazione.

In merito all’intervento della lettera b) , . Rispetto allaprevisione dellalettera b), chiarito   che   i lavoratori aspiranti al trattamento  di mobilità, licenziati da datori di lavoro  non rientranti nell’ambito della vigente legislazione a regime in tema di ammortizzatori sociali ,devono comunque possedere un ‘anzianità aziendale di almeno 12 mesi ,di cui 6 di effettivo lavoro, a norma dell’art.16 legge n.223/91e successive modificazioni ed integrazioni,si osserva che la Conferenza ha  stabilito che:

 

  l’ intervento in questione  non ha effetto retroattivo , poichè  le 13 settimane di mobilità in deroga non decorrono dal momento in cui scade o verrà a scadere l’indennità di disoccupazione, bensì dalla data di presentazione della relativa domanda presso il CPI da parte del lavoratore.

 – al  fine di consentire l’immediata attivazione di politiche attive da parte delle Province, l’Inps, nelle more di attivazione delle password di accesso a banche dati percettori, trasmetterà alle Province gli elenchi dei lavoratori ai quali è scaduta o verrà a scadere l’indennità di disoccupazione ordinaria dal 01.10.2009 al 31.12.2009;

 – le domande sul modello Allegato 1  al verbale di riunione  ,vanno presentate entro 68 giorni, secondo i termini di legge, a partire dalla data di pubblicazione del presente verbale di riunione sul sito istituzionale della Regione Abruzzo ,intervenuta il 19 scorso;

 -il  Cpi, prima di trasmettere la domanda all’Inps, accerta il permanere dello stato di disoccupazione.

 C)  Concessione di 13 settimane della CIG in deroga in favore dei lavoratori sospesi dal 12 aprile 2009, per crisi aziendali o occupazionali, di cui alle lett. a) e b) dell’ art. 19 – comma 1 – della L. 2/2009 e all’ art. 7-ter L. 33/2009 e dei lavoratori assunti con la qualifica di apprendista, sospesi per crisi aziendali o occupazionali di cui alla lett. c) dell’art. 19 – comma 1 – L. 2/2009 e all’ art. 7-ter L. 33/2009, le cui istanze siano pervenute agli uffici INPS entro e non oltre la data del 10.11.2009.

In ordine all’intervento della letera c),premesso che     le istanze , pervenute entro  e non oltre il 9.11.09 ,sono quelle  di disoccupazione  non agricola con requisiti normali o ridotti  di cui all’art.19 comma 1 lettere a)  , b) e c)  del decreto legge n.185/08,convertito in legge n.2/09 e che    oltre alla  domanda di cig in deroga,da presentare in via telematica a ll’Inps con modello IG  15  Deroga  , acquisibile dal sito Inps -Sezione Modelli.- ,deve essere  rilasciata la   dichiarazione diimmediata  disponibilita’( su Mod   DID Sr 100) alla formazione ,da rendere ai sensi dell’art.10 legge n.2/09   al Centro Impiego competente da parte  di tutti lavoratori beneficari  delle  prestazioni previdenziali sostitutive ed integrative  del reddito da lavoro ,la Conferenza ha fornito le seguenti indicazioni operative:

-l’INPS, accertata la sussistenza dei requisiti previsti dalla vigente normativa, eroga il suddetto trattamento, per il corrispondente periodo di sospensione richiesto e comunque per un periodo massimo di 13 settimane, a decorrere dalla data di inizio della  sospensione ;

 – in considerazione del disagio vissuto da tali lavoratori a causa di problemi di interpretazione normativa, da tempo in attesa dell’erogazione della prestazione,    per le domande su indicate, si prescinde dall’accordo sindacale e dall’autorizzazione della DRL avvertendo  che la CIG in deroga concessa non è cumulabile con altre tipologie di ammortizzatori in deroga eventualmente già corrisposte per lo stesso periodo. 

-per  i lavoratori assunti con la qualifica di apprendista, sospesi per crisi aziendali o occupazionali di cui alla lett. c) dell’art. 19 – comma 1 – L. 2/2009 e all’ art. 7-ter L. 33/2009,  l’intervento in questione  decorre  dalla data di entrata in vigore del D.L. 185/2008,ossia dal 29.11.08.

 D) Concessione della mobilità in deroga per un periodo massimo di 13 settimane, a favore dei lavoratori assunti con la qualifica di apprendista, licenziati nel periodo dal 01/12/2008 al 31/01/2010 (e non 31/01/2009 come risulta dal verbale CICAS del 10.11.09 per mero refuso), per crisi aziendali o occupazionali, purché in possesso del requisito di anzianità aziendale ex art. 19 – comma 1 – lett. c) della legge 2/2009.

 Riguardo all’intervento della lettera D ), sottolineato che      l’anzianità  aziendale   richiesta    all’apprendista è pari a tre mesi,la Conferenza ha precisato che  .

– le istanze già presentate all’INPS sono ritenute valide, mentre quelle da presentare vanno prodotte  aal’ Istituto previdenziale utilizzando  l’apposito modello  Allegato 1   al verbale della Conferenza  , accompagnato dalla DID ;

–  per i licenziamenti già intervenuti le istanze vanno prodotte entro giorni 30 dalla data del 10.11.2009 ,mentre per quelli licenziamenti che interverranno successivamente alla predetta data  le istanze andranno prodotte entro giorni 30 dalla data del licenziamento stesso ;

 -l intervento in questione  non ha effetto retroattivo , poichè  le 13 settimane di mobilità in deroga non decorrono dal momento in cui è intervenuto il licenziamento, bensì, per le istanze già presentate, dalla data di pubblicazione del presente verbale sul sito istituzionale della Regione Abruzzo( intervenuta il 19.11.09) e, per le istanze conseguenti a cessazioni che si sono concretizzate in data successiva al 10.11.2009, dalla data del licenziamento ;

–  lo stato di disoccupazione deve sussistere al momento di liquidazione dell’intervento da parte dell’Inps.

-al   fine di consentire l’immediata attivazione di politiche attive da parte delle Province, l’Inps, nelle more di attivazione delle password di accesso a banche dati percettori, trasmetterà alle Province gli elenchi dei lavoratori successivamente al provvedimento di liquidazione ;

  -per  i licenziamenti che interverranno in data successiva al 10.11.2009 le domande vanno prodotte all’Inps utilizzando il Modello DS/21.

 

  E)  Concessione di 26 settimane della mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati da aziende con più di 15 dipendenti, per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di mobilità ai sensi della legge 223/91.

 Rispetto a questo intervento la Conferenza ha disposto  le domande vanno prodotte ,utilizzando il modello Allegato 2 per i lavoratori operanti nel restante territorio abruzzese  ed Allegato  2bis  per i lavoratori dell’area sisma ,a partire dalla data di pubblicazione del presente verbale di riunione sul sito istituzionale della Regione Abruzzo ,intervenuta il 19.11.09.

  F)  Proroga di 26 settimane della cassa integrazione in deroga in favore dei lavoratori sospesi da datori di lavoro che non rientrano nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/91 e per i quali, dal periodo 01.10.2009 al 31.01.2010, risulti scadere l’indennità di cassa in deroga.

 In ordine al presente intervento la Con ferenza ha fornito le seguenti indicazioni:

i  lavoratori destinatari di tale intervento sono quelli che hanno beneficiato  di un primo intervento di cig in deroga  disposto  con provvedimenti    anteriori  all’anno 2009 e che non coincidono con i destinatari degli interventi di cui alle lettere a) dei verbali del 27/04/2009, del  20/05/2009 e del 10/11/2009 ;

– le domande vanno prodotte utilizzando i seguenti modelli:

 -per  le aziende ubicate nel territorio abruzzese extra    area  sisma   la domanda di proroga va presentata utilizzando la procedura telematica di cui al sito www.inps.it ,

 -per i lavoratori dell’Area Sisma si utilizzerà, a seconda dei casi, il Modello lavoratore (allegato 3bis) o il Modello Impresa (allegato 3ter) al verbale della Conferenza;

 – le  domande potranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del presente verbale di riunione sul sito istituzionale della Regione Abruzzo, intervenuta il 19.11.09.

 

 G)   Proroga di 26 settimane della mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati dalle imprese industriali fino a 15 dipendenti ed imprese artigiane che non rientrano nella disciplina dell’art. 12, commi 1 e 2 della L. 223/91, per i quali, nel periodo dal 01.10.2009 al 31.01.2010 sia scaduta o venga a scadere l’indennità di mobilità in deroga, compresi i lavoratori di cui alla D.G.R. 433/06 (e non 433/07 come risulta dal verbale CICAS del 10.11.09 per mero refuso) inseriti in specifici percorsi di stabilizzazione, dei lavoratori utilizzati in ASU ex art. 7 del D.Lgs 468/97 per i quali, nel periodo 01.10.2009 al 31.01.2010, sia scaduta o venga a scadere l’indennità di mobilità in deroga, nonché in favore dei lavoratori di cui al punto 6 del verbale CICAS del 05/08/2008.

 In merito a questo intervento la Conferenza ha previsto che:

le domande vanno prodotte utilizzando  i modelli uniti al verbale della Conferenza   allegato 4 in caso di   lavoratori operanti nel territorio abruzzese  extra  area   ssima del 06.04.2009, e 4bis per i lavoratori dell’area sisma ;

 – le  domande potranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del presente verbale di riunione sul sito istituzionale della Regione Abruzzo ,intervenuta il 19.11.09.

 H)   Proroga della cassa in deroga di cui al punto 12 del verbale Cicas del 20/06/2008, dal 01/01/09 all’11/04/2009.

Riguardo a tale intervento,premesso il medesimo  interessa i lavoratori sospesi o ad orario ridotto della Gemeaz Cusin  interesssata alla gestione del servizio mensa presso gli opifici industriali della Oliit di  Chieti ed Avezzano  la Conferenza ha previsto che si dovrà produrre domanda di cig in deroga all’Inps utilizzando il modello Allegato 5    ,unendo   la documentazione relativa alla consultazione sindacale  ,mentre i lavoratori interessati all’integrazione   renderanno   la dichiatrazione d’immediata disponbilità alla formazione professionale sul modello DID.,avvertendo che  in caso di    lavoratori  dell’Area Sisma si utilizzerà, a seconda dei casi, il Modello lavoratore (allegato 5bis) o il Modello Impresa (allegato 5ter), tenendo presente che  in ogni caso le domande in parola   potranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del presente verbale di riunione sul sito istituzionale della Regione Abruzzo ,intervenuta il 19.11.09

 I)   Proroga della mobilità in deroga per un periodo pari al precedente, ove persistano i requisiti soggettivi di durata ex lege 223/91, in favore dei lavoratori già appartenenti al settore formazione il cui trattamento di mobilità in deroga, concesso con il verbale CICAS del 24.09.07, vada a scadere nel mese di gennaio 2010.

 Le precisazioni fornite dallaConferenza su questo intervento sono le seguenti: –come per la lettera e) del verbale 20/05/2009, la proroga della mobilità è di 12 mesi ;

 – nel  calcolo del periodo di mobilità in deroga non va considerato l’arco temporale di godimento della cassa integrazione in deroga. Di conseguenza, la percentuale di riduzione prevista dalla normativa vigente si applica solo a decorrere dalla prima proroga del trattamento di mobilità ;

 –  le domande vanno prodotte utilizzando il modello  Allegato 6 del verbale di riunione dellaConfrenza , per i lavoratori operanti nel territorio abruzzese non rientranti nell’ area interessata dal sima del 06.04.2009, e 6bis per i lavoratori dell’area sisma ;

  – domande potranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del presente verbale di riunione sul sito istituzionale della Regione Abruzzo ,intervenutail 19.11.09

 J)  Concessione dell’anticipo della mobilità in deroga per la durata massima di 13 settimane, dalla data di sospensione delle prestazioni legate alla prima fase del Programma di cui all’art. 1 – comma 3 – della  L. 127/06.

 La Conferenza s per questo intervento ha stabilito che  le domande vanno presentate  ,a decorrere dal 19.11.09,direttamente dai lavoratori attraverso  i modelli allegato 7 o 7 bis del verbale di riunione della Conferenza a  seconda della residenza degli stessi nei Comuni del restante territorio abruzzese o dell’area sisma.

 Infine la Conferenza,tenuto conto delle criticità connesse all’utilizzo della procedura telematica per le istanze di CIG in deroga,  in relazione  seguito a quanto disposto dal CICAS del 10.11.2009,  ha  concordato  che l’Inps trasmetterà ad  Italia Lavoro le istanze pervenute con mezzo cartaceo ad  Italia Lavoro ,che provvederà all’informatizzazione del contenuto della pratica e la restituirà all’Inps che, certificati i dati, trasmetterà il file alla DRL per il conseguente decreto di autorizzazione.

 

RIDUZIONE NUMERO PERMESSI LEGGE 104/92 IN PRESENZA D’INTEGRAZIONE SALARIALE

19/11/2009

Come è noto ,l’art.33 comma 3 della legge n.104/92 prevede a favore del lavoratori dipendenti per consentire l’assistenza ai familiari  riconosciuti portatori di handicap in condizioni di gravità n.tre giorni di permesso al mese retribuiti e coperti da contribuzione.

Con il messaggio  n.26411/09 del 18 scorso ,conformandosi   alla posizione espressa dal Ministero del Lavoro nella risposta all’interpello n.46 del 3.10.08,che cosi come avviene per il part time verticale ,nell’ipotesi di cassa integrazione guadagni i predetti tre giorni di permesso devono essere riproporzionati in relazione all’effettivo svolgimento dell’attività lavorativa e quindi ridimensionati per effetto della riduzione della prestazione lavorativa prestata in azienda per il ricorso all’integrazione salariale.

Al riguardo,conclude il messaggio, occorre applicare il seguente algoritmo: x =(  a –  b ): c, dove “a” corrisponde al numero dei giorni di lavoro efettivo  nel  mese , “b”  ai tre giorni di permesso   teorici,   “c”  al numero dei giorni lavorativi del mese con arrotondamento del risultato all’unità inferiore o superiore ,a secondache la frazione sia sino allo 0,50 oppure superiore.

CHIARIMENTO INPS SU PERMESSI LEGGE 104/92 DIPENDENTI BANCA D’ITALIA

19/11/2009

   Con il Messaggio 16 novembre 2009, n. 26241, l’Inps chiarisce la posizione dei dipendenti dekla Banca d’Italia in merito all’utilizzo dei permessi disciplinati dall’art.  33, comma 3, L. 104/92 ,a seguito della segnalazione alla Direzione Centrale da parte del  Servizio Personale dell  predetto Istituto bancario  che  talune Sedi territoriali   hanno emesso   provvedimenti di accoglimento delle richieste di benefici di cui alla L. 104/92, presentate da propri dipendenti.

 La  Direzione Centrale del’Ente Previdenziale  precisa, a tal riguardo, che, in relazione alla natura pubblicistica della  Banca d’Italia  , non sussiste  il requisito della copertura assicurativa INPS e  pertanto competente alla concessione di tali benefici per il personale in questione è esclusivamente il datore di lavoro,  ossia l’Istituto di credito, cui fa carico il relativo onere economico.

 Il citato messaggio si  conclude con l’indicazione che eventuali   domande presentate alle strutture INPS devono considerarsi irricevibili.

PRECISAZIONE MINISTERO LAVORO SU ASSUNZIONI OBBLIGATORIE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

19/11/2009

 L’Agenzia Liguria Lavoro ha  richiesto    chiarimenti  al Misntistero del Lavoro  rispetto alle assunzioni dei soggetti appartenenti alle categorie destinatarie del collocamento obbligatorio,  stante   la previsione del decreto legge n.78/09,convertito i legge n.102/09 ,che all’art.17 comma 7 dispone per le pubbliche  amministrazioni il divieto di effettuare nuove assunzioni sino al conseguimento degli obiettivi programmatici di spesa  fissati dallo stesso decreto legge.

La Direzione Generale del  Mercato del Lavoro del predetto Dicastero con la nota n.13/III/ 0015270  ,dopo aver chiarito che la norma  sopra citata concerne soltanto le amministrazioni centrali dello Stato e gli enti pubblici non economici,ha affermato che  l’occupazione  assunzioni dei soggetti appartenenti alle categorie protette ,ai fini del rispetto della quota di riserva prevista dall’art.3 della legge n.68/99,è  da ritenersi esclusa  dai limiti  nelle assunzioni,così come ha  anticipato il Ministero della Funzione Pubblica nel parere espresso il   29.9.08.

Peraltro nella nota del Ministero del Lavoro si aggiunge che l’unico caso in cui rimane ferma l’esclusione delle assunzioni obbligatorie rigurda l’ipotesi  prevista dall’art.6 comma 6 del dec.legvo n.165/01,relativa alla pubblica amministrazione che non provvede agli adempimenti previsti dalla legge circa l’organizzazione e la disciplina degli uffici ,nonchè le dotazioni organiche.
Infatti in detto  casoper  gli enti pubblici  il divieto di  assumere  nuovo personale  ha carattere  assoluto,  nel senso che comprende anche  quello appartenente alle categorie protette.

STATO ATTUAZIONE SANATORIA COLF E BADANTI EXTRACOMUNITARIE

18/11/2009

Con apposito comunicato il Ministero dell’Interno fa il punto sullo stato di attuazione della sanatoria per le colf e le badanti extracomunitarie disciplinata dalla legge n.102/09 

Il comunicato suddetto anzitutto ricorda che dal 1° ottobre,concluse le operazioni di rimessa delle richieste di regolarizzazione,  gli sportelli unici hanno avviato l’attività di verifica sulle domande  per controllare anzitutto se  sia stato presentato un numero di richieste  consentito da parte  di ciascun datore di lavoro interessato .

Dopo questo  primo controllo,  gli sportelli unici  hanno l’incombenza di acquisire dalle Questure competenti il parere sulla mancanza di motivi ostativi ( es.condanne precedenti ,situazioni d’inammissibilità in Italia,ecc)al rilascio del permessso di soggiorno al lavoratore extracomunitario ed in proposito risulta precisato che  le Questure in un mese e mezzo hanno esaminato il 20 % delle istanze presentate ,ossia 57.877 domande ,di cui soltanto il 2 % ,cioè 767,  sono state dichiarate irregolari

 Dopo il parere delle Questure ,agli sportelli  spetta di procedere alla convocazione delle parti interessate ai rapporti di lavoro , per la sottoscrizione dei    relativi contratti di soggiorno   con cui cui si perfeziona la sanatoria ed al riguardo il Ministero evidenzia che sinora le  convocazioni effettuate dagli sportelli unici  hanno riguardato 27.607 pratiche    per cui  si sono avute  n.1962 richieste d’integrazione dati,n.354 domande rigettate e n.7291 domande accolte.

Il comunicato ministeriale  si conclude con l’a ssicurazione    che  essendo i dati in questione in continua  evoluzione,si provvederà   con cadenza periodica a diffonderli in relazione al significativo aggiornamento degli stessi .

NOTA MINISTERO LAVORO SUI PERMESSI PADRE LAVORATORE

18/11/2009

  Con la   Circolare n. 112 del 15 .10.09 ( si veda su questo Blog in data 15 ottobre scorso)l’Inps ha  illustrato gli orientamenti  da  seguire circa i riposi giornalieri previsti dall’art.40 del decreto legislativo n.151/01,dopo che la sentenza del Consiglio di Stato -Sezione VI- n.4293 del 9.9.08 ha dedotto, in via estensiva, che la ratio della norma in esame, “volta a beneficiare il padre di permessi per la cura del figlio”, induce a ritenere ammissibile la fruizione dei riposi giornalieri da parte del padre anche nel caso in cui la madre casalinga, considerata alla stregua della “lavoratrice non dipendente”, possa essere tuttavia “impegnata in attività che la distolgano dalla cura del neonato”.

In proposito l’Inps preliminarmente ha  ricordato  che, in attuazione della disposizione contenuta nell’art.40 del T.U. relativo alla tutela della maternità e paternità , di aver ritenuto in varie precedenti  circolari che per madre “lavoratrice non dipendente” dovesse intendersi la madre “lavoratrice autonoma (artigiana, commerciante, coltivatrice diretta o colona, imprenditrice agricola, parasubordinata, libera professionista) avente diritto ad un trattamento economico di maternità a carico dell’Istituto o di altro ente previdenziale” e non anche la madre casalinga, con conseguente esclusione, in tale ultima ipotesi, del diritto del padre a fruire dei riposi giornalieri salvi, ovviamente, i casi di morte o grave infermità della madre (vedi circolari n. 109/2000, 8/2003 e 95 bis 2006).
 Preso atto peraltro che anche il Ministero del Lavoro con la lettera circolare n.8494 del 12.5.09 ,nel condividere l’orientamento giurisprudenziale espresso dal Consiglio di Stato nella citata sentenza , ha ritenuto che il padre lavoratore dipendente possa fruire dei riposi giornalieri anche nel caso in cui la madre svolga lavoro casalingo ,la circolare dell’Inps in esameha  affermato  che l’interpretazione estensiva operata dal Consiglio di Stato consente di riconoscere al padre lavoratore dipendente il diritto a fruire dei riposi giornalieri, oltre che nell’ipotesi già prevista dalle norme vigenti, anche in altri casi di oggettiva impossibilità da parte della madre casalinga di dedicarsi alla cura del neonato, perché impegnata in altre attività (ad esempio accertamenti sanitari, partecipazione a pubblici concorsi, cure mediche ed altre simili).
Ma   rispetto a quanto sopra   è intervenuto   la DGAI del Ministero del Lavoro, che     attraverso  la lettera circolare C/2009 del16 scorso   dichiara che la posizione dell’Inps ,prevista dalla sopra citata circolare  n. 112/09  in cui si  condiziona la fruizione dei riposi di cui trattasi ad una serie di limiti  (oggettiva impossibilità della madre casalinga  di dedicarsi alla cura del neonato,perchè imprgnata in altre attività ,quali accertamenti sanitari ,partecipazione a pubblici concorsi,ecc)ed oner (produzione di documentazionr medica,attestato di partecipazione a corsi e concorsi e simili) non risulta avallata da corrispondente previsione  normativa in tal senso. 

 Evidenziando in particolare  che quando l’assenza del padre concerne una situazione in cui  la moglie è lavoratrice dipendente l’Inps non subordina i permessi per i figli ad alcuna specifica condizione od onere  ,il Ministero conclude che non è possile    stabilire condizioni e oneri  nell’ipotesi dei permessi usufruiti dal padre con moglie casalinga ,così che  neanche in via interpretativa può essere  condivisa  la posizione dell’Istituto, in quanto una simile interpretazione dell’art. 40, lettera c) del D.Lgs. n. 151/2001, può facilmente ingenerare questioni di costituzionalità, ai sensi dell’art. 3 della Cost., per evidente disparità di trattamento dei soggetti destinatari della norma.