PREPENSIONAMENTO PER I DIPENDENTI PUBBLICI ?

Di prepensionamento si parla con una certa insistenza, sostenendosii che lo stesso   contribuerebbe  a    ridurre il numero dei dipendenti pubblici “anziani”,  ad intaccare in maniera significativa  il blocco del turn over  ed a  favorire l’assunzione di un certo numero di lavoratori giovani .

 La  prospettiva di cui si parla  interessa soprattutto il personale della scuola,ma riguarda un  po’ tutto il settore  pubblico ,dove da anni il reclutamentoa tempo indeterminato  di nuove unità  è vistosamente limitato e comunque avviene in misura tale da rivelarsi insufficiente rispetto ai bisogni occupazionali  ed all’esigenza di certezza nel futuro.

L’occasione  per verificare la fondatezza di riuscire a  legiferare in merito  al prepensionamento dei pubblici dipendenti è offerta agli organi parlamentari dall’approvazione della finanziaria 2010,attualmente all’esame della Commissione bilancio del Senato ,presso cui infatti  risulta presentato apposito emendamento della maggioranza  .

La proposta di prepensionamento dovrebbe riguardare un consistente numero di dipendenti pubblici,a cominciare da quelli della scuola,prevedendo  l’uscita dal lavoro su base volontaria  e fino a concorrenza delle risorse disponibili ,che risultano pari a 7 milioni di euro  nel primo anno di applicazione,a 21 milioni di euro nel secondo anno e di 14 milioni  nel  2012.

 E ‘da  evidenziare  che la   possibilità di uscita anticipata   sarebbe riservata al personale in possesso:

– di un’anzianità contributiva pari o superiore a 34 anni e di un’età pari o superiore a 59 anni;

– di un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e di un’ età pari o superiore a 58 anni ;

– di un’anzianitàcontributiva pari o superiore a 36 anni e di un’età pari o superiore a 57 anni.

Secondo i promotori  , quella proposta  sarebbe un’operazione non molto costosa ,che oltretutto permetterebbe di conseguire  il    risultato   dello svecchiamento delle piante organiche e dell’immissione in ruolo di una parte dei precari della P.A.,venendo d incontro peraltro alle lavoratrici ,nei cui riguardi ,come è noto dall’anno prossimo  sarà innalzato il     limite minimo d’età per la pensione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: