ACCENTRAMENTO CONTRIBUTIVO SENZA DPL

 L’art.3 del decreto del  Ministro del Lavoro disponeva che:”In caso di accentramento dell’elaborazione dei libri matricola e paga…il datore di lavoro deve richiedere apposita autorizzazione alla  Direzione provinciale del lavoro-Servizio ispezione lavoro-specificando il tipo del sistema adottato” ,che aveva  riflessi per l’accentramento contributivo inps ed inail.

 A seguito dell’ intervenuta l’abrogazione del suddetto provvedimento  ad opera dell’art.39 comma 10 della legge n.133/08,la nota del Ministero del Lavoro n.0017292 del 3.12.08,emessa in relazione alle rchieste   di chiarimenti ,ha precisato che,in considerazione della nuova  disciplina  sul  libro unico del lavoro,non  risulta  più necessario richiedere e conseguire l’autorizzazione della D P L   relativa all’accentramento dell’elaborazione dei libri matricola e paga.

 La stessa  nota  , dopo aver confermato la   regola secondo cui l’obbligo contributivo a carico del datore di lavoro deve essere adempiuto presso la Direzione Inps della circoscrizione  dove l’azienda svolge attività lavorativa con dipendenti ,ha aggiunto  essere consentito al datore di lavoro,malgrado l’abrogazione del DM 30.10.02,di avvalersi della possibilità di accentrare il versamento della contribuzione    presso un’unica sede dell’Istituto interessato,attraverso una specifica e diretta   istanza in via telematica  secondo modalità e criteri  che spetta     all’Istituto stesso   individuare.

Infine ,la nota ministeriale citata ha  dichiarato di ritenere  che ,salvo eventuali diverse indicazioni da parte  degli Istituti interessati, le autorizzazioni  già emesse dalle  DD PP  LL  mantengono la loro efficacia .

A completamento di quanto sopra , è da evidenziare  altresì  che,  mentre   mancano   determinazioni in materia da parte dell’Inps, l’Inail si è pronunciata   sull’accentramento contributivo con la nota   protocollo n. 9289/2008  ,con cui,  premettendo   che  va richiesto   con istanza da presentare alla  Direzione regionale   (se di   carattere nazionale,interregionale o regionale   )ovvero alla Direzione  provinciale,  tenendo conto della   sede legale del datore di lavoro interessato , entro il 15 settembre dell’anno precedente  rispetto a quello per   il quale si richiede,avverte che la domanda   non deve più essere corredata dalla copia del provvedimento autorizzativo   della DPL  ex art.3 DM del 30 ottobre 2002 ,in quanto abrogato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: