CHIARIMENTI MINISTERO LAVORO DURATA VALIDITA’ DURC

Si richiama l’attenzione sulla circolare  08 ottobre 2010, n. 35   riguardante   il Durc,che il Ministero del Lavoro ha ritenuto opportuno emanare  in riferimento   alla Determinazione dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici  , sulla base di quanto emerso negli incontri con i rappresentanti di INPS, INAIL e della Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili, 

 In particolare  la circolare si sofferma   sulla  validità temporale del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC), rispetto alla quale la predetta Autorità,tenendo conto di alcune decisioni degli organi giurisdizionali, ha stabilito che “anche in un’ottica di semplificazione e speditezza delle procedure di gara, nel settore degli appalti pubblici, alla certificazione vada riconosciuta una validità trimestrale al pari di quanto disposto dall’articolo 39 septies del D.L 30 settembre 2005 n, 273 (convertito in legge con modificazioni, dalla L 23 febbraio 2006. n. 51) con espresso riferimento al solo settore dei lavori nei cantieri edili”.

Rispetto a quanto sopra  viene specificato  che relativamente ai contratti pubblici disciplinati dal D.Lgs. n. 163/2006:

- nell’ambito delle procedure di selezione del contraente, deve essere acquisito un DURC per ciascuna procedura (a (a tale proposito si ricorda che, in base all’art. 16 bis, comma 10, del D.L n. 185/2009 conv. dalla L. n. 2/2009, “le stazioni appaltanti pubbliche acquisiscono d’ufficio, anche attraverso strumenti informatici, il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) dagli Istituti o dagli Istituti abilitati al rilascio in tutti i casi in cui è richiesto dalla legge;”) tale DURC attesta che la ditta è in regola alla data di rilascio del Documento emesso ai fini della partecipazione alla procedura di selezione ed ha validità trimestrale rispetto alla specifica procedura per la quale è richiesto   Analogamente, ha validità trimestrale il DURC emesso ai fini del Controllo delle autocertificazioni presentate ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 che attesta la regolarità alla data dell’autocertificazione che è stata indicata nella richiesta; in entrambi i casi, il DURC può essere utilizzato dalla stazione appaltante all’interno della medesima procedura di selezione, anche ai fini della aggiudicazione e sottoscrizione del contratto, purché ancora in corso di validità (perché non anteriore a tre mesi rispetto alla data di aggiudicazione e/o alla data di stipula). Ad ogni buon conto si sottolinea che, nell’ambito degli appalti pubblici, non può essere utilizzato un DURC richiesto a fini diversi (ad es. un DURC richiesto ai fini della fruizione di benefici e sovvenzioni previsti dalla disciplina comunitaria o un DURC richiesto per lavori privati dell’edilizia); ciò in quanto le verifiche operate dai competenti Istituti e/o Casse edili seguono ambiti e procedure in parte diverse in relazione alle finalità per cui è emesso il Documento;

- per le fasi di stato avanzamento lavori o di stato finale/regolare esecuzione, fermo restando l’obbligo di richiedere un nuovo DURC per ciascun SAL o stato finale riferiti ad ogni singolo contratto, il DURC ha validità trimestrale ai fini del pagamento per il quale è stato acquisito; analogamente, in sede di liquidazione di fatture relative a contratti pubblici per servizi e forniture, il DURC ha validità trimestrale ai fini del pagamento;

- il DURC deve essere richiesto anche nel coso di ”appalti” relativi all’acquisizione di beni, servizi e lavori effettuati in economia ai sensi dell’art. 125, comma 1, lett. b), del D.Lgs. n. 163/2006 ed ha validità trimestrale con riferimento allo specifico contratto; per ragioni di semplificazione e speditezza, nella sola ipotesi di acquisizioni in economia di beni e servizi per i quali è consentito l’affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento, il DURC ha validità trimestrale in relazione all’oggetto e non allo specifico contratto.

In relazione al periodo di validità del DURC, inoltre,  la circolare  precisa che, in analogia a quanto disposto in materia di contratti pubblici, la validità trimestrale va estesa anche ai documenti rilasciati ai fini dell’attestazione SOA e dell’iscrizione all’albo fornitori; diversamente, per specifico dettato normativo, il DURC rilasciato per la fruizione di benefici normativi e contributivi ha validità mensile ai sensi dell’art. 7, comma 1, del D.M. 24 Ottobre 2007.

 Infine viene    evidenziato   che il DURC rilasciato con riferimento ai lavori privati in edilizia, anch’esso con validità trimestrale ai sensi dell’art. 39-septies del D.L. n. 273/2005 (conv. da L n. 51/2006), può essere utilizzato, per l’intero periodo di validità, ai fini dell’inizio di più lavori.

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 252 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: