COMUNICATI INPS

Si dà conto di due comunicati emessi dall’Inps nei giorni scorsi su argomenti che interessano i lavoratori pensionati.
Con il primo ,contenuto nel messaggio n.21394 del 25 scorso, l’Istituto ,in conformità all’indirizzo fornito dal Ministero del Lavoro di concerto con il Ministero dell’Ecomia, sciogliendo la riserva di cui alla circolare n.108/08,esplicita che dal 1° gennaio,come stabilito dall’art.19 della legge n.133/08, tutte le pensioni di vecchiaia contributive si cumulano con i redditi da lavoro dipendente o autonomo.
Ciò significa in particolare quanto segue.

1) La regola circa la cumulabilità delle pensioni che rientrano nel sistema di calcolo retributivo con i redditi da lavoro vale oltre che per le pensioni di vecchiaia e per le pensioni di anzianità raggiunte con 40 anni di contribuzione, anche per quelle raggiunte con 58 anni di età e 35 di contribuzione per i lavoratori dipendenti, 59 di età e 35 di contributi, per gli autonomi. Questo fino al 30 giugno 2009.Infatti a partire dal 1° luglio la pensione si consegue con il il sistema della quote: quota 95 per i lavoratori dipendenti (cioè età minima 59 anni e 36 di contributi) e quota 96 per i lavoratori autonomi (60 anni di età e 36 di contributi).

2) Il divieto di cumulo risulta venuto meno anche per le pensioni calcolate con il sistema contributivo raggiunte con 35 anni di contribuzione e l’età prevista per le pensioni calcolate con il sistema retributivo ed inoltre il cumulo si applica alle
pensioni liquidate ai lavoratori in possesso di un’anzianità contributiva pari o superiore a 40 anni e a quelli che hanno un’età anagrafica pari o superiore a 65 anni se uomo, 60 anni se donna.)

3)Restano le limitazioni stabiliti dalla previgente vecchia normativa per:
• gli assegni di invalidità
• le pensioni ai superstiti
• le pensioni dei lavoratori socialmente utili liquidate provvisoriamente
• gli assegni straordinari per il sostegno del reddito
• i lavoratori che trasformano il rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale .

Peraltro e’da tener presente che , i titolari di pensione con decorrenza compresa entro il 2008,i soggetti – per tale anno – al divieto di cumulo parziale con la pensione con i redditi da lavoro autonomo, devono dichiarare entro la fine del mese in corso i redditi da lavoro autonomo conseguiti nel corso dell’anno 2008 ,utilizzando in cui sono il modello 503 AUT allegato al messaggio 16380 del 20 luglio 2009. in cui sono riportate le necessarie informazioni per una corretta dichiarazione ,mentre i titolari di pensioni di vecchiaia liquidate nel sistema contributivo sono esclusi dall’obbligo di dichiarare i redditi di lavoro autonomo a preventivo per l’anno 2009.

Con il secondo comunicato,l’ente previdenziale informa che sarà possibile la consegna dei modelli Red fino alle ore 24 del 30 ottobre prossimo,in accoglimento del numerose richieste formulate in tal senso dai patronati e dagli intermediari abilitati,in modo da agevolare gli adempimenti a carico dei pensionati.
Con l’occasione si ricorda che la comunicazione tramite il Red dal 2009 e’ il presupposto per il diritto alle prestazioni legate a redditi e pertanto trascurare tale adempimento comporterebbe la decurtazione della prestazione in godimento relativa a :integrazione al minimo,pensione o assegno sociale,maggiorazione sociale ,somma ggiuntiva,14^ mensilità,tutte le prestazioni ad invalidi civili,iechi ivili e sordomuti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: