APPROVATO SCHEMA DECRETO LEGISLATIVO SU SALUTE E SICUREZZA LAVORO

Nella riunione del 27 scorso il Consiglio dei ministri ha approvato uno schema di provvedimento che modifica ed integra la normativa vigente in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro contenuta nel dec.legislativo n.81/08 .

Il testo,che dovrà ora essere sottoposto alla Conferenza Stato-Regioni e al parere delle Commissioni parlamentari competenti ,previo confronto tecnico con le Parti sociali e con le Regioni,risulta caratterizzato dai seguenti aspetti particolarmente rilevanti:
1) risulta teso a correggere alcuni errori materiali e tecnici presenti nell’attuale disciplina ;
2) mira a superare le difficoltà operative,le criticità e le lacune evidenziate dai primi mesi di applicazione delle nuove regole;
3) tende a rendere maggiormente effettiva la tutela della salute e sicurezza nei luoghi del lavoro secondo le seguenti linee di azione:
-superamento di un approccio meramento formalistico e burocratico al tema della salute e della sicurezza, fornendo maggiore attenzione agli aspetti sostanziali;
-superamento della cultura meramente sanzionatoria e repressiva ,prestando particolare attenzione alla prevenzione;
-integrazione tra attività del S .S .N. e dell’Inail finalizzate all’assistenza e riabilitazione delle vittime di infortuni;
-rivisitazione del potere di sospensione dell’impresa con lo scopo di rendere più certi i casi di applicazione di tale straordinaria procedura attraverso la sostituzione del parametro della reiterazione con quello di plurime violazioni ,la modifica dell’Allegato I ed infine l’eliminazione di qualsiasi discrezionalità dell’0rgano di vigilanza nell’applicazione della norma , prevedendo in particolare l’esclusione della sospensione stessa nei riguardi delle imprese che occupano un solo lavoratore;
-integrale ricezione delle proposte avanzate in sede tecnica dalle parti sociali;
-definizione di un corpo normativo coerente anche con la realtà e le caratteristiche delle piccole e medie imprese e con la peculiarietà delle forme di lavoro atipico e temporaneo;
-valorizzazione del ruolo degli enti bilaterali e delle università;
-miglioramento dell’efficacia dell’apparato sanzionatorio con l’obbiettivo di assicurare una migliore corrispondenza tra infrazioni e sanzioni , prevedendo tra l’altro l’estensione del provvedimento di prescrizione ed il mantenimento del solo arresto per l’omessa valutazione del rischio nelle aziende a rischio incidente rilevante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: