PRIMO ACCORDO QUADRO PER AMMORTIZZATORI IN DEROGA LAVORATORI OPERANTI IN COMUNI INTERESSATI DA SISMA ABRUZZO

In conformità alla previsione dell’Accordo tra Ministero del Lavoro e Regione Abruzzo del 17.4.09,che ,in aggiunta ai 10 milioni di euro anticipati con il decreto del Ministro del Lavoro n.43080 del 19 marzo 2009, ha assegnato complessivamente 55 milioni di euro,di cui 30 riservati ai lavoratori subordinati che svolgono la propria prestazione nei comuni danneggiati dagli eventi sismici del 6.4.09 che siano compresi nell’elenco approvato con decreto del commissario delegato del 16.4.09 e che ,ormai è certo,a breve sarà integrato , risulta sottoscritto dal CICAS-Comitato intervento crisi aziendali e di settore-,riunito a L’Aquila il 27 scorso,un primo accordo quadro per l’utilizzo delle risorse per gli ammortizzatori sociali in deroga in favore dei lavoratori subordinati che svolgono la propria prestazione in imprese operanti nei comuni dell’Abruzzo compresi nell’elenco di cui sopra.
Sottolineato che nell’accordo quadro in esame si stabilisce che gli ammortizzatori sociali in deroga devono riguardare , senza esclusione di settori produttivi , i lavoratori subordinati , si precisa che il CICAS ha autorizzato quanto segue:
1) concessione di 13 settimane di cassa integrazione guadagni in deroga in favore di operai,impiegati,intermedi ,quadri sia a tempo indeterminato che determinato ,nonche’ di apprendisti e somministrati,di imprese che non rientrano nell’ambito della vigente legislazione a regime in tema di ammortizzatiori sociali ,sospesi o ad oprario ridotto a decorrere dal 6 .4 .09 ;
2) proroga di 13 settimane di mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati da aziende con più di 15 dipendenti per cui nel periodo 1.1.09/30.6.09 risulta scaduta l’indennità di mobilità usufruita a norma della legge n.223/91;
3) proroga di 13 settimane della cassa integrazione in deroga in favore dei lavoratori sospesi dalle imprese industriali fino a 15 dipendenti ed imprese artigiane che non rientrano nella disciplina dell’art.12 commi 1 e 2 della legge n.223/91 per cui nel periodo 1.1.09/30.6.09 risulta scaduta l’indennita’ di cigs in precedenza attribuita in deroga ;
4) proroga di 13 settimane di mobilità in deroga in favore dei lavoratori licenziati dalle imprese industriali fino a 15 dipendenti ed imprese artigiane che non rientrano nella disciplina dell’art.12 commi 1 e 2 della legge n.223/91 per cui nel periodo 1.1.09/30.06.09 risulta scaduta l’indennità di mobilita’ in precedenza attribuita in deroga .
In ordine all’intevento della integrazione salariale si sottolinea altresì che nell’Accordo quadro in commento risulta confermata la previsione dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3754 del 9.4.09 per cui in caso d’inerzia dei datori lavoro,le richieste del trattamento previdenziale in questione possono essere presentate dai lavoratori beneficiari ,anche se detta modalità presenta qualche incertezza operativa a cui si farà cenno successivamente.
Quanto deciso dal Cicas ,così come sopra riportato ,merita qualche considerazione.che di seguito si espone.
Prima di tutto , preso atto che,almeno per il momento , il Cicas non ha ritenuto di autorizzare anche l’intervento dell’indennità di mobilità in deroga per i lavoratori licenziati dal 6.4.09,malgrado la prassi sinora seguita in materia e l’ espressa previsione della indennità di mobilità in deroga nell’ Accordo sottoscritto il 17.4.09 tra Ministero del Lavoro e Regione Abruzzo, risulterebbe confacente che i datori di lavoro sino a 15 dipendenti ed artigiani , essendo stati costretti a far data dal 6.4.09 da oggettive difficoltà aziendali a ridurre il proprio personale ed a risolvere i rapporti di lavoro , eventualmente ed opportunamente sollecitati dai rappresentanti delle parti sociali e/o dai professionisti da cui vengono assistiti e coadiuvati negli adempimenti per la gestione delle aziende , valutino di revocare i predetti provvedimenti, trasformandoli in sospensioni ,cosi’ da rendere praticabile in favore dei dipendenti il ricorso alla cassa integrazione guadagni in deroga autorizzata dal Cicas nella riunione del 27 scorso.
Una seconda considerazione concercene la cassa integrazione guadagni in deroga,concessa dal Cicas per 13 settimane in favore dei lavoratori sospesi ovvero ad orario ridotto,ma per la quale non risulta specificato se trattasi di quella straordinaria oppure ordinaria oppure di tutte e due .In merito ,riportandosi alle precedenti esperienze e determinazioni del Cicas ,sempre e tutte caratterizzate dalla cigs ,si osserva che verrebbe da pensare che anche questa volta la decisione del Comitato non può che essere stata conforme e quindi ritenere che si tratta dell’integrazione salariale straordinaria.Tuttavia,se si pone mente all’Accordo del 17.4.09 tra Ministero del Lavoro e Regione Abruzzo ,si nota che al punto 1 dello stesso si fa riferimento alla destinazione dei 25 milioni euro assegnati” a valere su fondi nazionali per la concessione… in deroga alla vigente normativa di trattamenti di cassa integrazione guadagni ,ordinaria e/o straordinaria. Inoltre occorre tener anche conto che,giusta corrispondente previsione del comma 6 della legge n.33/09,di conversione del dec.legge n.5/09,allo stato anche ai lavoratori destinatari della cigs in deroga si applica l’art.8 comma 3 del decreto legge n.86/88,convertito in legge n.160/88 ,che subordina l’ammissione al trattamento d’integrazione salariale straordinaria al conseguimento di un’anzianità lavorativa presso l’impresa di appartenenza di almeno 90 giorni alla data della richiesta del trattamento.Pertanto , di fronte alla prospettiva di dipendenti sospesi o con orario ridotto per le difficoltà aziendali impossibilitati a beneficiare della cigs per mancanza della prescritta anzianità lavorativa ,agli stessi potrebbe essere offerto il trattamento della cigo,che,come è noto, non presuppone il predetto requisito in capo ai lavoratori.Peraltro è da dire che in ogni caso su questo aspetto risulterebbe confacente un tempestivo intervento di chiarimento da parte del Cicas , eventualmente preceduto da apposito esame della Conferenza dei Servizi ,restando inteso che una perplessità del genere non può sussistere per la proroga dell’integrazione salariale in deroga decisa dal Cicas in favore dei lavoratori delle imprese industriali fino a 15 dipendente e delle imprese artigiane non rientranti nella disciplina dell’art.12 commi 1 e 2 legge 223/91, poichè si tratta senza alcun dubbio della cigs,che, scaduta nel periodo 1. 1.09/30.6.09, risulta appunto prolungata per tre mesi.
Una terza considerazione ,che fa sempre riferimento alla cassa integrazione guadagni ,riguarda la possibilita’ che, in caso di inerzia del datore di lavoro,la domanda per il sostituto del salario sia prodotta direttamente dai lavoratori ,in ottemperanza,come sopra precisato,dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3754 del 9.4.09 ,cosi’ da favorire lo snellimento della relativa procedura ed accellerare il conseguimeto in favore dei beneficiari del trattamento previdenziale in parola .In proposito ed allo scopo di ottenere dalla Conferenza dei Servizi l’individuazione di specifiche linee guida,si ritiene di sottolineare due aspetti,che potrebbero costituire un limite ed un ostacolo per la correntezza operativa della previsione normativa,ossia :in primo luogo,si evidenzia la scarsa dimestichezza dei lavoratori rispetto alla modulistica in uso per la domanda di cassa integrazione ordinaria e straordinaria ; in secondo luogo,si sottolinea l’obbligo normativo,ribadito pure nell’Accopro Ministero del Lavoro-Regione Abruzzo del 17.4.09,che le istanze siano corredate dal verbale di consultazione sindacale,che sarebbe oltremodo complicato pretender di porra a carico dei lavoratori. Pertanto ,fermo restando l’intervento decisivo sull’argomento della Conferenza dei Servizi,sia consentito auspicare che alla base di ogni determinazione sia posta un’appropriata e fattiva collaborazione dei Centri Impiego ,dei rappresentanti sindacali e dei Patronati,opportunamente sollecitati a mettersi a disposizione dei lavoratori.
Una quarta considerazione interessa la proroga dell’indennità di mobilità decisa dal Cicas per 13 settimane in favore dei lavoratori per cui risulta scaduta nel periodo 1.1.09/30.6.09 quella in godimento ex legge n.223/91 ovvero quella in precedenza concessa in deroga ,nel senso che ,partendo dalla previsione del comma 6 dell’art.7 ter della legge n.33/09, che ha convertito il decreto legge n.05/05, secondo cui anche ai lavoratori destinatari della moblità in deroga si applica quanto riportato dall’art.16 comma 1 legge n.223/91, che richiede agli aspiranti all’indennità di mobilità di poter far valer un’anzianità aziendale di almeno dodici mesi,di cui almeno sei di lavoro effettivamente prestato,ivi compresi i periodi di sospensione del lavoro derivanti da ferie,festività ed infortuni , necessita che venga chiarito dal Cicas ,su auspicabile preventivo parere della Conferenza dei Servizi ,se detta previsione deve o meno trovare applicazione anche con riferimento alla proroga del trattamento previdenziale in parola , opinandosi che la disposizione di cui si tratta , essendo efficace soltanto per l’avvenire ,non può riguardare situazioni deterrminatesi in tempi pregressi rispetto all’ entrata in vigore della disposizione stessa.
La quinta considerazione concerne il punto 10 dell’Accordo del 17.4 .09 tra Ministero del Lavoro,in cui si prevede che ” l’inps eroga i trattamenti di sostegno al reddito …previa sottioscrizione da parte del lavoratore interessato di apposita dichiarazione di disponibilità ” ad un lavoro congruo ovvero ad percorso di riqualificazione professionale offerto dai servizi per l’impiego competenti.
Si ritiene che anche su questo aspetto appare confacente un chiaro e preciso pronunciamento della Conferenza dei Servizi atto a definire un rinvio del momento in cui rendere la predetta dichiarazione di disponibilità ,tenendo conto dell’opportunità di attendere non solo il recupero del normale funzionamento delle strutture dell’impiego,che ,risultanto danneggiate dal sisma ,attualmente hanno difficoltà a ricevere la dichiarazione in questione,ma anche dell’ emanazione e dell’entrata in vigore dello specifico decreto del Ministro del Lavoro di concerto con il Ministro dell’Economia e Finanze di cui al comma 3 dell’art.19 del decreto legge n. 185/08,convertito in legge n.2/09 , che deve fissare sia le modalità operative che il termine entro cui rendere la piu’ volte menzionata dichiarazione di disponibilità.
La sesta considerazione si riferisce al termine di presentazione delle istanze di cassa integrazione ,nel senso che si appalesa necessario tener presente in proposito quanto stabilito dal comma 2 dell’art.7 ter della legge n.33/09 , di conversione del decreto legge n.5/09,secondo cui ,a modifica delle disposizioni previgenti che fissavano al 25 del mese successivo a quello dell’inizio della cassa integrazioned guadagni il termine entro cui formulare la richiesta, la suddetta disposizione ha stabilito che per gli interventi decorrenti dal 1° aprile c.a. le domande vanno prodotte entro 20 giorni dall’inizio della spensione o riduzione dell’orario di lavoro.
L’ultima considerazione riguarda l’estensione dell’intervento della cassa integrazione ai lavoratori subordinati a tempo determinato,anche a tempo parziale orizzontale e con rapporto tripartito,per i quali , al pari degli apprendisti e dei somministrati , oltre a dover essere verificato , se si tratta di integrazione salariale straordinaria , il possesso di un’anzianità aziendale di almeno 90 giorni,come per i dipendenti a tempo indeterminato, si ritiene di dover precisare che sono da ritenere destinari della decisione del Cicas tutti i dipendenti a termine assunti in applicazione della disciplina del dec.legislativo n.368/01, nonche’ i lavoratori con contratto d’inserimento,mentre sono esclusi i lavoratori stagionali ed intermittenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: