ISTRUZIONI INPS SU UTILIZZO BUONI LAVORO PER PRESTAZIONI ACCESSORIE DOMESTICHE

Sull’argomento di cui al titolo è  intervenuta    la circolare dell’Inps  n.44 del 24 scorso contenente indicazioni operative alle strutture ed all’utenza interessata , di cuio si evidenziano     i seguenti aspetti:

-rientrano nel campo di applicazione  della  normativa sul  lavoro  accessorio ,da compensare con i voucher ,le prestazioni di lavoro domestico svolte in  maniera  meramente occasionale,intendendosi    tali le attività che non danno  complessivamente luogo,con riferimento al medesimo committente ,a compensi superiori a  5 mila euro nel corso di un anno solare;

-detto compemso risulta esente da qualsiasi    imposizione fiscale e non incide sullo stato di inoccupato o disoccupato e non richiede la sottoscrizionr di un contratto di lavoro ;

-le prestazioni di natura occasionale accessoria   di lavoro  domestico,non danno diritto alle prestazioni di malattia,maternità, disoccupazione ed assegni familiari ed inoltre ,per  i cittadini   extracomunitari non consentono nè il rilascio nè il rinnovo del permesso di soggiorno per motivi di lavoro

-il valore nominale dei singoli voucher è pari a 10 euro,che risulta comprensivo della contribuzione Inps alla gestione  separata(aliquota del 13%) e di quella dell’Inail (aliquotadel 7%) , nonche’  della  quota del 5/% per la gestione del servizio ,così che al prestatore competono per l il lavoro reso  rispetto a ciascun buono euro 7,50 ;

-risultano predisposte  le seguenti due modalità di processo:

a) uno in cui l’accredito dei buoni avviene attraverso una procedura telematica,

b) un  altro con l’acquisto e la riscossione presso tutti gli uffici postali del territorio nazionale   dei voucher cartacei,  disponibili presso le sedi Inps;

-per il flusso procedurale si potrà utilizzare,a discrezione il contact center Inps 8 (numero telefonico gratuito   803.164),il sito internet www.inps.it, le sedi  Inps,le associazioni datoriali di  categoria firmatarie del ccnl sul lavoro domestico;

-prima dell’inizio delle prestazioni,il committente deve comunicare all’Inail  (fax n.800.657657) i dati relativi  al luogo e periodo della prestazione,nonchè i dati angrafici propri e quelli  del prestatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: