NUOVE MODALITA’ISCRIZIONE INAIL NUOVE IMPRESE

Di seguito si riportano gli aspetti significativi e rilevanti della circolare n. 52 del 28 settembre 2009 con cui l’Inail fornisce istruzioni sulle nuove modalità di iscrizione attraverso la comunicazione unica al Registro delle imprese, a decorrere dal 1° ottobre 2009 ,riportandosi :
– all’art.9 comma 7 del dec.legge n.7/07;
– al dec.legge n.79/09;
– alla precedente circolare n.8/08;
– al D. M. 2.11.07 relativo al modello di comunicazione unica;
– al Dpcm 6.5.09 contenente le regole tecnica per la presentazione della comunicazione unica.

Sulla scorta di tali disposizioni, si deve ritenere conclusa la sperimentazione in produzione della Comunicazione unica, con la collaborazione di gruppi di utenti “pilota” per ciascuna provincia,così che dal 1° ottobre 2009 la suddetta trova completa e generale attuazione in via telematica per l’iscrizione delle nuove imprese all’Inail e per l’immediato trasferimento dei dati tra le Amministrazioni interessate.
A norma di legge ,la comunicazione unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al registro delle imprese ed ha effetto, sussistendo i presupposti di legge, ai fini previdenziali , assistenziali e fiscali , nonché per l’ottenimento del codice fiscale e della partita IVA.

Pertanto viene detto che la stessa è una importante semplificazione per le imprese, che – qualora ne ricorrano i presupposti – con una sola comunicazione telematica al Registro delle imprese possono assolvere agli obblighi connessi all’inizio dell’attività imprenditoriale, sia nei confronti del sistema camerale, che ai fini fiscali e previdenziali.

Le imprese, inoltre, hanno il vantaggio di poter iniziare subito l’attività, poiché la legge ha stabilito che la ricevuta rilasciata dall’ufficio del Registro delle imprese “costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività imprenditoriale, ove sussistano i presupposti di legge

Attraverso la Comunicazione unica per la nascita dell’impresa è consentito effettuare:

• la dichiarazione di inizio attività a fini IVA, da presentare all’Agenzia delle Entrate nonchè di ottenere il codice fiscale e/o la partita IVA attribuiti;

• la domanda di iscrizione al Registro delle imprese, da presentare alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura;

• la denuncia di iscrizione all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro, da presentare all’INAIL (denuncia di esercizio);

• la domanda di iscrizione all’INPS;

• la domanda di iscrizione all’albo delle imprese artigiane.

Invece per quanto riguarda l’iscrizione delle imprese artigiane al relativo albo, l’operatività della Comunicazione unica è definita di intesa con le singole Region .

Sono esclusi dall’ambito di applicazione della Comunicazione unica i datori di lavoro pubblici.

La legge ha previsto che la Comunicazione unica si applichi anche in caso di modifiche o cessazione dell’attività d’impresa, pertanto anche queste denunce saranno gestite con lo stesso sistema.

In proposito, come già illustrato nella circolare n. 8/2008, l’Inail precisa che rientrano nell’ambito applicativo di Comunicazione unica le denunce riguardanti:

• le variazioni anagrafiche inerenti il codice ditta (ragione sociale con codice fiscale invariato, legale rappresentante, sede legale, ecc.);

• le variazioni consistenti in aperture e cessazioni di PAT correlate alle sedi dei lavori esercitati;

• la cessazione del codice ditta per cessazione dell’attività.

Invece sono escluse tutte le variazioni inerenti il rischio assicurato ai sensi dell’applicazione delle vigenti Tariffe dei premi, nonché i dati retributivi (variazioni dei dati classificativi del rapporto assicurativo).
La circolare in esame peraltro chiarisce che mentre la disciplina della Comunicazione unica si applica dal 1° ottobre 2009, per la nascita dell’impresa, il servizio per le variazioni e cessazioni sarà attivo in un secondo momento,dovendosi sottolineare tuttavia che il comma 9 del citato art. 9, ha previsto un periodo transitorio di sei mesi – decorrente sempre dal 1° ottobre 2009 – durante il quale le imprese e i loro intermediari hanno la facoltà di effettuare gli adempimenti “con le modalità previgenti”, previste dalle norme oggetto di abrogazione.
Per quanto riguarda l’INAIL,viene chiarito che nella modulistica per la Comunicazione unica è presente la denuncia di esercizio, da compilare con gli stessi identici dati del modello cartaceo e del servizio on line già in uso sul sito dell’Istituto in Punto Cliente eche la denuncia di iscrizione all’INAIL tramite Comunicazione unica è ammessa se contestualmente l’utente inoltra al Registro delle imprese:

• la domanda di iscrizione con immediato inizio dell’attività;

• la dichiarazione di inizio attività per impresa già iscritta.

Infine si evidenzia che le specifiche tecniche del formato elettronico per la denuncia dell’iscrizione di un’impresa all’INAIL sono pubblicate sul sito http://www.inail.it.unitamente alla “Guida alla compilazione della Comunicazione unica d’impresa”, che contiene tutte le informazioni utili per gli utenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: