COMUNICATO INPDAP PAGAMENTO PENSIONE MARZO

 Si richiama l’attenzione sul seguente comunicato emesso dall’Inpdap circa le modalita di pagamento della rata di pensione di marzo p.v.

“A tutti i pensionati che riscuotono la pensione in contanti, sarà corrisposta anticipatamente la rata di marzo, esigibile dal 1° al 6 di marzo presso l’ufficio postale dove normalmente la pensione viene riscossa. Per tutti gli altri pensionati che riscuotono con bonifico ccb, ccp o libretto postale, la data di esigibilità rimarrà quella consueta del giorno 16 marzo.

Questa straordinaria modalità di pagamento è stata prevista per dare più tempo ai pensionati di dotarsi di un conto corrente postale o bancario, di un libretto postale o di una carta prepagata sulla quale accreditare la pensione.

Le nuove norme della manovra finanziaria hanno, infatti, introdotto dei limiti al pagamento in contanti a partire dal 7 marzo 2012.
Tali limiti prevedono l’impossibilità da parte dell’Istituto di effettuare il pagamento in contanti per importi pari o superiori a 1000 euro. Le pensioni pari o superiori a tale importo possono essere accreditate esclusivamente su conto corrente postale o bancario, su libretto postale o su carta prepagata abilitata.

Pertanto i pensionati che percepiscono una pensione in contanti, dovranno comunicare immediatamente, se non lo hanno nel frattempo già fatto, alla propria sede di competenza, le coordinate bancarie (codice Iban) necessarie per l’accredito. Il modello da utilizzare è disponibile su questo sito (vedi Sezioni di riferimento) o presso l’ufficio relazioni con il pubblico della sede. Se invece hanno scelto di avvalersi di un conto corrente o di un libretto postale la variazione delle modalità di accredito della pensione sarà comunicata direttamente da Poste italiane all’Istituto.

Coloro che non comunicheranno il codice Iban, a partire dal mese di marzo non potranno riscuotere la pensione.

Si precisa inoltre che anche i pensionati che percepiscono una rata mensile di pensione inferiore a 1000 euro, potrebbero superare il limite consentito per il pagamento in contanti nel caso di somme aggiuntive, competenze arretrate, tredicesima o eventuali rimborsi. Per questo motivo si invitano tutti i pensionati che riscuotono la pensione in contanti a comunicare nel più breve tempo possibile il codice Iban. “

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 286 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: