MISURE SICUREZZA APPLICABILI AI LAVORATORI DOPO MODIFICHE T.U. N.81/08

Premesso che le modifiche normative introdotte dal dec.leg.vo n.106/09 al T.U n.81/08 sono entrate in vigore dal 20 agosto scorso e che le norme di sicurezza sul lavoro si applicano ,con riferimento ai settori pubblici e privati, a tutti i lavoratori subordinati ed autonomi,nonchè ai soggetti equiparati agli stessi,di seguito si espongono ,con riferimento alle tipologie possibili dei rapporti di lavoro, gli adempimenti cui sono tenuti i datori di lavoro per assicurare la prevenzione e la sicurezza.
1. LAVORATORI SUBORDINATI : tutti gli obblighi di prevenzione e protezione previsti per il datore di lavoro.
2. LAVORATORI IN SOMMINISRAZIONE:l’impresa utilizzatrice degli stessi si fa carico degli obblighi di sicurezza .Salva specifica previsione nel contratto di somministrazione che spettano all’utilizzatore , risulta a carico del somministratore informare i lavoratori sui rischi per l sicurezza relativi alle attività produttive in generale e provvedere alla formazione ed addestramnto nell’uso delle attrezzature necessarie per l’attivita lavorativa prevista nell’ assunzione. Infine compete all’utilizzatore informare il lavoratore che le mansioni cui risulta assegnato richiedano una sorveglianza medica speciale ovvero comportano rischi specifici.
3.LAVORATORI DISTACCATI: al distaccante spetta l’informazione e la formazione sui rischi specifici dell’ attività prevista dalla mansione,mentre sono a carico del distaccatario gli obblighi di prevenzione e protezione.
4.LAVORATORI A PROGETTO E IN CO.CO.CO: gli obblighi di prevenzione e protezione scattano se le attività si svolgono nei luoghi di lavoro del committente , che risponde degli stessi .
5. LAVORATORI ACCESSORI OCCASIONALI :l’applicazione dell norme del T.U.e delle norme speciali sulla sicurezza e tutella della salute rimane esclusa soltanto per i piccoli lavori domestici a carattere straordinario,l’insegnamento privato supplementare e l’assistenza domiciliare a bambini,anziani ,ammalati e disabili.
6. LAVORATORI A DOMICILIO E RIENTRANTI IN CCNL PROPRIETARI FABBRICATI: al datore di lavoro compete informare e formare,nonche’ fornire i dispositivi di protezione individuale e, laddove fornisce le attrezzature di lavoro ,le stesse devono risultare conformi alle norme di sicurezza.
7. IMPEGNATI NEL TELELAVORO: spetta al datore di lavoro rispettare le norme sulle attrezzature munite di videoterminali ed dare informazioni sulle politiche aziendali in materia di salute e sicurezza,garentendo misure di prevenzione atte ad evitare l’ solamento del lavoratore rispetto ai colleghi .
8. VOLONTARI CHE PRESTANO SERVIZIO PRESSO UN DATORE DI LAVORO : spetta al datore di lavoro fornire dettagliate informazioni sui rischi specifici degli ambiente in cui operano,sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione all’a propria attività ed intervenire per eliminare o ridurre al minimo i rischi da interferenza tra le prestazioni dei volontari e le altre attività .
9. VOLONTARI E VOLONTARI DEL SERVIZIO CIVILE: devono far uso di attrezzature conformi all norme sulla siurezza,essere dotati dei dispositivi di protezione individuare e munirsi di tessera di riconoscimento .
10. LAVORATORI AUTONOMI (art.,2222 c.c.) : sono tenuti a far uso di attrezzature conforni alle norme sulla sicurezza,proteggersi con i dispositivi individuali ,munirsi di tessera di riconoscimento se svolgono lari in appalto e ubappalto e possono beneficiare dellasorveglianzasanitria , nonche’ prendere parte a corsi di formazione specifici.
11. COMPONENTI D’IMPRESA FAMILIARE ( art.230 bis c. c . )-COLTIVATORI DIRETTI FONDO -ARTIGIANI E PICCOLI COMMERCIANTI-SOCI SOCIETA’ SEMPLICI AGRICOLE: devono usare attrezzature conformi alle norme di sicurezza, proteggersi con i dispositi individuali e munirsi di tessera di riconoscimnto in caso di attività svolte in appalto o subappalto.
12.IMPRESE AGRICOLE CHE IMPIEGANO LAVORATORI STAGIONALI FINO A 50 GIORNATE LAVORATIVE : spetta ad apposito decreto fissare adempimenti semplificati per l’ informazione,formazione e sorveglianza sanitaria,mentre è rimesso al ccnl di stabilire specifiche modalità di attuazione delle norme del T.U. sul rappresentante dei lavoratori per lasicurezza.
13. FORZE ARMATE-POLIZIA-VIGILI DELFUOCO-SOCCORSO PUBBLICO E DIFESA CIVILE-SERVIZI PROTEZIONE CIVILE-ORGANIZZAZIONI VOLONTARIATO-STRUTTURE GIUDIZIARIE E PENTENZIARIE-UNIVERSITA’D ISTITUTI D’ISTRUZIONE DI OGNI ORDINE E GRADO-ARCHIVI ,BIBLIOTECHE E MUSEI-MEZZI DI TRASPORTO AEREO : con apposito decreto sarranno stabilite specifiche deroghe alle disposizioni del T.U.in relazione alle rispettive esigenze ed alle peculiarità organizzative.
14. TRASORTO NAVALE-TRASPORTO FERROVIARIO – NAVI DA PESCA:appositi decreti disporranno il coordinamento tra le norme già vigenti e quelle del T.U.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: